Breaking news
  • No posts where found

Blog

Situazione Militare al 31 gennaio (con aggiornamenti al 1 febbraio)

– Stefano Orsi – Questi potrebbero essere giorni decisivi per la battaglia del Saliente di Debaltsevo. Kiev ha tentato in diverse riprese di sfondare le linee novorusse e rompere la morsa che chiude circa 8.000 soldati (e relativi numerosi equipaggiamenti pesanti) nella sacca che si è creata attorno alla città di Debaltsevo. Come d’abitudine analizzeremo i vari settori dello scacchiere iniziando dal settore sud. Settore Sud Mariupol Kiev ha dato

I servizi di Syriza per l’Impero – A meno che Syriza non faccia una sorpresa!

Riforme significative possono arrivare da BRICS e Russia – Ma la trama si deve ispessire Il suono dello champagne stappato e gli evviva esuberanti fra i volontari di Syriza, gli elettori di supporto, e la loro base socialista dentro l’intellighenzia e gli intellettuali, in difficoltà economica ma pur sempre agiata, possono essere uditi in tutti i caffè delle aree pulite di Atene. Questa sera in Grecia, i risultati elettorali ufficiali

Novorussia SITREP 1 Febbraio

La sacca di Debaltsevo non è ancora chiusa Ecco, la mappa della situazione di questa sera (ora locale, 1 Febbraio 2015) – secondo il colonnello Cassad (di gran lunga la migliore fonte di informazioni in questo momento) In blu la Giunta, in rosso Novorussi. Le forze della giunta sono certamente in una brutta situazione operativa. Sono circondate da i tutti i lati, tranne il Nord, ma l’autostrada a Nord tramite

Da guardare assolutamente! Deputato ucraino: gli Usa fomenteranno una guerra in Ucraina! Discorso del 20/11/2013!! PRIMA di Maidan

 ******   Trascrizione: Il deputato Oleg Tsarov ha la parola   Onorevoli colleghi, onorevole Vladimir Vasiljevitch,   Nel mio ruolo di rappresentante del popolo ucraino … … attivisti dell’Associazione pubblica “Volya” si sono rivolti a me … … fornendo prove evidenti … … che nel nostro territorio … … con il sostegno e la partecipazione diretta … dell’ambasciata degli Stati Uniti a Kiev … … si realizza il progetto “TechCamp”…

Scoppiata una bomba atomica nell’incontro tra Tsipras e Martin Shultz- Richiesta di Tsipras: “vogliamo Mandare la Merkel a giudizio presso il Tribunale Internazionale “

Riceviamo e volentieri pubblichiamo da una nostra corrispondente in Grecia…….. Alexis Tsipras, durante l’incontro con Martin Shultz, presidente del Parlamento Europeo, ha inviato alcuni messaggi alla cancelliera tedesca Angela Merkel. Non soltanto ha inviato messaggi , ma in pratica ha voluto anche consegnare un memoriale dove si dimostrano i brogli dei grandi industriali (businesmen) greci e tedeschi e quanto questi loro affari sono costati alle casse dello Stato Greco. Tsipras

E l’inferno li seguiva…

Io non so chi esattamente (Turchinov? Poroshenko?) ha ordinato all’esercito ucraino di rompere la tregua, ma sono certo che questa decisione è stata presa a Washington. Non è un caso che questa provocazione suicida è stata preceduta dalla visita di G. Soros a Kiev. Questo vecchio “filantropo”, che insieme al Dipartimento di Stato statunitense ha sponsorizzato tutti i regimi fascisti post-sovietici (dalla Georgia di Saakashvili all’Ucraina di Poroshenko), era il

Givi e le Convenzioni di Ginevra

Ci sono state un sacco di critiche per come Givi e il Battaglione “Somali” hanno trattato i prigionieri della giunta, compreso quel colonnello che, sembra, fosse al comando della 93 esima Brigata della giunta. Lasciatemi subito dire che sono perfettamente d’accordo con chi sostiene che un tale trattamento dei prigionieri ha violato le Convenzioni di Ginevra, non ho nessun dubbio in proposito. La legge (o come dovrebbe essere in un

Il Parlamento ucraino approva la risoluzione che dichiara la Russia “Stato aggressore”, DPR e LPR “Organizzazioni terroriste”

Il Parlamento ucraino ha votato di etichettare la Russia uno stato aggressore durante una sessione di emergenza il 27 di Gennaio. Durante la sessione, 271 dei 289 MP hanno votato a favore. Il Parlamento ha anche votato di etichettare le cosiddette “Repubblica Popolare di Donetsk” e “Repubblica Popolare di Luhansk”, organizzazioni terroristiche. La decisione è stata presa in risposta alla richiesta della comunità internazionale di etichettare i gruppi militanti prima

SITREP Ucraina del 27 Gennaio: Sionisti, Nazisti e un po’ di storia

I Sionisti: Troppo forte!!! I miei due “favoriti” ” odio-la-Russia super-sionisti uniscono le forze nel New York Times per chiamare al salvataggio della junta nazista di Kiev mediante una massiccia iniezione di capitali. Senza prezzo. Questo è quello che scrivono (testo integrale): Salva la Nuova Ucraina Una NUOVA Ucraina nacque un anno fa nelle proteste pro-europee che aiutarono la cacciata dal potere del presidente Viktor F. Yanukovych. Ed oggi, lo

Situazione militare al 27 gennaio 2015

– Stefano Orsi – Cercare di dare un ordine logico alla moltitudine di informazioni che ci giungono in questi giorni di recrudescenze belliche, un compito che assomiglia sempre più ad un’impresa. I dati alla fine raccolti sono talmente contraddittori che occorre premettere un esame d’insieme che dia conto dell’andamento delle operazioni e spieghi il sostanziale stallo prodottosi dopo i primi successi delle VSN*. E’ bene precisare che le VSN (a