Breaking news
  • No posts where found

Blog

Video anti-mobilitazione in Ucraina

Su queste pagine ci riferiamo spesso, in termini critici, all’esercito Ucraino. In questi giorni, in cui nell’Ucraina controllata dalla giunta serpeggia il malcontento per l’ennesima “ondata” di mobilitazione, vorremmo però chiarire che il soldato Ucraino, ovvero l’uomo della strada che imbraccia le armi non per arruolarsi nelle formazioni volontarie e “puntive” ma obbedendo per necessità o per convinzione alla chiamata della “patria”, è un uomo che merita rispetto e, quando

Kiev ordina di minare l’intera infrastruttura ferroviaria di Debaltsevo

Secondo quanto affermato dal vicecomandante della milizia della autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk (DPR) Eduard Basurin, il comando delle forze armate ucraine avrebbe dato ordine di minare l’intera infrastruttura ferroviaria di Debaltsevo DONETSK, 8 febbraio (Sputnik). Le autorità di Kiev hanno ordinato alle loro truppe di minare l’intera infrastruttura ferroviaria della città di Debaltsevo, nell’Ucraina dell’est, ha detto domenica Eduard Basurin, vicecapo della milizia della autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk

C’è speranza e c’è un altro “Occidente”

L’ho detto molte volte su questo blog e lo ridico anche oggi: esiste un “altro Occidente” che noi, e per noi intendo tutti quelli che si oppongono all’Impero, non dovremmo mai dimenticare. C’è un Occidente che non vedrete mai riportato dai media corporativi e che è formato da innumerevoli individui che non si interessano di politica, non organizzano dimostrazioni e che semplicemente conducono una vita spiritualmente libera, lontana da quella

Enorme esplosione stasera a Donetsk

  Nel corso dell’ennesimo bombardamento della città da parte delle truppe governative si è verificata una enorme esplosione, che è stata riprodotta in alcuni video. Probabilmente, ancora una volta si tratta di un missile balistico Tochka-U. Il primo video che vi proponiamo è stato ripreso da una webcam:     Il secondo invece è una ripresa amatoriale, con l’operatore che viene successivamente investito dalla potentissima onda d’urto, nonostante la distanza

Ascoltando Lavrov a Monaco di Baviera

Devo dire che personalmente non ricordo niente di simile a quello che è successo oggi a Monaco di Baviera. Per prima cosa, ho rilevato un tono nelle parole di Lavrov, che non avevo sentito così forte prima. Naturalmente, Lavrov era calmo, composto ed educato. Ma questa volta ho anche percepito un immenso senso di disgusto da parte sua per il pubblico cui si rivolgeva, e per quello che questi cosiddetti

Riguardo la consegna di armi americane e sui piani di mobilitazione novorussi

Nessuna notizia da Mosca, così ho deciso di sfatare uno dei luoghi comuni che si incontrano più frequentemente: la consegna di armi americane e la loro effettiva efficacia. La consegna di armi americane alla giunta La cultura e la propaganda politica americana hanno inculcato nelle menti di quelli che usano solo mezzi di informazione corporativi il concetto che le guerre le vincono le armi o la tecnologia. Non è così.

Temendo la disfatta dell’esercito ucraino, la Merkel parla di pace

Angela Merkel è arrivata giovedì a Kiev con un piano di pace. Il giorno successivo è andata a Mosca per presentarlo a Putin. Secondo l’autorevole quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung tale piano propone: Un immediato cessate il fuoco Ampia autonomia per il Donbass Riconoscimento delle recenti conquiste territoriali dei ribelli Il governo federale ha negato quanto riportato da una fonte di stampa, che esista cioè un piano di pace per l’Ucraina

Rapido aggiornamento su Debaltsevo

Un paio di cose: L’evacuazione dei civili è fondamentalmente fallita. Primo, gli autobus sono rimasti bloccati e hanno dovuto attendere a causa di vicini bombardamenti da mortaio, poi solo 3 autobus (su un totale di 20) erano carichi di rifugiati, nessun altro desiderava abbandonare la città e, considerando i rischi, non posso biasimarli. E’ una cosa terribile da dire ma non salire su questi autobus oggi era la cosa più