Vi siete mai chiesti come un gregge di pecore viene condotto al macello? La manipolazione delle menti è una scienza ben ragionata, viene applicata già da secoli ma sta diventando sempre più sofisticata. Per esempio, tra le molte efficaci affermazioni di Joseph Goebbels, il Ministro della Propaganda di Hitler (dal 1933 al 1945), troviamo frasi come: “se ripeti una bugia abbastanza spesso, diventa una verità”, “se fate credere al popolo che ci sia la minaccia di un nemico, loro eseguiranno gli ordini” e “dividetele e polarizzatele, distruggete la solidarietà, e loro seguiranno il vostro comando”.

Oggi siamo diventati più sofisticati. Se la paura è ancora l’arma preferita (immaginate un nemico invisibile di cui tutti hanno paura), abbiamo dei media, degli algoritmi e dei robot attenti a livello digitale che si concentrano sul vostro modo di pensare, su come reagite e interagite con i social media o su quali siti visitate, e su dove e cosa comprate. Solo per citarne alcune. Oggi sono in media circa 200 i dati di questo tipo che vengono calcolati elettronicamente, in modo da influenzare la vostra opinione e farvi credere le più palesi bugie.

Riuscite a comprendere che cosa vi sta facendo il covid e a quale livello di manipolazioni vi troviate, cioè quanto siamo vicini al nostro mattatoio? Le sette fasi indicate qui di seguito sintetizzano il libro di Robert Cialdini “Le armi della persuasione”.

Gli ipnoterapeuti hanno notato che il governo e i media controllati dallo Stato stanno palesemente utilizzando le tecniche di ipnosi e di Programmazione Neuro-Linguistica (PNL). La PNL è un approccio psicologico che implica l’analisi della strategia usata dagli individui di successo e la loro applicazione per raggiungere un obiettivo personale. Mette in relazione pensieri, linguaggio e modelli di comportamento imparati attraverso l’esperienza, con risultati specifici.

Vediamoli:

👉 Frazionamento:

Li portate a fare qualcosa non una volta, ma più volte, aumentando ogni volta il livello di intensità. Di solito, lo si fa tre volte. (Al primo lockdown ho detto “attenzione, ci sarà il secondo e il terzo”). Questo aumenta la disciplina: è molto più probabile che li portiate a fare qualsiasi cosa vogliate.

👉 Impostare il ‘Sì’:

Portateli a dire “sì” per qualcosa di piccolo all’inizio (solo due settimane per “appiattire la curva”), poi gradualmente aumentate (mesi di lockdown, cancellazione del Natale, coercizione sociale ed economica per i vaccini). In questa maniera è molto più probabile che continuino a dire di sì. (Ci sarebbero state delle rivolte se a marzo avessero detto che il lockdown sarebbe arrivato fino a Natale).

👉 Confusione:

Teneteli in uno stato costante di incertezza. La mente cosciente risponde a questo “scollegandosi” mentre cerca la risposta adeguata per un qualcosa di cui non ha precedenti. Successivamente è molto più facile per il manipolatore accedere alla mente inconscia e cambiare i suoi sistemi di credenze. Per esempio, le regole del lockdown cambiano in pratica su base giornaliera, stiamo vivendo in un mondo in cui non siamo mai vissuti prima, tutti si ritrovano senza alcuna idea su come comportarsi. Non abbiamo più energia per combattere i nostri oppressori.

👉 Ripetizione:

Ripetere la stessa informazione più e più volte (guardate qualsiasi notizia sui giornali e in tv per averne conferma!)

👉 Illusione di scegliere

Fategli credere che hanno il controllo dandogli due scelte, entrambe che portano allo stesso risultato. Per esempio, “Volete il vaccino della Pfeizer o quello di Oxford?” oppure “Potete scegliere di essere buoni o cattivi: cattivi=più lockdown, buoni= più lockdown”.

👉 “A prova di social”

“Guardate, tutte queste grandi celebrità danno il loro appoggio!”.

👉 “Scarsità”

“Dovete aspettare il vostro turno per il vaccino…si potrebbe esaurire”.

E tante altre ancora… tutte le classiche tecniche di controllo psicologico. Una volta che le vedi, non puoi non vederle.

Date un’occhiata al libro di Robert Cialdini “Le armi della persuasione”: tutti i metodi di cui parla vengono utilizzati quotidianamente sui media di informazioni, e di altro tipo.

Se ci rendiamo conto in tempo che questo è ciò che ci sta accadendo, che dietro al Covid c’è l’applicazione di questa teoria e che il Covid viene utilizzato per una ancora maggiore libertà di sconfinare verso un obiettivo ulteriore, e cioè il controllo totale dell’umanità, del comportamento delle persone, del cibo, delle risorse, delle ricchezze del mondo, del decidere se le persone vivano o muoiano, allora abbiamo una chance di uscire dal gregge che si precipita verso l’abisso, o verso il mattatoio.

Svegliamoci – protestiamo – disobbediamo – e rimettiamoci in contatto gli uni con gli altri. ORA.

Peter Koenig è un analista geopolitico ed ex Senior Economist presso la Banca Mondiale e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dove ha lavorato per oltre 30 anni sui temi dell’acqua e dell’ambiente in tutto il mondo. Insegna presso università negli Stati Uniti, in Europa e in Sud America. Scrive regolarmente per testate online ed è autore di “Implosion – An Economic Thriller about War, Environmental Destruction and Corporate Greed”; è coautore del libro di Cynthia McKinney “When China Sneezes: From the Coronavirus Lockdown to the Global Politico-Economic Crisis” (Clarity Press – 1 novembre 2020).

Peter Koenig è ricercatore associato presso il Center for Research on Globalization.

*****

Articolo di by Robert Cialdini e Peter Koenig pubblicato su The Saker il 7 febbraio 2021
Traduzione in italiano a cura di Elvia Politi per Saker Italia.


La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: