14 giugno 2019   10:30    Bishkek

Presidente della Russia Vladimir Putin:

Signor Presidente del Kirghizistan, colleghi,

Sono certamente d’accordo con le valutazioni positive delle attività della nostra organizzazione, la SCO, che sono state appena espresse qui. La SCO sta infatti sviluppando e rafforzando con successo le sue posizioni negli affari regionali, contribuendo in modo significativo a garantire pace, sicurezza e stabilità in Eurasia.

Dato che alla fine della riunione odierna, la Russia assumerà la presidenza della SCO, vorrei illustrare la visione della Russia delle aree più promettenti del lavoro dell’organizzazione nel 2019-2020.

Crediamo che la lotta contro il terrorismo e l’estremismo rimanga tra le nostre massime priorità. Riteniamo importante aumentare la cooperazione all’interno della struttura antiterroristica regionale della SCO, tagliare il sostegno finanziario del terrorismo attraverso il traffico di droga, e compiere ogni sforzo per impedire che i terroristi mettano le mani su armi di distruzione di massa, siano esse chimiche, biologiche o di altro tipo.

La Russia sostiene inoltre una stretta cooperazione con gli stati membri della SCO nel frenare la propaganda di idee terroristiche ed estremiste su Internet, e l’uso di tecnologie dell’informazione e della comunicazione a fini criminali. Il concetto di cooperazione degli stati membri dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai in materia di digitalizzazione e tecnologia dell’informazione e della comunicazione, che stiamo approvando oggi, è volto a rafforzare la cooperazione in questo settore.

Durante il periodo della presidenza russa, la SCO dovrà certamente affrontare una grande mole di lavoro per appianare le crisi e risolvere pacificamente i conflitti presenti vicino ai confini esterni dei nostri stati.

Gli sviluppi in Afghanistan richiedono un’attenzione speciale; i miei colleghi hanno già parlato di questo. Il popolo afgano ha bisogno di aiuto per raggiungere la riconciliazione nazionale e la ripresa economica.

Sosteniamo pienamente il piano di espansione della sicurezza dell’organizzazione, della cooperazione economica e umanitaria con l’Afghanistan, come indicato nella relativa tabella di marcia da firmare oggi. Miriamo a contribuire in ogni modo alla rinascita dell’attività di SCO-Afghanistan Contact Group.

Risultati reali nella lotta contro il terrorismo internazionale sono stati raggiunti in Siria. I militanti sono stati sconfitti lì in gran parte grazie all’assistenza della Russia al legittimo governo siriano. Damasco ha riacquistato il controllo su gran parte del territorio del paese. Il processo di riconciliazione politica sta progredendo e sono in corso i lavori per istituire il Comitato Costituzionale.

Il nostro compito immediato è ora quello di garantire la completa eliminazione dei focolai di terrorismo che rimangono in Siria, principalmente a Idlib, e allo stesso tempo aumentare il volume di aiuti umanitari e assistenza alla ricostruzione economica della Siria fornita dalla comunità internazionale.

Il programma nucleare iraniano solleva ancora preoccupazioni. Il ritiro degli Stati Uniti dal Piano Complessivo Congiunto d’Azione – ricordiamo che è stato approvato all’unanimità dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite nel 2015 – non solo sta destabilizzando la regione, ma può anche minare il regime di non proliferazione nucleare.

Mentre presiediamo nella SCO, intendiamo lavorare per garantire che le parti del Piano Complessivo Congiunto d’Azione rispettino i loro obblighi. Riteniamo che questo sia l’unico percorso logico e corretto.

Colleghi,

stiamo pianificando di approfondire i legami economici reciprocamente vantaggiosi tra gli stati membri della SCO. In questo contesto, proponiamo di considerare nuovi progetti promettenti nel commercio, industria, energia, infrastrutture, scienza e tecnologia e innovazione. Il Consiglio Aziendale SCO e il Consorzio Interbank SCO potrebbero svolgere un ruolo importante in questo lavoro.

L’espansione di scambi interregionali reciprocamente vantaggiosi e dei contatti di investimento e umanitari all’interno della SCO contribuirà certamente allo sviluppo del Forum dei Capi delle Regioni della SCO, un nuovo meccanismo all’interno dell’organizzazione. È stato istituito su iniziativa della Russia e proponiamo di tenere il primo incontro all’inizio del prossimo anno.

Continueremo a interagire con i nostri colleghi nella SCO per combinare i processi di integrazione sviluppati in Eurasia, armonizzare le strategie di sviluppo nazionali e i progetti economici multilaterali regionali.

Vediamo un potenziale promettente nell’integrare l’Unione Economica Eurasiatica con il progetto  cinese Cintura e Strada [BRI] con l’obiettivo futuro di costruire un partenariato eurasiatico più ampio e uno spazio di cooperazione costruttivo aperto ed equo, basato sui principi e le norme del diritto internazionale, senza alcun pregiudizio politico o economico, ma con considerazione dei reciproci interessi legittimi.

Durante la presidenza russa della SCO, presteremo certamente particolare attenzione all’approfondimento dei legami culturali e umanitari, di cui i nostri colleghi hanno appena parlato. In particolare, ci concentreremo sull’attuazione degli accordi di cooperazione raggiunti nei settori dei media, della cultura fisica, dello sport e del turismo. Sono pienamente d’accordo con questo.

L’anno prossimo segna il 75° anniversario della vittoria sul nazismo nella Seconda Guerra Mondiale. Noi in Russia attribuiamo grande importanza alla conservazione della memoria e della verità storica su questo grande e tragico evento del XX secolo.

Stiamo pianificando, anche con i nostri partner nel Commonwealth degli Stati Indipendenti, di organizzare un programma ambizioso di celebrazioni e invitare tutti gli stati rappresentati qui a prendere parte a questo lavoro. Il Consiglio dei Giovani della SCO potrebbe anche unirsi alle attività organizzative, che ritengo saranno estremamente vantaggiose per i giovani.

Onorevoli colleghi, saremo lieti di incontrarvi a questi eventi, tra cui le celebrazioni del Giorno della Vittoria a Mosca.

Colleghi,

In conclusione, vorrei congratularmi con il Kirghizistan per aver completato con successo la sua presidenza della Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai, e dire che la presidenza russa garantirà la continuità nel lavoro dell’organizzazione.

Vi invitiamo alla prossima riunione del Consiglio dei Capi di Stato della SCO il 22-23 luglio 2020 in Russia.

Grazie per l’attenzione.

*****

 Trascrizione apparsa su Kremlin.ru il  14 giugno 2019
Traduzione in italiano di Hajduk per SakerItalia

[le note in questo formato sono del traduttore]

Condivisione: