Breaking news
  • No posts where found

Posts From Mario

Ma quanto odiano la Russia questi polacchi…

Incredibile. Voglio dire, tutti sanno che Iatseniuk è un bugiardo malevolo e congenito, che tuttavia è a capo di un regime di pazzoidi. Davo però per scontato che la Polonia fosse una nazione civilizzata, governata da gente mentalmente sana, anche se leggermente prona ai voleri degli Stati Uniti. E poi arriva questa notizia clamorosa: In un’intervista trasmessa da una stazione radio polacca, alla domanda sul perchè Putin non fosse stato

In ogni parte dell’operazione psicologica Charlie Hebdo troviamo doppi standard, mancanza di logica e ignoranza crassa

In molti hanno denunciato che i francesi e la maggior parte degli occidentali sembrano apparentemente essere assai più alterati quando a Parigi muoiono 12 persone, di quando ne muoiono centinaia, migliaia e decine di migliaia in qualche altro posto. Sembra che lo slogan degli anni ’80 “non toccare il mio amico”, coniato originariamente per criticare il razzismo, sia stato ora rielaborato in modo tale da farlo diventare, anche se non

Je Suis Donbass

Articolo di Tura Kurkinen. La propaganda, o più specificamente la manipolazione delle menti, è uno degli elementi più importanti nella guerra moderna. Una delle sue caratteristiche è creare nemici anche quando non esistono veri nemici. Un buon esempio di tutto questo è stato l’11 settembre, un singolo momento che ha cambiato in modo permanente il nostro mondo. Dopo quello che era accaduto a New York, abbiamo visto svilupparsi rapidamente un

L’Impero all’offensiva in Francia e Russia

L’ultimo numero di Charlie Hebdo è stato stampato in 3 milioni di copie (alcune fonti dicono 5 milioni). Su E-bay si vendono fino a 300 euro. RT riferisce che “Al-Azhar, il più famoso centro culturale dell’Islam Sunnita” ha dichiarato che (quei) fumetti “fomentano l’odio” e “non sono utili alla coesistenza pacifica fra i popoli”. Tabnak, un notiziario online iraniano di stampo conservativo, ha scritto che “Charlie Hebdo ha di nuovo

Notizia sensazionale: la Russia bloccherà completamente le forniture di gas attraverso l’Ucraina

Dapprima ero un po’ scettico. Poi è arrivata da più fonti la conferma di quello che sembra ormai indiscutibile: la Russia bloccherà completamente le forniture di gas attraverso l’Ucraina e tutto il gas russo transiterà ora attraverso la Turchia (vedere Bloomberg e Life News). Come se non bastasse, i russi hanno anche comunicato agli europei che se vogliono il gas russo, devono costruirsi il loro gasdotto fino alla Turchia e

Ipocriti che brillano alla sfilata di Parigi

La marcia unitaria di Parigi, a cui hanno partecipato oltre 40 capi di stato di tutto il mondo, ha messo in luce il “doppio standard” dell’approccio occidentale al problema dalla libertà di parola e della guerra al terrorismo. Pechino, 12 gennaio (Sputnik). Che parata senza precedenti di ipocrisia politica. La vista del generale Hollande, conquistatore del Mali; di David Cameron d’Arabia; di Angela “lasciate morire gli ucraini dell’est” Merkel; di

Per l’Occidente è tempo di ammettere che l’isteria contro la Russia sul volo MH17 era priva di ogni riscontro oggettivo

Quando si lanciano accuse prima di guardare all’evidenza vuol dire essere un propagandista. Robert Bridge (RT) Questo è un estratto da un articolo apparso in origine su RT. La caduta del volo Malaysia Airlines MH17 avvenuta il 17 luglio, non è stata solo una tragedia di dimensione umane, è stata anche un disastro di enormi proporzioni per quanto riguarda lo spirito del giornalismo. Il giorno successivo alla caduta nell’Ucraina dell’est

Ecco il 2015 spiegato in anticipo

Non sapete quello che sta per accadere, ma sapete chi Washington sta per accusare. 25 Gennaio: In una università messicana spariscono 467 persone. Il Dipartimento di Stato americano accusa la Russia. 1 Febbraio: In Venezuela un colpo di stato militare depone il presidente Nicolàs Maduro. Washington condanna la mancanza di democrazia. 2 Febbraio: Gli Stati Uniti riconoscono il nuovo governo militare venezuelano, gli offrono 50 aerei da caccia e carriarmati.

Lettera di Otto von Bismarck ad Angela Merkel

Traduzione a cura di Mario per sakeritalia.it Articolo di Dmitry Sedov apparso sul sito TLAXCALA il 6 Dicembre 2014 ***** …. Angela, sai, sono sempre stato contrario alla presenza delle donne negli affari pubblici e a tutt’oggi non ho cambiato il mio punto di vista. Due volte ho avuto fortuna nella mia vita. Dapprima ho vissuto nei giorni in cui alle donne non era assolutamente permesso occuparsi della politica tedesca.