Breaking news
  • No posts where found

Europa

Gli Stati Baltici epicentro di esercitazioni militari

Gli Stati Baltici sono diventati teatro di azioni militari della NATO, mirate soprattutto a provocare Russia e Bielorussia. Alla fine di settembre si svolgerà in Lettonia la più grande esercitazione militare di quest’anno, “Sword 2020”. All’addestramento prenderanno parte circa 1000 guardie e soldati della Brigata Vidzeme, rappresentanti della Forza Volontaria di Difesa Nazionale delle forze armate lituane e dell’Extended Presence Battle Group della NATO. Svolgeranno i loro compiti su una

La propaganda di guerra occidentale è ancora mirata alla Siria

Mentre il tentativo di cambio di regime degli Stati Uniti in Siria sembra essere giunto ad un fallimento definitivo, vari stratagemmi propagandistici usati per vendere la guerra continuano, nella speranza che – perlomeno – tali stratagemmi possano essere meglio rodati e migliorati quando e dove gli Stati Uniti rivolgeranno la loro attenzione la prossima volta. Uno di questi stratagemmi include un “processo” in corso in Germania contro i siriani accusati

Un’altra estate calda nel Mediterraneo Orientale

Un saluto alla comunità del Saker ed ai suoi lettori. Questo è un aggiornamento sull’evoluzione degli eventi di cui ho parlato nell’articolo precedente. Come i lettori del Saker forse già sanno, Grecia e Turchia si sono imbrigliate in una disputa nel Mediterraneo Orientale a causa dei limiti della Zona Economica Esclusiva (ZEE). Dopo la collisione [in inglese] tra la fregata F-451 Limnos (classe S) e la F-247 TCG Kemalreis, pare

Il ruolo della Polonia nelle proteste in Bielorussia: il carlino non vede l’elefante

La Polonia non ha il potenziale per condurre una propria geopolitica, ma svolge un suo ruolo distruttivo in Bielorussia: questo ritiene il pubblicista e politico polacco Mateusz Piskorski.     Tre aspetti della partecipazione della Polonia alla rivoluzione colorata in Bielorussia La Polonia funge da subappaltatore per gli Stati Uniti e il Regno Unito nei loro progetti geopolitici. Uno di questi progetti è destabilizzare la Bielorussia. Questa è la ragione

Evitare la Terza Guerra Mondiale nel Caucaso

“Il Caucaso è il punto zero nella nuova guerra fredda tra Stati Uniti e Russia”. L’ho scritto diversi anni fa, ed è ancora vero, soprattutto dopo che l’Armenia ha respinto con decisione un attacco a metà luglio da parte dell’Azerbaigian. Forse decine di Azeri sono morti in battaglia, tra cui un maggiore-generale, un colonnello, e due maggiori. L’Armenia ha riportato molti meno morti e ha catturato una nuova posizione difensiva,

Le navi da guerra greche e turche si sono quasi scontrate nell’Egeo per i giacimenti di gas del Mediterraneo

Questa settimana nel Mar Egeo, al largo dell’isola greca di Kastellórizo, una spedizione navale turca di scorta alle navi per la prospezione e perforazione petrolifera è quasi degenerata in guerra tra Turchia e Grecia, alleati nella NATO. Ciò è avvenuto mentre crescono le divisioni all’interno dell’alleanza imperialista sulla guerra civile in Libia, innescata dalla NATO nel 2011, che ha rovesciato il regime del colonnello Muammar Gheddafi. Sostenuto dalla Francia, l’Egitto

Le nuove accuse al Kosovo sono un ricordo delle atrocità di guerra di Bill Clinton in Serbia

Il combattente per la libertà preferito dal presidente Bill Clinton è stato appena incriminato per omicidio di massa, tortura, rapimento e altri crimini contro l’umanità. Nel 1999, l’amministrazione Clinton lanciò una campagna di bombardamenti di 78 giorni che uccise fino a millecinquecento civili in Serbia e Kosovo, in quella che i media americani descrissero con orgoglio come una crociata contro il pregiudizio etnico. Quella guerra, come la maggior parte delle

La lenta disintegrazione della Repubblica in Francia

La prima ondata In Francia, nell’ottobre 2018, c’è stata la protesta di una donna non udente proveniente da una cittadina di campagna. I leader del Paese e i media sono rimasti sbalorditi nello scoprire l’esistenza di una classe sociale che non conoscevano e che non avevano mail incontrato prima: una piccola borghesia esclusa dalle grandi città e relegata nel “deserto francese”, un’area in cui i servizi pubblici sono limitati e

La guerra nel Nagorno Karabakh porrà fine all’amicizia tra Russia e Turchia

Alla vigilia di nuovi scambi di artiglieria al confine tra Azerbaigian e Armenia, ci sono morti da entrambe le parti. Tutti questi sono echi della vecchia guerra per il Nagorno Karabakh. Apparentemente, dopo aver perso allora, Baku è di nuovo pronta a vendicarsi. Resta solo da capire perché questo sta accadendo proprio ora. Il Ministro degli Esteri dell’Azerbaigian in questa occasione ha dichiarato quanto segue: Il punto è che il

Per premere sulla Russia, la Polonia probabilmente accoglierà i soldati statunitensi ritirati dalla Germania

Secondo i media americani, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump sta progettando di ritirare 9.500 soldati dalla Germania. Il numero di truppe statunitensi in Germania sarà quindi ridotto a circa 25.000 in un momento in cui però Varsavia insiste per il rafforzamento della presenza militare americana in Polonia. La Germania paga 35.000 soldati stranieri e di 17.000 lavoratori civili, e relative famiglie per la permanenza nel paese europeo. Tra