Blog

Nota del Ministero della Difesa russo sull’Incidente di Deir ez-Zor

Il Ministero della Difesa commenta i messaggi pubblicati da alcuni organi di informazione stranieri a proposti dell’azione del gruppo aereo della Federazione Russa nella Repubblica Araba Siriana. In particolare i Russi prendono posizione sulla dichiarazioni del portavoce USA Steve Warren, che ha negato l’attacco del 6 dicembre contro la ridotta dell’Esercito Siriano a Deir ez-Zor sia stato portato dalla coalizione a guida Statunitense. “Per più di due settimane, subito dopo l’attacco

La guerra strisciante dell’America in Siria

Una serie di recenti provocazioni contro Russia e Siria sono state fatte in modo da sembrare incidenti isolati, ma di fatto, costituiscono sempre più un “intervento strisciante” verso quello che potrebbe diventare un coinvolgimento su larga scala degli Stati Uniti in Siria. Gli antefatti Nel 2011 era già chiaro che gli Stati Uniti erano alla ricerca di un cambio di regime in Siria, proprio come avevano appena fatto in Libia.

Declino e Caduta della Russia sotto il Regime di Putin

Tutto quello che avreste voluto sapere ma non avete mai osato chiedere. La cruda realtà russa – sullo sfondo della fatiscente stazione ferroviaria passa il treno arrugginito che trascina ancora i vagoni del periodo sovietico. Samara, 2015: Spaventose oscurità sulle rovine di Sochi: Una volta questa era l’armata più potente del mondo, oggi i soldati russi si spostano a bordo di questi camion obsoleti. Vernice scrostata, cerchioni ammaccati e continue avarie. Uniche

Vita politica di Vladimir Putin – Serie completa

Prima Parte – La guerra cecena, la difficile eredità di Yeltsin   Seconda Parte – Il primo anno, lo scontro con gli oligarchi, il Kursk, un Paese allo sbando   Terza Parte – I rapporti con gli USA, il risanamento dell’economia, l’11 settembre   Quarta Parte – La guerra in Iraq, terrorismo a Mosca, ricostruire una nazione   Quinta Parte – Ricostruire l’economia, il problema Yukos, i Giochi Olimpici  

Crimea. Il ritorno a casa – Serie completa

 Ep.1 – Il salvataggio del Presidente Yanukovich   Ep.2 – La collera degli Orchi di Maidan   Ep.3 – Berkut. Difensori del popolo   Ep.4-5 – Sebastopoli, difesa del Parlamento, i Tartari di Crimea   Ep.6 – Saluto al “Treno dell’amicizia” di Settore Destro – L’aeroporto di Simferopoli   Crimea. Il ritorno a casa. Ep.7-8 – Il referendum, il voto del Parlamento   Ep.9-10 – La difesa dall’US Navy, il

Situazione militare in Siria al 6 Dicembre 2015

 – Stefano Orsi – Diversi cambiamenti sono avvenuti su un paio di fronti in questi pochi giorni, ma gli sviluppi più importanti, che influenzano la futura soluzione del conflitto, si verificano fuori dallo scacchiere siriano. Cosa accade lontano dal fronte? Nei giorni scorsi i primi tank russi moderni (di tipo T90, magari non dell’ultima generazione, ma eccezionali per efficacia e protezione dell’equipaggio se paragonati ai T55 che spesso vengono adoperati

Nona settimana dell’intervento russo in Siria: l’Impero contrattacca

Considerando il rimarchevole successo dell’intervento russo in Siria, almeno fino ad ora, non avrebbe dovuto sorprendere il fatto che l’Impero avrebbe potuto contrattaccare. L’unica domanda era dove e quando. Adesso conosciamo la risposta. Il 24 novembre, l’Aviazione Turca ha compiuto un atto assolutamente senza precedenti nella storia recente: ha deliberatamente abbattuto un aereo militare di un’altra nazione, anche se era assolutamente evidente che il velivolo in questione non rappresentava nessuna

La versione turca dell’abbattimento del Su-24 fa acqua

La versione turca dell’abbattimento del Su-24 russo fa acqua. I Turchi affermano di averlo abbattuto dopo aver dato 10 avvertimenti lungo il periodo di 5 minuti in cui ha violato il loro spazio aereo. Però i dati, che i Turchi stessi hanno fornito, mostrano il Su-24 violare lo spazio aereo per non più di un paio di secondi. Non è possibile accordare questo con i 10 avvertimenti dati in un

Saker richiede un parere alla sua comunità: Opzione A oppure Opzione B?

Cari amici, Ieri sera sono finalmente tornato dal viaggio di una settimana in Svizzera, dove ho appena avuto il tempo di seppellire mia madre e andare a liberare il suo piccolo appartamento. Questa è stata probabilmente una delle peggiori settimane della mia vita e ho voluto iniziare ringraziando tutti coloro che hanno espresso la loro solidarietà per la perdita di mia madre. La vostra effusione di bontà mi ha veramente