Breaking news
  • No posts where found

Falso Tedesco

Falso Tedesco

Come il canale televisivo tedesco ZDF rilascia false informazioni sulla guerra nel Donbass. ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Boris Gryzlov e l’Ucraina: la Russia coinvolge un Peso-Massimo

La nomina di Boris Gryzlov a rappresentante della Russia nel Gruppo di Contatto porta un personaggio decisionale chiave nel cuore della crisi La nomina che il Cremlino ha appena annunciato sottolinea quanto la leadership russa tenga in alta considerazione il conflitto ucraino. Si tratta della nomina di Boris Gryzlov a rappresentante del così detto Gruppo di Contatto. Il Gruppo di Contatto è stato creato nel Giugno 2014 come risultato degli

Aggiornamento tecnologico: come l’inventiva russa ha reso possibile l’attuale operazione in Siria

La frequenza e l’efficacia delle operazioni dell’Aviazione Russa (tecnicamente il vero nome sarebbe Forze Aero-Spaziali o AFS, d’ora in poi le chiamerò RSFS) hanno letteralmente stupito gli esperti militari occidentali. Non solo il numero delle azioni giornaliere è circa il triplo di quelle che potrebbero portare a termine gli Stati Uniti o un qualsiasi Paese della NATO, ma i bombardamenti russi sono straordinariamente precisi, anche se effettuati da oltre 5.000

La Tempesta Russa

L’ultimo video musicale di Artem Grishanov. Per chi volesse l’originale (sottotitoli in inglese): https://youtu.be/oCv7a5rdSyI ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

Putin e Israele: un rapporto complesso e ricco di stratificazioni

Russia e Israele nel calderone siriano: coloro che amano ‘spiegazioni’ semplici e confezionate, smettano di leggere proprio ora. Chi vuol capire, invece, legga. Il recente assassinio di Samir Kuntar da parte di Israele ha infiammato, ancora una volta, la discussione su quale sia il rapporto di Putin con Israele. Si tratta di un tema estremamente complicato per cui dico a coloro che amano “spiegazioni” semplici e confezionate, di smettere di

Dodicesima settimana dell’intervento russo in Siria: Zag!

Nel resoconto della settimana scorsa sull’intervento militare russo in Siria ho scritto che Kerry ha sempre perso tutti i negoziati che ha avuto con i Russi e che ormai si è fatto la fama di dire una cosa all’estero ed esattamente il suo opposto una volta rientrato negli Stati Uniti. Anche questa volta gli Americani non hanno cambiato il loro modo di fare, con la differenza che è stato Obama

Una Minaccia reale: come la Guerra in Siria può trasferirsi in Europa

– Marco Bordoni – Dopo che il 9 dicembre un accordo fra governativi ed opposizione ha portato all’ evacuazione del quartiere di Al Wa’er, a nord est di Homs, abbandonato da centinaia di miliziani delle varie formazioni ribelli, che sono stati disarmati e scortati nella roccaforte settentrionale di Idlib da uomini delle Nazioni Unite, questo accordo ha fornito un precedente gradito sia ai Siriani che ai miliziani per consentire un transito

Erdogan, Salman e l’imminente guerra “sunnita” per il petrolio

Stiamo per cacciarci in un’altra guerra per il petrolio in Medio Oriente, questa volta anche con possibili sviluppi nucleari. Guerre per gli idrocarburi ce ne sono state da più di un secolo, fin dagli albori dell’era petrolifera, ai tempi della Prima Guerra Mondiale. Quella attuale promette però di essere di un ordine di grandezza tale da cambiare l’aspetto politico del mondo in modo assai spettacolare e distruttivo. In un certo

Vita quotidiana a Hmeymim

Il Ministero della Difesa Russo ha recentemente reso disponibili alcune bellissime immagini che mostrano la vita quotidiana all’aeroporto di Hmeymim vicino Latakia, la base del contingente dell’Aeronautica Russa in Siria. Guardando le immagini possiamo scoprire interessanti dettagli riguardo i caccia e gli elicotteri presenti nella base dislocata nel Nord-Ovest della Siria: carico, marchi di missione, insegne (o assenza delle stesse) ecc.     Il Su-25SM che ha iniziato a volare

Panoramica della Situazione sulla Grande Scacchiera

Oggi vi presenteremo una panoramica della situazione sulla grande scacchiera, poiché moltissimi eventi in rapida successione avvengono ultimamente nei fronti della terza (o quarta, se si vuole contare altrimenti) guerra mondiale. Scatole nere Le forze speciali russe, che dapprima erano state capaci di salvare il secondo pilota del Sukhoj abbattuto dai Turchi, sono quindi riuscite anche a trovare la scatola nera. Ieri il ministro della difesa S. Shoigu l’ha portata