Breaking news
  • No posts where found

Attualità

Ucciso a Kiev Oles’ Buzina

E’ stato ucciso questa mattina a Kiev Oles’ Buzina, intellettuale, giornalista, blogger. I lettori di Saker Italia hanno avuto un saggio della sua profonda conoscenza della storia e della cultura ucraine per aver letto una recente intervista tradotta in Italiano sul nostro sito. Oggi i media occidentali lo descrivono come “filo russo”, ma questa banalizzazione delle sue posizioni non gli fa onore. Oles’ Buzina era, prima che filo russo, filo

Venti di Guerra in Ucraina

Durante un colloquio con il Presidente della Romania Klaus Werner Johannis, Petro Poroshenko ha annunciato una iniziativa congiunta dei due governi per cancellare la Repubblica Moldava di Pridnestrove: “Abbiamo deciso di coordinare le nostre azioni sulla Transnistria” ha detto Poroshenko “al fine di contribuire a sbloccare il conflitto e per aiutare lo stato sovrano della Moldavia a ripristinare la sua integrità territoriale reintegrando la regione della Moldovia oltre il Dnester”. Si ricorda

Risposta a un russofobo bigotto

In questi giorni ricevo molte lettere di insulti. Quando ho iniziato questo blog, ho ricevuto un bel po di e-mail che mi accusavano di essere un antisemita, ma a poco a poco quella marea si è esaurita. Al suo posto sono arrivate lettere di vari tipi che odiano gli ebrei e che avevano sperato che anch’io odiassi gli ebrei, solo per rendersi conto che non li odio. Questo li ha

70esima commemorazione dell’Olocausto di Dresda

Dalle informazioni YouTube: Morirono più persone nei bombardamenti incendiari di Dresda, avvenuti tra il 13 Febbraio e il 14 Febbraio del 1945, rispetto all’ammontare complessivo delle perdite umane durante i bombardamenti nucleari di Hiroshima e Nagasaki. Olocausto (definizione): “Distruzione di grande proporzioni il cui risultato è la morte di un gran numero di persone, specialmente a causa del fuoco.“ Commento del Saker: Non penso che qualcuno possa sospettarmi seriamente di

10 anni fa Obama visitava la fabbrica devastata dal missile Ucraino

Si chiama “Fabbrica Nazionale di Prodotti Chimici di Donetsk” (DKZKI) e produce proiettili di artiglieria, funzionando anche da deposito di munizioni obsolete, la struttura colpita presumibilmente da un missile balistico l’8 dicembre. La terribile esplosione che ne è seguita è stata documentata dal nostro sito che ha pubblicato i video nelle ore immediatamente successive. E proprio da quella fabbrica vengono le immagini che vi proponiamo oggi: Ovviamente le immagini non

Nessuna buona nuova da Minsk (Aggiornato in diretta)

Dopo 13 ore di colloqui serrati che, secondo indiscrezioni, hanno conosciuto anche momenti di grande tensione, il “quartetto Normandia” (ovvero i rappresentanti di Russia, Germania, Francia e Ucraina Nazionalista) ha concluso i lavori del vertice di Minsk. L’unico commento è quello di Petro Poroshenko, che ha detto ai giornalisti: “per ora, nessuna buona notizia, ma resta la speranza”. Secondo il quotidiano britannico Telegraph esistono dissidi insanabili su quasi tutti i quattro pricipali

Obama Ammette il Ruolo degli USA nel Colpo di Stato in Ukraina nel 2014

Gli Stati Uniti hanno partecipato colpo di stato del febbraio 2014 in Ucraina, che ha installato le autorità filo-occidentali – cosi’ ha dichiarato il presidente americano Obama  alla rete televisiva CNN domenica scorsa. Ecco le parole testuali, “E dal momento che il signor Putin ha preso le sue decisioni a riguardo della Crimea e dell’Ucraina – non come parte di qualche grande strategia, ma essenzialmente perché si e’ trovato sorpreso

Il denaro parla. Putin programma di invitare a Mosca il primo ministro greco, Tsipras. Possibile l’invio di un’ancora di salvezza di 10 miliardi di dollari dalla Russia alla Grecia

Dall’ufficio del Primo Ministro greco arriva la conferma: il Presidente russo ha espresso il desiderio di parlare entro la settimana, direttamente, per telefono, con il nuovo Primo Ministro greco, Alexis Tsipras. Secondo il quotidiano greco “Vima”, a breve si presenteranno nuove finestre di opportunità di cooperazione con la Russia, e a breve si attendono annunci dell’Ufficio Stampa greco. L’imminente conversazione telefonica tra Putin e Tsipras si concluderà con un invito

Obama, preso dal panico, teme che la Grecia si unirà al campo Cina/Russia. Gli Usa creano una ‘task force’ per aiutare la Grecia nella gestione del debito

Gli Stati Uniti hanno chiaramente compreso la posta in gioco con il nuovo governo di Atene nel caso non si trovi soluzione al problema del debito greco. Dopo la dichiarazione del presidente Barack Obama sul debito greco (fatta durante un’intervista alla CNN) a favore di dilazioni e contro ulteriori misure di austerità, il Presidente degli Stati Uniti intende inviare ad Atene una equipe per approfondire con il governo SYRIZA la

Il Parlamento Europeo marcia unanime verso la guerra

Salvo sorprese dell’ultimo minuto, tutti i sette gruppi del Parlamento Europeo voteranno oggi una mozione surreale con la quale (fra l’altro) l’Assemblea: – “Condanna energicamente la politica aggressiva ed imperialista della Russia, che costituisce una minaccia per l’unità e l’indipendenza dell’Ucraina e rappresenta una minaccia potenziale per l’Unione Europea.” (punto 5); – “Richiede la continuazione dell’odierno regime sanzionatorio dell’Unione Europea in particolare in occasione dell’imminente incontro del Consiglio del marzo 2015, dal