Breaking news
  • No posts where found

Italia

Saker Italia: Appello per il NO

Ma davvero ci credete? Davvero credete che ai Russi interessi qualcosa il nostro referendum istituzionale? Davvero credete che al centro della ragnatela mondiale dei “populisti”, Vladimir Putin, l’Emmanuel Goldstein, la sentina di ogni male, tessa trame sul web per far perdere … bastaunsi? E cos’ altro? Studia di impadronirsi del consiglio comunale di Piediluco? Complotta le dimissioni dell’amministratore del condominio di Vicolo Stretto? Davvero arrivate a concepire che la visita

L’ITALIA TRADITA

Articolo di Cesare Corda Da Ciampi (e Amato) fino a Renzi e al suo Referendum Costituzionale: 25 anni di declino italiano. Secondo i dati diffusi dalla Banca Mondiale, nel periodo compreso tra i primi Anni Cinquanta e la fine degli Anni Ottanta, l’Italia si collocava al primo posto assoluto tra i Paesi Occidentali (e ad uno dei primi Posti a livello Mondiale) per crescita economica. Sempre secondo i dati diffusi

Autostrade del Gas. L’UE contro la Russia danneggia l’Italia

L’Europa, tetragona sui bilanci dei singoli paesi membri, tiene male la propria contabilità generale. Business is not business se intacca gli interessi americani e la mano invisibile del libero mercato diventa sovente un pugno sbattuto sul tavolo per far saltare gli affari sgraditi ai nostri partner d’oltreoceano. Per noi europei, ed italiani in particolare, l’approvvigionamento energetico dai russi, la cui materia prima è a portata di mano e a costi

Nota del Ministero degli Esteri russo sulla Visita di Sergey Lavrov in Italia

Il 10 e 11 dicembre, il Ministro degli Esteri Sergey Lavrov sarà nella Repubblica Italiana per una visita di lavoro. Durante il suo soggiorno a Roma incontrerà Sergio Mattarella, il Presidente dell’Italia, e intratterrà colloqui a largo raggio con Paolo Gentiloni, il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale dell’Italia. L’ Italia è uno dei più importanti interlocutori europei della Russia. Le relazioni con questo paese si basano su

Il Nemico non è la Russia

Segnaliamo ai nostri lettori (con il gentile consenso della testata) una analisi del Centro di Studi Strategici Geopoliticalcenter, utile anche come riepilogo delle principali tendenze geopolitiche in atto nella regione euro mediterranea nell’ultima decade. Buona lettura. Lo andiamo scrivendo da anni: da quando dopo la “rivoluzione” in Libia, il primo atto del nuovo governo di Tripoli fu quello di revocare la concessione pluriennale alla Federazione Russa per l’utilizzo della base navale

Disastro per l’Italia: Gazprom caccia Saipem da Turkish Stream

La compagnia energetica ha annunciato Mercoledì di aver cancellato un contratto con una società italiana, la Saipem, per costruire la prima sezione del gasdotto sotto il Mar Nero. Il contratto era stato siglato durante i negoziati per la costruzione del gasdotto South Stream nel 2014. South Stream Transport, una società interamente in mano al fornitore di gas Gazprom, ha annunciato Mercoledì che avranno luogo colloqui con nuovi partner per cominciare

Il Sangue è Randagio

Ho da poco terminato di leggere Il Sangue È Randagio di James Ellroy. È il terzo ed ultimo capitolo della sua Trilogia Americana e penso sia il migliore dei tre. Ellroy scrive di sangue e carne, di cuore e sentimento e sempre di essere umani. Con il vecchio James, le  strade che ci portano da un capo all’altro della vita non sono mai dritte ma sono un groviglio di scantonamenti

Il Comune di Alessandria partecipa alle celebrazioni del 9 maggio a Rjazanh

Ci è capitato, in passato, di criticare pesantemente l’atteggiamento della politica italiana nei confronti della Russia e della crisi ucraina. Per una volta vorremmo invece segnalare una iniziativa meritoria posta in atto da una amministrazione locale, che ne segue altre simili (come la dedica di una piazza e di un monumento in memoria dei martiri di Odessa a Ceriano Laghetto). Mentre in Lombardia è stata l’amministrazione della Lega a prendere l’iniziativa,

Cosa accade in Ucraina? Vietato dirlo, vietato chiederlo

– Angelo Mandaglio – Come anticipato qui ho preso parte ai lavori della conferenza “Cosa accade in Ucraina. Aspetti dimenticati di un conflitto in Europa.”. A dispetto della veste accademica l’evento si è rivelato essere non solo unidirezionale nei contenuti, ma anche ingannevole nel titolo, visto che di Ucraina, nelle relazioni, si è parlato assai poco. Ho però preso nota del tenore dei principali interventi, e sono a renderne conto

25 aprile: “Viva la grande amicizia fra partigiani Italiani e partigiani Russi!”

– Marco Bordoni – Qualche giorno orsono abbiamo segnalato  le acrobazie del governo Ucraino, febbrilmente intento in una spericolata revisione storica mirante, nella sostanza, a cancellare il ruolo guida svolto dall’ Unione Sovietica nella lotta contro il nazismo. Questa operazione serve a creare una narrazione alternativa degli eventi sorretta da artifici logici, omissioni ed enfatizzazioni. In questa rappresentazione fittizia il contributo nazionale ucraino viene prima ideologicamente neutralizzato (attraverso una depurazione