Cosa succederà dopo Palmira?

Cosa succederà dopo Palmira?

La liberazione di Palmira (Tadmur) grazie all’Esercito Arabo Siriano (SAA) ha aperto le porte ad una lunga lista di opzioni per le forze governative, inclusa una possibile offensiva per liberare il distretto di Al-Raqqa. Ma la possibilità che l’Esercito Arabo Siriano si spinga a nord verso la città di Raqqa è molto improbabile a questo punto della guerra, dato che le loro forze sono assediate dallo Stato Islamico dell’Iraq e Al-Sham

Siria: come la vittoria di Palmira cambia la narrazione

La liberazione di Palmira è il punto di svolta decisivo della Guerra in Siria. Anche se in precedenza ci sono stati dei successi militari da parte dell’Esercito Arabo Siriano e dei suoi alleati, il valore promozionale dell’aver messo al sicuro i preziosi resti archeologici romani di Palmira supera quelli di tutte le altre vittorie. E questo contribuirà a cambiare un po’ la falsa narrazione di questo conflitto. Il governo siriano

Come sopravvivere sul campo di battaglia della guerra di informazione

C’è indubbiamente una guerra mediatica in corso. Ci sono mentitori convinti, gente che stupidamente ripete le stesse bugie, analisti scadenti ed opinioni promosse al rango di analisi. Per poter distinguere sempre una maggior quantità di informazione dalla disinformazione, si possono usare alcuni sistemi molto semplici. Ma, prima di tutto, bisogna che le persone si dedichino personalmente ad inseguire la verità, non importa dove, avendo il coraggio di accettare una realtà

L’aviazione russa impartisce in Siria una dura lezione alla sua controparte americana

Gli aerei e i piloti russi hanno effettuato più missioni, con meno equipaggiamento di quanto abbiano mai fatto gli Stati Uniti fin da quando la Cactus Air Force aveva incominciato ad operare da Henderson Field, a Guadalcanal nel 1942. Io non odio l’America e ho un grande rispetto per i piloti americani, i migliori del mondo, e per gli aerei militari americani, magari non i migliori del mondo, ma comunque

Una “Europa rubata” – Sfogo del Saker

Il mio ultimo articolo sull’Europa ha suscitato molte reazioni, più di quante ne aspettassi; ritengo dunque necessario un seguito dove rispondo ad alcuni dei commenti ricevuti, condividendo con voi non tanto i miei pensieri quanto i miei sentimenti per l’Europa e la sua situazione critica. Attenzione, questo sarà uno sfogo di rabbia, scritto con tristezza e disperazione nel cuore, senza alcun riguardo per le buone maniere e la correttezza politica

La grande Battaglia di Palmira

Vista attraverso le nostre SITREP e aggiornamenti flash pubblicati sui social network. A cura di Stefano Orsi Situazione sul fronte di Palmira del 27-3-2016 ore 15.00 Dopo l’avvenuta liberazione di Palmira, annunciata ufficialmente col comunicato dell’esercito siriano emesso attorno alle ore 08.00 ora di Roma, esaminiamo l’attuale situazione e gli avvenimenti delle ultime 48 ore attraverso gli aggiornamenti flash emessi in questi giorni. Palmira La battaglia ininterrotta che ha portato

Per l’Unione Europea il segnale è evidente

Gli ultimi attacchi a Brussels sono la prova evidente che quelli di Parigi non sono stati una mera fatalità, ma i primi di quella che sembrerebbe essere una lunga serie di attacchi terroristici simili. Questi attacchi non sono in realtà nulla di nuovo, questo è esattamente ciò che la Russia ha dovuto sopportare negli anni ’90, dalla stessa gente e per le stesse ragioni. Ma se, alla fine, la Russia è

Articolo di Sergey Lavrov “La Politica Estera Russa: Retroterra Storico” per la rivista “Russia in Global Affairs” 3 Marzo, 2016

Le relazioni internazionali attraversano un periodo molto difficile, e la Russia ancora una volta si trova al crocevia tra tendenze chiave che determinano il vettore del futuro sviluppo globale. Sono state espresse molte opinioni differenti al riguardo, compresa la paura che noi abbiamo una visione distorta della situazione internazionale e del ruolo internazionale della Russia. Io avverto in questo un’eco dell’eterna disputa tra i liberali pro occidente e i sostenitori

La grande offensiva su Palmira: novità importanti

La grande offensiva siriana su Palmira sta rapidamente portando alla sconfitta delle milizie ISIS che la occupano Ieri ci siamo lasciati con le operazioni in corso su due fronti, uno a nord che si stava dividendo in due per proiettarsi all’occupazione della grande area della base militare della 550° brigata e uno diretto sul villaggio di Al-Amiryah. Da sud invece le forze siriane ed Hezbollah avevano oltrepassato i complessi alberghieri

L’Unione Jihadista Europea

Ci sono voluti quattro mesi per catturare a Bruxelles, dopo una sparatoria, uno dei presunti partecipanti agli attentati di Parigi del 13 novembre – Salah Abdeslam. Non si era mai rifugiato in Siria, non si era mai allontanato dal suo quartiere, a Molenbeek. Ci sono poi voluti solo quattro giorni per il successivo cambio di programma: un attacco jihadista coordinato all’aereporto di Bruxelles e in una stazione della metropolitana, a