Ho appena ascoltato Biden (il video è qui [in inglese], se avete lo stomaco). Oh, lui è alterato, davvero. Putin ha ignorato totalmente e completamente lui o gli Stati Uniti (un segnale di ciò si è avuto quando Putin ha avvertito Scholtz e Macron ma, apparentemente, nessuno ha detto niente alla Casa Bianca).

Scholtz ha davvero spaventato il Cremlino quando ha detto di aver ritirato la certificazione del Nord Stream 2 proprio “jetzt” (che sarebbe “adesso”). Va beh, forse si è sbagliato, voleva dire “niente Nord Stream 2 per sempre!”.

Scholtz è un osso duro!

Dopo Hitler, Scholtz? Giuuuuuuusto!

Amo quando i flaccidi, meschini eurognomi provano a spaventare la Russia. Con le sanzioni, di tutte le cose.

Fra tutti i popoli, i tedeschi dovrebbero saperlo meglio. Immagino che non lo sappiano. Bene, auguro ai tedeschi un sacco di divertimento!

Parlando del Nord Stream 2, due piccoli fatti:

  • Il prezzo del gas è già aumentato del 10% sul mercato libero;
  • Grazie all’aumento dei prezzi dell’energia, Gazprom ha già ripagato la costruzione del Nord Stream 2 con quelle ricadute extra (lo dice Petr Tolstoy, parlamentare di lunga data alla Duma).

Dove pensate che porterà tutto ciò?

Esattamente, lo penso anch’io!

Biden ha detto due cose realmente interessanti, in mezzo al resto del discorso totalmente scialbo. 

Per prima cosa, ha chiesto chi si crede di essere Putin per riconoscere Stati in altre nazioni sovrane?

Poi, ha ammonito la Russia: vi giudicheremo per le vostre azioni.

Penso di poter aiutare Biden, e dargli due risposte semplici:

  1. Putin è il Presidente della Russia, e non chiede l’approvazione di nessuno, men che meno agli Stati Uniti.
  2. Non puoi giudicare la Russia. Quella nave è già partita. Semmai, verrà il giorno in cui la Zona B ti giudicherà nel Tribunale di Norimberga del XXI secolo. Come ha detto Putin, “abbiamo tutti i loro nomi”.

Ma so anche questo: nelle menti dei leader della Zona A entrambe queste risposte sono letteralmente *impensabili*. Ok.

Allora, dev’essere mostrato loro quello che oggi non possono comprendere.

La Duma russa e il Consiglio della Federazione hanno oggi ratificato tutti i documenti necessari, e hanno dato a Putin il diritto di impegnare all’estero le forze armate russe. Dove, esattamente, non è specificato.

A Putin è stato chiesto dove avrebbe impegnato le forze armate russe e lui, in sostanza, ha replicato “aspettate e lo vedrete, le useremo dov’è necessario e per adempiere ai nostri obblighi”.

Putin ama lasciare che gli sciacalli occidentali alla Tabaqui [in italiano] si affannino ad indovinare la sua prossima mossa. Ora li sta trollando apertamente. 🙂

I moderni Crociati???

L’attacco dei Crociati occidentali alla Russia non è niente di nuovo. Ma in passato almeno erano una minaccia credibile (a volte, perfino molto credibile).

Ma i Crociati moderni sono una barzelletta. Le loro minacce sono una barzelletta, le loro forze armate sono una barzelletta e i loro leader sono una barzelletta. Per un buon esempio, si veda Biden che manda ulteriori  forze armate invincibili agli staterelli baltici.

Ne sono certo, ora i russi sono veramente terrorizzati.

Quello che sappiamo è che i bravi ragazzi a Commentary Mag stanno preparandosi per l’impatto [in inglese].

Capiranno le genti degli Stati Uniti d’America, per la prima vera volta, che le azioni dei loro governanti impattano direttamente su di loro, personalmente?

Lo sa Dio, lo impareranno presto ed agiranno  di conseguenza.

E gli ucraini?

Finora hanno ignorato per lo più gli avvertimenti di Putin di “smettere immediatamente gli attacchi contro la LDNR”.

Non so se siano incredibilmente coraggiosi, molto stupidi, o suicidi.

Comunque sia, raccomanderei loro di seguire gli avvertimenti di Putin, non ce ne saranno altri.

È vero, sanno che ai loro padroni occidentali non importa niente delle vite russe, delle fosse comuni, delle migliaia di “separatisti” rapiti, dei numerosi centri di tortura o dell’aperte sollecitazioni ad uccidere. Fantastico. Perciò, per otto anni, gli ucronazisti hanno assassinato decine di migliaia di russi.

Ma non capiscono che le prossime vite saranno le loro?

O veramente pensano che i “consiglieri” occidentali li proteggeranno?

Oh bene, immagino che, per ripetermi, dev’essere mostrato loro quello che oggi non possono comprendere.

Fra l’altro, da un punto di vista legale, finora la Russia ha insistito che quella in Ucraina era una guerra civile interna, e non un conflitto internazionale. Ora questo è cambiato.

Ora, dal punto di vista del Cremlino, questo è un conflitto internazionale che coinvolge direttamente la Russia.

Ehi, aspiranti Crociati, godetevi il discorso!

Qui, colgo l’occasione per congratularmi con l’Occidente Unito e, soprattutto, con gli ucronazisti. Per sette anni avete sognato una guerra che coinvolgesse la Russia. BRAVI! Congratulazioni, ora avete ottenuto quello per cui vi siete tanto affannati: l’orso russo ha “ufficialmente” piazzato una zampa sulla LDNR.

Ora voglio vedere chi di voi si offrirà volontario per fargli togliere quella zampa. 🙂

Forse le forze statunitensi nei paesi baltici?

O i polacchi?

Forse i cechi, o addirittura i britannici?

Qualcosa mi dice che saranno più probabili quelle “superfighe sanzioni infernali” e gli uragani di parole a vanvera.

Non ci sono più i Crociati di una volta.

Bene.

The Saker

*****

 Articolo di The Saker pubblicato su The Saker il 22 febbraio 2022
Traduzione in italiano di Fabio_san per SakerItalia

[le note in questo formato sono del traduttore]

 __________

 La redazione di SakerItalia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

 L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: