Breaking news
  • No posts where found

Francia

Hollande a Turchia e Russia: Smettete di combattere e fate come vi è stato detto!

Il Presidente francese Hollande, che non solo ha spinto il coltello ulteriormente nel cuore dell’economia francese, ma ha anche fatto sì che in Francia non rimarrà più alcuna traccia di libertà, ora critica la Turchia [in inglese] per la sua azione contro i fanatici curdi e le milizie curde sostenute dall’Occidente in Siria. Inoltre, Hollande ha consigliato alla Russia di non diventare un “protagonista” della guerra. Hollande ha dichiarato che “interventi

Un massacro assai conveniente

Che differenza può fare un singolo massacro! Appena una settimana fa l’EU non riusciva a pensare a nulla che potesse fermare il flusso dei “rifugiati” dalle nazioni che Stati Uniti e NATO avevano bombardato fino allo sfinimento. Ma ora, dal momento che “Parigi ha cambiato tutto”, i confini europei vengono sigillati e i profughi rimandati indietro. Appena una settimana fa sembrava che l’UE fosse destinata ad assere travolta da un

Il regime francese controllato dal CRIF ha scatenato una violenta persecuzione contro i dissidenti

Già da molti mesi la situazione politica in Francia è stata ampiamente trascurata, soppiantata dagli eventi della Grecia e dell’Ucraina e anche su questo blog ho parlato della Francia sopratutto in relazione al tormentone della vendita delle navi portaelicotteri Mistral alla Russia. Questo non significa che la situazione politica in Francia non sia cambiata nell’ultimo anno o giù di lì. Infatti è cambiata, drammaticamente, e in peggio. Ecco un breve

La Francia pagherà oltre un miliardo di euro alla Russia – quel gâchis!

  Incredibile. Ma vero. Sembra che la Francia non consegnerà davvero le Mistral alla Russia e pagherà 1,1 miliardi di euro in rimborsi e penali. Ero praticamente sicuro che tutto questo fosse un bluff e che i francesi le avrebbero consegnate nell’arco di alcune settimane dal momento del loro rifiuto. Nemmeno io potevo immaginare che il governo di Hollande fosse così terminalmente stupido. Sono comunque in buona compagnia. In questo

Glorificazione del Terrorismo – Un Teen-Ager Processato in Francia a Seguito di un Fumetto Pubblicato su Facebook

Un teen-ager francese di 16 anni è stato incriminato, con l’accusa di glorificazione del terrorismo, per aver pubblicato una vignetta che rappresenta un personaggio della rivista Charlie Hebdo, colpito da proiettili, con un ironico commento di accompagnamento. La situazione attuale è, a dir poco, paradossale. In Gennaio, dopo i terribili attentati nel centro di Parigi, si sono tenute grandi manifestazioni in tutto il paese per denunciare il terrorismo e per

In ogni parte dell’operazione psicologica Charlie Hebdo troviamo doppi standard, mancanza di logica e ignoranza crassa

In molti hanno denunciato che i francesi e la maggior parte degli occidentali sembrano apparentemente essere assai più alterati quando a Parigi muoiono 12 persone, di quando ne muoiono centinaia, migliaia e decine di migliaia in qualche altro posto. Sembra che lo slogan degli anni ’80 “non toccare il mio amico”, coniato originariamente per criticare il razzismo, sia stato ora rielaborato in modo tale da farlo diventare, anche se non

Un esame delle premesse chiave nel discorso “Je suis Charlie”

Quando ho sentito la prima volta le notizie di Charlie Hebdo, ho concluso molto rapidamente che era una sorta di evento messo in scena, un “false flag” (operazione sotto falsa bandiera). La storia di base, che un gruppo di i musulmani scontenti si era mostrato nel centro di Parigi, con kalashnikov e un lanciarazzi, per risolvere le loro rimostranze nei confronti di alcuni vignettisti, mi è sembrato un pezzo da

L’Impero all’offensiva in Francia e Russia

L’ultimo numero di Charlie Hebdo è stato stampato in 3 milioni di copie (alcune fonti dicono 5 milioni). Su E-bay si vendono fino a 300 euro. RT riferisce che “Al-Azhar, il più famoso centro culturale dell’Islam Sunnita” ha dichiarato che (quei) fumetti “fomentano l’odio” e “non sono utili alla coesistenza pacifica fra i popoli”. Tabnak, un notiziario online iraniano di stampo conservativo, ha scritto che “Charlie Hebdo ha di nuovo

La Francia ha armato i terroristi che hanno colpito Parigi

La Francia, in quanto parte della coalizione guidata dalla NATO, ha armato, finanziato, aiutato e comunque perpetuato il terrorismo di Al-Qaeda per anni, a cominciare dal rovesciamento del governo di Muhammar Gheddafi, per arrivare sino ad oggi con una NATO che sostiene, arma e protegge i terroristi -non solo di Al Quaeda – ma anche del cosiddetto “Stato Islamico” (ISIS), dentro e fuori i confini della Siria. Il governo Francese

Ipocriti che brillano alla sfilata di Parigi

La marcia unitaria di Parigi, a cui hanno partecipato oltre 40 capi di stato di tutto il mondo, ha messo in luce il “doppio standard” dell’approccio occidentale al problema dalla libertà di parola e della guerra al terrorismo. Pechino, 12 gennaio (Sputnik). Che parata senza precedenti di ipocrisia politica. La vista del generale Hollande, conquistatore del Mali; di David Cameron d’Arabia; di Angela “lasciate morire gli ucraini dell’est” Merkel; di