Breaking news
  • No posts where found

Francia

Ipocriti che brillano alla sfilata di Parigi

La marcia unitaria di Parigi, a cui hanno partecipato oltre 40 capi di stato di tutto il mondo, ha messo in luce il “doppio standard” dell’approccio occidentale al problema dalla libertà di parola e della guerra al terrorismo. Pechino, 12 gennaio (Sputnik). Che parata senza precedenti di ipocrisia politica. La vista del generale Hollande, conquistatore del Mali; di David Cameron d’Arabia; di Angela “lasciate morire gli ucraini dell’est” Merkel; di

Massima Allerta per i Musulmani in Francia e per i Novorussi

Da questa mattina sono stati registrati più di 50 attacchi contro i musulmani in Francia. La prossima uscita di Charlie Hebdo raffigurerà in prima pagina la caricatura del Profeta Maometto. Sarà stampato in 3 milioni di copie e 16 lingue (contrariamente alle 60.000 solo in francese). Numerose fonti russe e novorusse danno notizie di ingenti movimenti di carri armati verso città chiave novorusse. Poroshenko firmerà domani la 4a mobilitazione, questa

Parigi val bene una strage

La strage di Parigi, al giornale Charlie Hebdo, innalza il livello dello scontro in Europa…non tra fondamentalismo islamico e mondo libero, come qualcuno potrebbe emotivamente pensare, bensì tra movimenti antieuropeisti/sovranisti ed il resto della marmaglia filo-occidentale che ha portato i nostri paesi sull’ orlo del baratro finanziario e della disfatta sociale. Il fatto che ad avere le mani macchiate di sangue siano gli oltranzisti del Corano non risolve il caso.

Io NON sono Charlie

Ok, siamo chiari. Non sono Musulmano. Mi oppongo al terrorismo. Non parteggio neanche per la pena di morte. Aborro il Takfirismo, Mi oppongo alla violenza come metodo per sostenere un punto di vista politico o etico. Dò pieno sostegno al diritto di parola, inclusi discorsi critici e umoristici. Tuttavia questa mattina NON sono affatto Charlie. Di fatto sono disgustato e nauseato dallo show malato di ipocrisie collettive riguardo gli assassini