Posts From Fabio San

Cambiamenti del blog, donazioni, miglioramenti tecnici, moderazione e chiacchierate!

Oggi, un sacco di notizie sul blog. Ve le presenterò una alla volta. Un nuovo formato per la pagina principale: Molti di voi si sono lamentati della presentazione “tematica” della pagina principale del nuovo blog. Come ho già accennato in precedenza, c’è un semplice rimedio: segnalibro su http://thesaker.is/latest-articles/ al posto di http://thesaker.is/. In questo modo vedrete sempre una presentazione “cronologica” di ogni singolo articolo pubblicato. Ma dopo averlo chiesto al mio

Oggi è stato un giorno molto triste per l’America

Bene, oggi ho trovato incredibilmente triste assistere ai nostri parlamentari che, nella nostra Camera del Congresso, hanno tributato una ovazione al leader straniero di una nazione mendicante (al ritmo di 4 miliardi di dollari all’anno), come se lui avesse risolto tutti i problemi dell’America. Ma il problema è stato che Netanyahu è venuto a fare un discorso che era in diretto conflitto con quello del Presidente Americano. Io non sono

Revanscismo e russofobia: le oscure correnti sotterranee della guerra in Ucraina

La situazione in Ucraina è più o meno calma adesso, e questo è il momento giusto per allontanarsi dal flusso quotidiano di notizie e dare un’occhiata alle correnti sotterranee, quelle più profonde. La domanda che mi voglio porre oggi è una a cui non ho risposta, lo ammetto.  Quello che voglio chiedermi è questo: è possibile che uno dei fattori chiave che motivano il desiderio occidentale, apparentemente illogico ed autodistruttivo,

Maidan, un anno dopo

Oggi è il primo anniversario dell’accordo stretto fra Yanukovich e la “opposizione” con la garanzia dei ministri degli esteri della Polonia, Radosław Sikorski, della Francia, Laurent Fabius e della Germania, Frank-Walter Steinmeier. Come tutti noi sappiamo, l’accordo si risolse nel ritiro delle forze di sicurezza dal centro città di Kiev, seguito immediatamente da una insurrezione armata che spodestò il governo. Prevedibilmente, Polonia, Francia e Germania non fecero obiezioni. Io non

Intuito e limiti dell’eroe militare più popolare della Russia, Igor Strelkov

•    È raro che un singolo individuo faccia tanta differenza come è stato per l’iconico ex comandante militare dei ribelli del Donbass •    Egli ha recentemente concesso un’intervista ed ha confermato di aver agito in ogni momento indipendentemente dalle autorità di Mosca. Il leader dei ribelli del Donbass che porta il nome di Igor Strelkov, è forse l’individuo più interessante che è emerso dal conflitto ucraino. L’importanza di Strelkov per

Notizie del blog: podcast e donazioni

Visto che (ancora) non ci sono notizie da Minsk, ho deciso di aggiornarvi su un paio di cose relative al blog. Podcast: Spero di registrare il quinto podcast questo pomeriggio o domani. Nel frattempo, e grazie ad “A”, ecco l’intera trascrizione del podcast 4: https://sites.google.com/site/sakerpodcast/home o, direttamente, da questo collegamento: http://www.mediafire.com/download/jddrmpfrqlkaa26/Saker_Podcast_4.zip   Donazioni: Buone notizie! Adesso posso accettare assegni e bonifici. Assegni personali: intestateli per favore a Saker Analytics LLC

I servizi di Syriza per l’Impero – A meno che Syriza non faccia una sorpresa!

Riforme significative possono arrivare da BRICS e Russia – Ma la trama si deve ispessire Il suono dello champagne stappato e gli evviva esuberanti fra i volontari di Syriza, gli elettori di supporto, e la loro base socialista dentro l’intellighenzia e gli intellettuali, in difficoltà economica ma pur sempre agiata, possono essere uditi in tutti i caffè delle aree pulite di Atene. Questa sera in Grecia, i risultati elettorali ufficiali

E l’inferno li seguiva…

Io non so chi esattamente (Turchinov? Poroshenko?) ha ordinato all’esercito ucraino di rompere la tregua, ma sono certo che questa decisione è stata presa a Washington. Non è un caso che questa provocazione suicida è stata preceduta dalla visita di G. Soros a Kiev. Questo vecchio “filantropo”, che insieme al Dipartimento di Stato statunitense ha sponsorizzato tutti i regimi fascisti post-sovietici (dalla Georgia di Saakashvili all’Ucraina di Poroshenko), era il

SITREP Ucraina del 27 Gennaio: Sionisti, Nazisti e un po’ di storia

I Sionisti: Troppo forte!!! I miei due “favoriti” ” odio-la-Russia super-sionisti uniscono le forze nel New York Times per chiamare al salvataggio della junta nazista di Kiev mediante una massiccia iniezione di capitali. Senza prezzo. Questo è quello che scrivono (testo integrale): Salva la Nuova Ucraina Una NUOVA Ucraina nacque un anno fa nelle proteste pro-europee che aiutarono la cacciata dal potere del presidente Viktor F. Yanukovych. Ed oggi, lo

Un giorno chiave nel conflitto ucraino?

Questo può risultare un giorno [NdT:23 gennaio 2015] critico nella evoluzione del conflitto ucraino. 1. Il Consiglio di Sicurezza Russo si riunisce oggi. Noi, ovviamente, non abbiamo un resoconto completo ma il sito ufficiale di Putin ha fornito qualche dettaglio. Sorprendentemente, Putin si riferisce alla junta come “la Kiev ufficiale” e non “il governo ucraino” o “la parte ucraina”. Si è anche riferito alle due repubbliche est-ucraine come “la Repubblica