Posts From Sascha Picciotto

Vedi Napoli e poi muori, Giornata delle Forze Armate 4 novembre

Napoli, e non Roma, è stata ieri al centro della Giornata delle Forze Armate. Sul Lungomare Caracciolo sono sfilati 5 battaglioni. Ma il pezzo forte è stata l’area espositiva interforze, che ha richiamato per cinque giorni in Piazza del Plebiscito soprattutto giovani e bambini. Essi hanno potuto salire a bordo di un caccia, guidare un elicottero con un simulatore di volo, ammirare un drone Predator, entrare in un carrarmato, addestrarsi

Sitrep con Stefano Orsi Nr.059

Nella puntata di oggi: Aggiornamento dei combattimenti in Siria, conflitto tra Turchi e Siriani.  Sequenza temporale tra il 16 e il 31 Ottobre Blitz occidentale contro Badgadi Putin e Erdogan a Sochi Durata 1h e 40min circa.

Alessandropoli, nuova base Usa contro la Russia

«Sono appena ritornato da Alessandropoli, una visita strategicamente importante che ha messo a fuoco sia le eccezionali relazioni militari fra Stati uniti e Grecia, sia l’investimento strategico che il governo degli Stati uniti sta facendo ad Alessandropoli» lo ha dichiarato il 16 settembre l’ambasciatore statunitense in Grecia Geoffrey Pyatt (nominato nel 2016 dal presidente Obama). Il porto di Alessandropoli, nella Grecia nord-orientale confinante con Turchia e Bulgaria, è situato sull’Egeo

Sitrep con Stefano Orsi Nr.058

Nella puntata di oggi analizzeremo la situazione in Yemen, le ultime notizie dalla Siria, l’Iraq in rivolta. Passeremo alla Libia per poi esaminare la situazione in Ucraina. Ultimo argomento la rivolta di Hong Kong. Mentre registravamo la trasmissione, i caccia turchi hanno iniziato le operazioni di bombardamento per ammorbidire le difese curde, questa fase si protrarrà per alcuni giorni almeno. Una puntata caratterizzata da numerosi eventi nel mondo, la durata

Lampi in Daghestan

Il Daghestan è una delle repubbliche che costituiscono la Federazione Russa: si trova nella parte caucasica dello stato e conta due milioni e mezzo di abitanti, circa l’80% dei quali di etnia Alana. La religione di gran lunga prevalente nell’area è quella musulmana sunnita. L’islam ha una storia molto antica in Daghestan, in quanto fu islamizzata tra la fine del VII e l’inizio del VIII secolo d.C., in piena espansione

Sitrep con Stefano Orsi Nr.057

Gli argomenti di oggi: Ultime notizie dalla Siria, l’attacco Houthi al complesso petrolifero Aramco in Arabia Saudita. Quali gli obbiettivi colpiti, differenze tra i missili e i resti mostrati dai sauditi. Infine parleremo dei risultati dell elezioni israeliane. Buona visione

Hong Kong, torna il «Trattato di Nanchino»

Centinaia di giovani cinesi, davanti al Consolato britannico a Hong Kong, cantano «Dio Salvi la Regina» e gridano «Gran Bretagna salva Hong Kong», appello raccolto a Londra da 130 parlamentari che chiedono di dare la cittadinanza britannica ai residenti dell’ex colonia. La Gran Bretagna viene fatta apparire così all’opinione pubblica mondiale, specie ai giovani, quale garante di legalità e diritti umani. Per farlo si cancella la Storia. E’ quindi necessaria,

Cerchiamo nuovi volontari!

Buongiorno a tutti, Anche quest’anno cerchiamo volontari per tradurre con noi, chi conosce bene l’inglese (o ancora meglio il russo) e ha desiderio di partecipare non ha che da contattare la nostra mail editoriale: editor@sakeritalia.it. Ci aspettiamo spirito di collaborazione, pazienza e buone capacità. Se non conoscete WordPress sarete guidati passo passo. Lo ripetiamo sempre, tutti noi lavoriamo gratis a questo progetto e non vi sarà alcuna remunerazione. Molti si

Sitrep con Stefano Orsi Nr.056

In questa puntata parleremo dell’evoluzione della sacca di Idlib, dalla recente conquista di Khan Shaikhoun alla situazione attuale. Discuteremo della risposta di Hezbollah agli attacchi israeliani e successivamente della crisi ad Hong Kong. Durata 1h circa  

Afghanistan: il ruolo storico della Russia nella ricerca di una soluzione di pace, nel silenzio dei media occidentali

Nel silenzio dei media occidentali, la Russia nell’ultimo anno ha costruito un complesso ma realistico percorso per trovare una concreta soluzione di pace, alla situazione tragica del paese. Con una memorabile azione diplomatica, stante il retroterra storico nelle vicende di quell’area e le ferite e cicatrici lasciate. Infatti dopo che l’esercito sovietico si ritirò dall’Afghanistan nel 1989 a seguito di una guerra durata nove anni, per difendere la Rivoluzione Democratica