Innanzitutto, alcune notizie “domestiche” alquanto incredibili. Oggi ho parlato con il nostro webmaster e mi ha detto che il nostro traffico è ora sui 10 MILIONI di pagine lette al mese. In media abbiamo fra i 1.000 e i 1.300 utenti connessi contemporaneamente ai nostri server. La bella notizia è quindi che il blog  va a gonfie vele. La brutta notizia è che ciò spingerà ancora più in alto i nostri costi di IT. Tuttavia, grazie al supporto generoso della nostra Comunità Saker, abbiamo i fondi per pagare queste spese. Perciò, ancora, un grande GRAZIE A VOI che ci avete aiutato!

Passiamo adesso alle notizie del giorno.

Ieri, le autorità ucronaziste avevano promesso un’importante controffensiva. L’hanno fatta, ma solo nello spazio virtuale. Nello spazio reale c’è stato un numero molto ridotto di attacchi, gestiti velocemente dalle forze russe/LDNR. Il solo successo messo a segno dagli ucraini è stato un accurato lancio di missili MLRS contro un campo di aviazione avanzato russo vicino a Kherson, in cui almeno tre elicotteri, due camion di rifornimento e undici automobili sono stati colpiti e visti bruciare (non ci sono state vittime). Ricordatevi che gli ucronazisti hanno ancora i sistemi MLSR Smerch e Tornado, che hanno una portata massima di novanta chilometri, permettendo loro di colpire da molto distante dalle linee ucraine e molto profondamente nelle retrovie russe. La bella notizia è che tali razzi MLRS non sono molto difficili da intercettare. Non so cosa sia successo la notte scorsa, ma questo incidente mi suggerisce che i russi abbiano bisogno di far arrivare più sistemi di difesa aerea per affrontare questa minaccia.

Quest’attacco era parte, sembra, della “importante controffensiva” promessa che, nonostante il successo di quest’attacco, non ha fatto un solo passo avanti.

Vi ricordate della nave della Flotta Russa del Mar Nero “affondata” dai razzi MLRS ucraini? Eccola mentre entra oggi nella baia di Sebastopoli:

 

https://video.ridus.ru/player/084f86e3-b2db-4b8c-90c2-643194acb6e6

 

Direi che per essere bruciata, affondata e, non vedo altrimenti, recuperata dal fondo del mare, questa nave sia in ottima forma 🙂

Nel frattempo, la Casa Bianca promette [in inglese] di mandare in Ucraina droni d’attacco, sistemi di difesa aerea a lunga distanza, 800 missili antiaerei Stinger, 9.000 missili anticarro e 7.000 piccole armi, più venti milioni di munizioni.

Aspetta, ho letto bene? OTTOCENTO missili Stinger mandati ai nazisti e wahabiti in Ucraina e nessuno nell’intera Europa che abbia il cervello per unire i puntini, e capire cosa voglia dire per l’Unione Europea?

Come ho già detto, gli euroroditori sono suicidi, dovrei forse chiamarli Eurolemming?

Questo implica anche la domanda di dove andrà tutto quel materiale. Dove scommetto io? In Polonia. E poi, la maggior parte di quella roba rimarrà lì, e solo una piccola parte sarà portata dentro l’Ucraina. Perchè? Perché qualsiasi grande deposito di armi o concentrazione di forze finirà come la grande base NATO di Iavorov 24 ore fa.

Inoltre, 7.000 armi leggere pompate dentro una nazione in cui il regime nazista ha aperto tutti i suoi magazzini di armi a chiunque ne volesse una, non faranno altro che rendere peggiori le cose… per il popolo ucraino.

Questa è quindi un’altra tipica operazione psicologica americana per “sentirsi bene”. Fatta all’unico scopo di offuscare, nel pubblico ignaro della Zona A, ciò che sta accadendo sul terreno.

Lo stesso articolo riporta alcune statistiche interessanti:

Ci si aspetta che il Presidente Biden annunci un ulteriore stanziamento di 800 milioni di dollari di aiuti militari per l’Ucraina, che porterebbe l’aiuto totale statunitense ad 1 miliardo di dollari solo nella  scorsa settimana, e a più di 2 miliardi di dollari da quando Biden è entrato in carica.

Oggi voglio concludere (forse temporaneamente), con questo pensiero:

Dall’ultimatum russo della fine anno scorso, tutto quel che ha fatto l’Impero delle Bugie è stato di raddoppiare la posta, poi raddoppiarla ancora, poi ancora un raddoppio. Peggio ancora, non si è riservato assolutamente alcuno spazio per negoziare, dichiarando di cercare la vittoria totale contro la Russia e “Putin” personalmente. Ora considerate questo:

  • L’obbiettivo chiaro e inequivocabile dell’Impero delle Bugie è di “cancellare la Russia”.
  • La Russia non può fare alcun passo indietro, essendo con le spalle al proverbiale muro.
  • Indipendentemente da ciò che farà la Russia, l’Impero delle Bugie raddoppierà la posta, una volta dopo l’altra.
  • La Russia ha sufficienti armi nucleari e convenzionali per spazzare via sia l’Unione Europea che gli Stati Uniti.
  • I leader dell’Impero delle Bugie hanno scelto di fingere di non saperlo o, in alternativa, di sapere che la Russia non oserebbe mai di colpire militarmente la NATO e/o gli Stati Uniti.

A me, tutto questo sembra punti verso un confronto militare su vasta scala (nucleare e convenzionale) fra l’Impero delle Bugie e la Russia.

Può essere evitato?

Ditelo voi a me, e se pensate di sì, delineate *come* possa essere esattamente evitato questo risultato.

Non per qualche azione da parte degli Eurolemming, di sicuro. E allora come (sempre che sia in qualche modo possibile)?

Grazie.

The Saker

*****

 Articolo di The Saker pubblicato su The Saker il 16 marzo 2022
Traduzione in italiano di Fabio_san per SakerItalia

[le note in questo formato sono del traduttore]

 __________

 La redazione di SakerItalia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

 L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

 

Condivisione: