Blog

Da Napoleone ad Adolf Hitler a Conchita Wurst

L’EU si è di nuovo riunita e, insieme al voto greco, ha prolungato e aumentato le sanzioni alla Russia. Nel frattempo la giunta, sostenuta dall’EU, continua tutti i giorni ad ammazzare la sua dose di civili nella Novorussia. E, se per “Charlie” sono scesi in strada a milioni, di questo massacro non importa nulla a nessuno. Peggio ancora , l’EU sostiene dei nazisti assassini (e neanche voglio ricordare gli USA).

Il denaro parla. Putin programma di invitare a Mosca il primo ministro greco, Tsipras. Possibile l’invio di un’ancora di salvezza di 10 miliardi di dollari dalla Russia alla Grecia

Dall’ufficio del Primo Ministro greco arriva la conferma: il Presidente russo ha espresso il desiderio di parlare entro la settimana, direttamente, per telefono, con il nuovo Primo Ministro greco, Alexis Tsipras. Secondo il quotidiano greco “Vima”, a breve si presenteranno nuove finestre di opportunità di cooperazione con la Russia, e a breve si attendono annunci dell’Ufficio Stampa greco. L’imminente conversazione telefonica tra Putin e Tsipras si concluderà con un invito

Obama, preso dal panico, teme che la Grecia si unirà al campo Cina/Russia. Gli Usa creano una ‘task force’ per aiutare la Grecia nella gestione del debito

Gli Stati Uniti hanno chiaramente compreso la posta in gioco con il nuovo governo di Atene nel caso non si trovi soluzione al problema del debito greco. Dopo la dichiarazione del presidente Barack Obama sul debito greco (fatta durante un’intervista alla CNN) a favore di dilazioni e contro ulteriori misure di austerità, il Presidente degli Stati Uniti intende inviare ad Atene una equipe per approfondire con il governo SYRIZA la

Una dichiarazione di guerra alla Russia: l’UE è consapevole?

– Gianni Petrosillo – L’escalation del conflitto in Ucraina fa cadere i paraventi dietro ai quali Usa ed Eu si sono mosse per modificare i rapporti di forza in Europa, compromettendo la relazioni con la Russia e mettendo a rischio la stabilità continentale. Gli americani hanno organizzato e sovvenzionato il colpo di Stato di Kiev, come ammesso anche dal presidente Obama in unarecente intervista. La Casa Bianca è all’origine di

Scoperto l’uso di munizioni NATO a Gorlovka

Inauguriamo la collaborazione tra SakerItalia.it e Kazzura con un importante video sottotitolato. Speriamo di rendere un grande servizio d’informazione a tutti coloro che non parlano la lingua russa. Ringraziamo Kazzura per la splendida opportunità, vi invitiamo a visitare il suo canale YouTube. Restate sintonizzati per altre traduzioni! Team Saker Italia

“Così iniziò il massacro” – Debaltsevo e le sue conseguenze

I combattimento nella periferia di Debaltsevo proseguono da diversi giorni. Sono paragonabili, per intensità, agli scontri iniziali all’aeroporto di Donetsk. Considerando la lunghezza della linea del fronte, la battaglia per Debaltsevo ricorda sempre più la battaglia di Ilovaysk. Per l’esercito ucraino il cuneo inserito durante l’estate nelle difese della Novorossia aveva un senso da un punto di vista strategico. Proseguendo l’offensiva, sarebbe stata possibile una mossa devastante che avrebbe isolato

Nikishino: sono in azione le “truppe speciali” della Novorussia?

I due blogger più attivi nel descrivere lo svolgimento delle azioni militari nel Donbass sono YuraSumy e Colonel Cassad, che si occupano dello stesso argomento in modo assolutamente discordante. Se YuraSumy tende a vedere il quadro generale della situazione in modo rilassato e ottimista, Cassad va talmente nel dettaglio ed è così misurato nei suoi giudizi, che tende a cadere nel pessimismo. Comunque è YuraSumy che sembra cogliere meglio la

Pare che questo chiarimento sia necessario

Così, perché sei tiepido, e non sei né freddo né fervente, io ti vomiterò dalla mia bocca. Apocalisse 3:16 La verità é che Voltaire non ha mai detto “Non sono d’accordo con quello che dici, ma lotterò fino alla fine per il tuo diritto a dirlo”. Questo é soltanto folklore “democratico”. E ciononostante ai “demodroni” piace invocare questa frase prima di tapparti la bocca per avere osato presentare un punto

Attraversando il Ponte tra Eurasia e il NATOstan

Vista dall’Asia, l’orripilante crisi europea sembra una lontana galassia. Così, mentre tornavo dal Regno di Mezzo in quello stagnante assortimento di disfunzioni saccheggiato dall’austerità, conosciuto come NATOstan, ho deciso di fermarmi a mezzavia per una pausa di riflessione nella Città delle Città. ISTANBUL, 31 dicembre (Sputnik). Non avevo altro impegno che quello di collegare il futuro (il secolo euroasiatico) con il passato (il sogno scalcinato di una Unione Europea) passando

Situazione Militare al 31 gennaio (con aggiornamenti al 1 febbraio)

– Stefano Orsi – Questi potrebbero essere giorni decisivi per la battaglia del Saliente di Debaltsevo. Kiev ha tentato in diverse riprese di sfondare le linee novorusse e rompere la morsa che chiude circa 8.000 soldati (e relativi numerosi equipaggiamenti pesanti) nella sacca che si è creata attorno alla città di Debaltsevo. Come d’abitudine analizzeremo i vari settori dello scacchiere iniziando dal settore sud. Settore Sud Mariupol Kiev ha dato