Breaking news
  • No posts where found

Economia

Il culto del denaro

Ho già scritto sull’evoluzione dei tassi di interesse, da positivo fino a zero (dal 2008), per arrivare infine ai tassi di interesse negativo. Ed ho fatto ai miei lettori una domanda semplice: come faranno esplodere il sistema finanziario i tassi di interesse negativo? Apparentemente nessuno di loro conosceva la risposta. Ora, devo confessarlo, all’inizio neanch’io la sapevo, ed è per questo che avevo posto la domanda, ed i miei primi tentativi di

La Germania compra Monsanto – e vende il TTIP all’Europa

Sarà una coincidenza che Berlino approva, ed addirittura raccomanda, la scalata “ostile” di Monsanto da parte del gigante agroalimentare e farmaceutico tedesco, Bayer? O è un altro accomodamento strategico occulto tra Washington ed il suo vassallo in capo dell’Europa, Berlino, per far inghiottire alla popolazione europea il nefasto e distruttivo per l’Europa TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership – Partenariato Transatlantico per il Commercio e gli Investimenti )? Benché i

La NATO del commercio, in Europa e in Asia, è condannata

Il presidente degli Stati Uniti (POTUS) è disperato. Allegato A: il suo articolo con cui difende il trattato Trans-Pacific Partnership (TPP), la versione asiatica dell’esteso “fulcro” bicefalo della Commercial-NATO. La versione europea è naturalmente il Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP). POTUS inquadra [in inglese, NdT] il TPP, così come il TTIP, nei termini di un’espansione benigna delle esportazioni statunitensi, e di un “colpo giusto” quando le aziende private (USA)

La calma prima della tempesta globale

La Grande Turbolenza sembra essere il nome del gioco nel 2016. Ma l’attuale turbolenza può essere interpretata come la calma prima della prossima devastante tempesta geopolitica/finanziaria. Andiamo a vedere l’attuale stato delle cose attraverso i dilemmi che affliggono la Dinastia Saudita, l’UE ed i paesi membri del BRICS Russia, Brasile e Cina. Petrolio e Dinastia Saudita Poche persone hanno familiarità con il Baltic Dry Index. Nondimeno tale indice è la

La Guerra Segreta del Petrolio e’ Cominciata

L’abbiamo già visto prima, più spesso di quanto crediamo, manipolazione di eventi, falsi dibattiti, terrorismo stile false-flag, finte esecuzioni di massa e un cast di personaggi, “titani” finanziari, squallidi tipi da Washington, insieme ad ammiragli, generali con bandierine all’occhiello coperti di decorazioni false, ricevute per il loro coraggio immaginario dimostrato stando seduti in poltrona. La guerra è cominciata tra le vacanze di Natale e Capodanno. Ma non in un campo di battaglia,

La mia ricetta per il 2016: Collassare presto e di frequente

Siamo nel periodo dell’anno in cui gli animali più assennati che vivono nei climi nordici, si ibernano in tane e tronchi d’albero cavi, mentre gli alquanto meno assennati esperti fanno le loro previsioni per l’anno a venire. La mia previsione è sempre la stessa – le cose andranno avanti più o meno come prima, finché qualcosa di grosso non si romperà, e la probabilità che qualcosa di grosso si rompa

Il futuro è nel Blivet

Se siete stati attenti, avrete notato che i mercati finanziari al momento sono in modalità disastro. Sembra che il mondo sia arrivato ai rendimenti minimi nella produzione di oggetti. Semplicemente, c’è troppo di tutto, siano pozzi di petrolio, navi porta container, grattacieli, automobili o case. A causa di ciò, il mondo è arrivato anche ai rendimenti minimi sui prestiti di denaro necessari a costruire e commercializzare altri oggetti, perché non

ESCLUSIVO: cosa si cela dietro alla prossima crisi globale

Il Forum Economico Mondiale a Davos è sommerso da uno tsunami di smentite, e anche di smentite che non smentiscono, che sostengono che non ci sarà il seguito della Crisi del 2008. Invece ci sarà. E il palcoscenico è già pronto. Selezionati operatori finanziari del Golfo Persico, inclusi gli occidentali che lavorano nel Golfo, confermano che l’Arabia Saudita sta scaricando almeno 1 trilione di dollari in titoli e sta facendo

Il Fondo Monetario Internazionale condona il debito dell’Ucraina verso la Russia

Il martedì 8 dicembre 2015, Gerry Rice, il capo portavoce del FMI, ha diffuso una nota che diceva: “Il comitato esecutivo del FMI si è riunito oggi e si è trovato  d’accordo a cambiare la regola attuale di non tolleranza degli arretrati verso i creditori ufficiali. Provvederemo nei prossimi giorni a fornire dettagli sull’ambito e sulla ragione di questo cambio.” Dal 1947, anno in cui iniziò effettivamente le sue operazioni,

Nord–Stream 2: il funerale delle nazioni di transito

Il Nord-Stream 2 farà finalmente diventare la Germania il partner principale di Gazprom in Europa; Ucraina, Polonia e Stati Baltici, tutti presi dalla lotta per l’indipendenza dal gas russo, si sono volontariamente fatti da parte. Nei giorni scorsi è stato illustrato a Kiev il motivo per cui, nonostante le resistenze ucraine, verrà potenziato il nuovo gasdotto russo sotto il Baltico. “Quando si dice che questo non è un progetto di