Breaking news
  • No posts where found

Blog

70esima commemorazione dell’Olocausto di Dresda

Dalle informazioni YouTube: Morirono più persone nei bombardamenti incendiari di Dresda, avvenuti tra il 13 Febbraio e il 14 Febbraio del 1945, rispetto all’ammontare complessivo delle perdite umane durante i bombardamenti nucleari di Hiroshima e Nagasaki. Olocausto (definizione): “Distruzione di grande proporzioni il cui risultato è la morte di un gran numero di persone, specialmente a causa del fuoco.“ Commento del Saker: Non penso che qualcuno possa sospettarmi seriamente di

Le sanzioni occidentali e le percezioni russe

  Ogni giorno analizzo i media russi (corporativi e sociali) e rimango sempre incredulo per la completa differenza nelle modalità di discussione rispetto alle sanzioni occidentali: penso sia importante e utile condividere queste informazioni con le persone che non conoscono il russo. Innanzitutto nessuno in Russia crede che le sanzioni verranno mai tolte. Nessuno. Ovviamente tutti i politici russi affermano che le sanzioni sono ingiuste e non permettono di progredire

Situazione Militare – Aggiornamento 15 – 18 febbraio 2015

 LA SITUAZIONE MILITARE – Stefano Orsi – Bollettino 107 [15 febbraio 2015] Sul Fronte sud – Mariupol alle ore 15.35 locali, ancora si combatte a Schyrokino. Le forze novorusse braccano il battaglione Azov che arretra pur coperto dalle artiglierie. Si combatte casa per casa.  L’avanzata lungo la TO519 potrebbe aver permesso ai novorussi di riconquistare Kominternovo, una località strategica che consente il controllo su di un’ampia fetta di territorio. La tregua

Una dittatura installata da Barack Obama ad Haiti

Haiti continua a resistere alla dittatura installata da Barack Obama ed all’occupazione militare Dal 12 gennaio 2015 Michel Martelly ha governato Haiti per decreto, con le armi di USA e ONU a sostenere la sua dittatura. Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU, guidato da Samantha Powers, ambasciatore statunitense alle Nazioni Unite, ha recentemente visitato Haiti per legittimare e rafforzare l’appoggio delle Nazioni Unite a Martelly contro le obiezioni della gente di

Come la Russia può contrattaccare l’Arabia Saudita per aver provocato il collasso del prezzo del petrolio

Appoggiare l’Iran per esacerbare le tensioni tra Iraniani e Sauditi e pilotare al rialzo il prezzo del petrolio. Una settimana fa abbiamo spiegato che la teoria della cospirazione, – che coinvolge virtualmente ogni zona geopoliticamente calda, dall’Arabia Saudita, alla Russia, agli Stati Uniti, al Qatar, alla Siria, all’ISIS, e all’Ucraina, è diventata realtà quando la nostra ipotesi di settembre, cioè che la caduta del petrolio fosse una mossa ad effetto

L’ennesimo fallimento per la giunta

Tutte le mie fonti confermano che la quasi totalità di Debaltsevo sia nelle mani dei Novorussi e che le forze della giunta si stiano ritirando nella zona a sud del “calderone”. Al momento, tutti i pezzi grossi dell’esercito della Novarussia inclusi Kononov, Motorola, Givi, Mozgovoi e Zakharchenko si trovano nella zona e molte decine di soldati dell’esercito ucraino sono stati fatti prigionieri. Sembrerebbe che le forze della giunta non siano

La Brigata “Fantasma” porta in salvo 135 persone

  La Brigata “Fantasma” del comandante Mozgovoi entra in Debaltsevo ed evacua 135 persone che si nascondevano nelle cantine per sfuggire ai bombardamenti. ***** Sottotitoli in italiano a cura di Mario per Sakeritalia.it

La più stupida sanzione di sempre

Lasciando perdere il semplice fatto che L’Europa non sia nella condizione di inimicarsi la Russia ed il fatto che solo recentemente Markel e Hollande abbiano pubblicamente ringraziato Putin per il suo contribuito ai negoziati di Minsk-2, gli Eurocretini hanno autorizzato ulteriori sanzioni contro la Russia. E questo non rappresenta nemmeno la cosa peggiore. L’idiozia più grande è certamente stata quella di includere in questa ultima tranche di sanzioni il nome

Autostrada Debaltsevo-Artemovsk

**** Attenzione: immagini forti (+18) ****   La strada Debaltsevo-Artemovk dopo i combattimenti. Il cronista Semyon Pegov illustra chiaramente l’assenza della tregua e, al contrario, gli attacchi dell’esercito ucraino per uscire dall’accerchiamento della sacca di Debaltsevo. ***** Video di LifeNews, sottotitoli in italiano a cura di Mario per Sakeritalia.it