Breaking news
  • No posts where found

America del Nord

I liberali sono stupidi idioti: fanno finta di essere dalla parte di verità e moralità ma adorano John McCain e alimentano la farsa della Russia

La virtuosa dichiarazione dei liberali, quella secondo cui essi si oppongono all’ingiustizia e proteggono gli oppressi, viene di fatto messa a nudo ogni volta che gli si fa una domanda sulla loro esagerata venerazione per il guerrafondaio John McCain. E’ una provocazione. Lo ammetto senza problemi. Ma è una provocazione con una miccia che dovrebbe essere inconsistente, perché nessuno dovrebbe avere nulla da obiettare a chi parla male di un

Contano davvero le prossime elezioni presidenziali?

Ponendo semplicemente la domanda se siano importanti le prossime elezioni presidenziali, sto ovviamente suggerendo che non lo siano. Per spiegare la ragione della mia opinione, devo riportare le prossime elezioni nel contesto dei quelle precedenti. Cominciamo quindi da qui. L’elezione di Donald Trump del 2016 La prima cosa che, io credo, dovrebbe essere ormai evidente a tutti è che non c’è stata alcuna operazione segreta da parte di nessun deep

America: la superpotenza illusa

Il presidente ha chiarito che abbiamo a che fare con una pratica collaudata e reale. Sappiamo come vincere queste sfide e sappiamo come lasciare l’avversario nell’oblio. Se dobbiamo, lo faremo, ma sicuramente vorremmo evitarlo.  Marshall Billingslea, Maggio 2020 Billingslea [in inglese] è l’Inviato Speciale Presidenziale del Presidente Trump per il controllo delle armi, e presumibilmente sarà il responsabile della squadra di Washington nei negoziati per un nuovo trattato START. Un

Che tipo di “rivoluzione popolare” è questa?!

Devo dire che sono stupito da quante persone di Sinistra pensino, a quanto sembra, che gli attuali disordini negli Stati Uniti siano una ribellione spontanea contro la violenza della polizia, il razzismo sistemico e la storia della persecuzione e dello sfruttamento dei Neri, degli Indiani, ecc. La violenza, i saccheggi e le sommosse vengono o giustificati in quanto risultato di un qualche tipo di giusta collera o condannati a causa

Gli Stati Uniti fanno la predica al mondo sui diritti umani, mentre i loro poliziotti uccidono impunemente i neri

“Essere nero in America non dovrebbe essere una condanna a morte”, così ha detto il sindaco di Minneapolis Jacob Frey a seguito dello scioccante e orribile omicidio di George Floyd da parte di un ufficiale di polizia per le strade di Saint Paul. Floyd (46 anni) è stato filmato [in inglese] dai passanti ammanettato e bloccato faccia a terra, mentre un poliziotto gli comprimeva il proprio ginocchio sul suo collo

L’impero si inginocchia, e sia. Ma noi non dobbiamo!

E’ piuttosto interessante osservare quanti commentatori stiano completamente mal interpretando le rivolte razziali in corso, o le paragonino a quelle avvenute in precedenza nella storia degli Stati Uniti. Dicendo a se stessi che questi ultimi disordini siano “proprio simili” o “non così gravi” come le precedenti proteste razziali americane, io immagino che tentino di rassicurarsi, rimanendo con l’illusione che ciò che sta succedendo ora abbia una portata limitata e/o temporanea.

Rivolta: la storia dell’America si schianta con la realtà americana

Ho una storia della buona notte per voi. Tanto tempo fa una coraggiosa nazione si liberò dalla tirannia dell’Impero britannico e diede alla luce libertà e democrazia per il mondo. Con l’aiuto di eroi come gli abolizionisti, Abramo Lincoln, Martin Luther King Jr e Malcolm X, superò la sistemica diseguaglianza sociale e ora è un fulgido modello di diritti umani, l’amico rispettato delle libere democrazie in tutto il mondo e

Per sopravvivere, l’America ha l’occasione di farla finita col globalismo

Una volta, tanto tempo fa, proprio all’inizio degli anni Duemila, dissi a un mio amico, finanziere/economista per studi e anche un po’ banchiere per lavoro, che negli anni a venire una crisi avrebbe atteso il mondo occidentale, una crisi al cui confronto il collasso dell’Unione Sovietica sarebbe apparso come un gioco fanciullesco sul prato. Il mio amico non si trovò d’accordo con me, più che altro perché la nostra chiacchierata

E’ cominciato il crollo sistemico della società americana

Ho vissuto negli Stati Uniti per un totale di 24 anni e durante tutto questo lungo periodo ho assistito a molte crisi: ciò però che sta succedendo oggi è veramente unico e molto più serio di ogni altra crisi precedente che io ricordi. E per spiegare il mio punto di vista, vorrei cominciare dicendo ciò che non sono i disordini che stiamo vedendo in centinaia di città americane. Le cause

Perché l’“Obamagate” non porterà a nulla di significativo

L’espressione “Obamagate” è stata spinta all’attenzione del mainstream [in inglese] dagli sforzi concertati di Trump [in inglese] e dei suoi surrogati dopo che sono emersi nuovi dettagli sui primi giorni di indagine sulla collusione Trump-Russia. Questi dettagli includono funzionari di Obama (Joe Biden tra questi) [in inglese] che chiedevano di svelare [in inglese] la conversazione tra Flynn e l’ambasciatore russo Sergey Kislyak, l’allora direttore del controspionaggio dell’FBI che discuteva del