Posts From Marco Bordoni

Putin va in India con proposte che non tollerano rinvio

La Russia seguita a rianimare con determinazione i legami, distrutti dalla caduta dell’URSS, con gli stati non europei. E’ il turno dell’India. Cosa aspettarsi dalla visita di Vladimir Putin a Delhi?  Pochi tra quelli nati in epoca sovietica non hanno letto “Starik Hottabyĉ”, e quelli che lo hanno letto certamente ricordano la frase “Hindi-rusi bhai-bhai”, che tradotta significa “Gli Indiani e i Russi sono fratelli”.  “Se prima i funzionari potevano

Il Rublo, il petrolio, lo shale gas, I derivati e l’egemonia americana

Federico Pieraccini (da Fractions of Reality) Ci sono due nodi centrali relativi alla svalutazione del Rublo e nel deprezzamento del dollaro da tenere in considerazione: la conservazione dell’egemonia Americana e la bolla speculativa dei derivati legati all’industria dello Shale Gas. Senza questi elementi interconnessi tra loro, risulta impossibile comprendere quali siano le motivazioni e le conseguenze di queste azioni economiche artificiali. Questa vicenda va quindi necessariamente affrontata da prospettive diverse, una geopolitica

Cartoline dal Donbass: la bonifica della fabbrica tessile di Gorlovka

Guerra, bombardamenti, povertà. Nello scontro fra Occidente e Russia il Donbass è prima linea. E’ toccato al Donbass il poco invidiabile ruolo di Sebastopoli, di Port Arthur, di Brest, di Leningrado e Stalingrado di questa guerra: insomma il ruolo di fortezza che resiste oltre ogni ragionevole limite. Mentre la guerra infuria, però, la vita non si ferma: le persone continuano ad avere bisogno di assistenza medica, di cibo, di servizi

L’ascesa dell’imperialismo tedesco e la pretesa “minaccia russa”

Il principio ideologico di base che assicurò al nazismo il massiccio supporto politico-finanziario da parte dei maggiori comparti industriali tedeschi, fu la minaccia comunista e sovietica. Il maggiore impegno militare nazista, in cui furono impiegati i due terzi delle truppe migliori a disposizione, fu diretto a oriente verso la conquista e la distruzione della Russia. La “minaccia russa” giustificò la conquista e l’occupazione tedesca dell’Ukraina, dei Balcani, dell’Europa dell’Est e

Arrestata spia Russa a Kiev (Ucraina)

“La Guerra è la salute dello Stato” ha scritto il critico sociale Randolph Bourne in un saggio divenuto ormai un classico su come l’America è entrata nella prima guerra mondiale: “Attiva automaticamente nella società un irresistibile tendenza all’ uniformazione, alla cooperazione entusiastica con il governo, alla coercizione nei confronti degli individui e delle minoranze che sfuggono alle logiche del gregge. Altri valori come la creatività, la conoscenza, la ragione, la

Il New York Times allo scoperto: finalmente la verità sull’Ucraina e Putin

– Patrick Smith – Dopo una campagna propagandistica prolungata, una rara boccata di aria fresca dal Washington Post, Foreign Policy e Henry Kissinger Bene, bene, bene. Compiacersi è sconveniente, soprattutto in pubblico, ma per una volta me lo concederete, vero? Difendendo la versione reale degli eventi in Ucraina ho passato un inverno lungo e solitario, ma finalmente è uscito il sole. Abbiamo un riconoscimento nelle alte sfere che Washington è

Igor Ivanov, il testimone

– intervista di Marco Bordoni – C’è una persona a Donetsk che quando sibilano i proiettili o i missili grad non si nasconde nei rifugi, ma prende la macchina fotografica ed accorre sul posto, per documentare il massacro di un popolo. Si chiama Igor Ivanov, il testimone. Testimone della costruzione della sua città, e poi della sua distruzione. Se mai un giorno i responsabili delle stragi di Donetsk saranno a

La più grande minaccia per la Russia e per Putin

Traduzione a cura di Mario per sakeritalia.it Il recente discorso di Putin all’Assemblea Federale era costituito da due parti: una parte di politica estera a cui non mancava nulla di storicamente significativo, e una parte riguardante la politica economica interna che mi è parsa, come minimo, molto deludente. A essere onesti direi che era assolutamente spaventosa. Non voglio riportare qui il testo integrale, potete guadarvelo da soli cliccando qui. Ecco

Rassicurante

di Boris Alexandrovich Roshin – traduzione a cura di Marinella Mondaini per sakeritalia.it ***** Riassumiamo in breve il “Discorso alla Nazione” di Putin. Molti si aspettavano delle svolte decisive, chi verso la “mobilitazione”, chi verso una brusca “liberalizzazione”, in realtà il contenuto del Discorso si è rivelato assolutamente “normale”. Eccone i tratti salienti: 1. La Crimea è della Russia e di ridarla non hanno alcuna intenzione. Ciò significa che la

Aprile 2014: il candidato presidente, che denuncia il colpo di stato targato USA, è costretto al ritiro

Traduzione a cura di Marinella Mondaini per sakeritalia.it ***** Poroshenko ha festeggiato l’anniversario del Maidan, istituendo la festa del 21 novembre come “Giornata della Dignità e Libertà dell’Ucraina”. Il 21 novembre del 2013 sono iniziati i fatti della piazza denominata “EuroMaidan”. In questo anno in Ucraina si sono tenute due tornate elettorali e questo, unito al tempo trascorso ed alla pessima qualità dell’informazione cui l’opinione pubblica occidentale ha accesso, ha