Breaking news
  • No posts where found

Europa

L’Impero-Stato Europeo in disordine sistemico: il presagio di una “lunga guerra” in arrivo

“Se l’euro fallisce, l’Europa fallisce”, ha detto Angela Merkel. “E in effetti, il fallimento del progetto europeo è ora una possibilità concreta: l’Unione monetaria non è più considerata irreversibile, e nemmeno l’Unione Europea”, scrive il professor Guido Montani dell’Università di Padova. Sì, ma la profonda natura strutturale della crisi e la concomitante minaccia percepita nei confronti degli interessi tedeschi e delle euro-élite suggerisce che qualsiasi soluzione sarà combattuta duramente, come

L’ultima vergogna del globalismo: Macron disperato invia l’esercito francese contro i Gilet Gialli

Ci sono poche persone al mondo più odiose del presidente francese Emmanuel Macron dopo come si è comportato questa settimana. Sono sicuro che sono peggiori i molestatori di bambini ma, in quanto uomo cruciale per il futuro di centinaia di milioni di persone, la decisione di Macron di mandare l’esercito francese a sedare le proteste dei Gilet Gialli con munizioni vere, è semplicemente vile. Macron si è rivelato proprio come

La tragedia del Kosovo

Venti anni dopo, la campagna della NATO in Kosovo è una testimonianza degli orrori dell’“intervento umanitario”. Venti anni fa questa settimana, la NATO lanciò la sua prima grande campagna militare. Gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e altre potenze della NATO bersagliarono la Serbia per 78 giorni. Non si trattava di un’operazione puramente militare: la NATO distrusse anche obiettivi denominati “a duplice uso”, come fabbriche, ponti e persino il principale

Come l’Italia conquistò lo “status di grande paese”

Il 24 marzo 1999, la seduta del Senato riprende alle 20,35 con una comunicazione dell’on. Sergio Mattarella, allora vice-presidente del governo D’Alema (Ulivo – Pdci – Udeur): «Onorevoli senatori, come le agenzie hanno informato, alle ore 18,45 sono iniziate le operazioni della Nato». In quel momento, le bombe degli F-16 del 31° stormo Usa, decollati da Aviano, hanno già colpito Pristina e Belgrado. E stanno arrivando nuove ondate di cacciabombardieri

Serbia: foto e filmati di organizzatori delle proteste settimanali a Belgrado, scoperti in incontri con funzionari statunitensi

Il portale “Govori Serbia” ha pubblicato foto e video di incontri presso l’Hotel Hilton tra i leader delle proteste e funzionari dell’ambasciata statunitense                   “Rivoluzione arancione” in corso a Belgrado. Continuano ingerenze, ricatti, pressioni e provocazioni contro la Serbia e il suo governo, per farne accettare la rinuncia completa della sua indipendenza e sovranità. E così costringendola alla sottomissione completa e al definitivo

Propaganda anti-semita al Parlamento polacco mentre il governo dà la caccia agli storici dell’Olocausto

Mercoledì, un’edizione del quotidiano di destra Tylko Polska con un articolo in prima pagina su “Come individuare un Ebreo” è stata distribuita alla Camera dei Deputati polacca. Alla maniera della propaganda antisemita in stile nazista, l’articolo elencava “nomi, caratteristiche antropologiche, espressioni, aspetti, tratti caratteriali, metodi operativi” e “attività di disinformazione” che consentirebbero l’identificazione degli Ebrei. Un deputato del partito di centro-destra La Polonia Viene Prima ha denunciato la distribuzione del

Rapporto dai Balcani: povera Serbia, poveri serbi

Nella Prima Guerra Mondiale, c’era un ritornello popolare in Francia e in Occidente che esprimeva in generale sostegno e simpatia per i loro valorosi alleati serbi, che si opponevano agli eserciti nemici sul Fronte macedone: Pauvres Serbes… Quel ritornello è ancora molto attuale ma non è più esclusivamente limitato alla sfera morale, com’era in gran parte cento anni fa. Oggi, incarna la triste condizione generale della fallita nazione serba (di

Esiste una soluzione pacifica per il conflitto congelato in Georgia?

È difficile ignorare il fatto che Tbilisi ha cercato di reintegrare pacificamente le regioni separatiste dell’Abkhazia e dell’Ossezia del Sud per più di un decennio, ma senza successo. Di fatto, la Georgia ha perso il controllo su Tskhinvali e l’Abkhazia nei primi anni ‘90, e ha faticato a ristabilirlo da allora. Dopo l’assalto armato della Georgia contro l’Ossezia del Sud nel 2008, con conseguente breve conflitto russo-georgiano, Mosca ha scelto

Merkel & Macron mettono un cerotto all’Europa che va in pezzi

Quando la settimana scorsa [il 22 gennaio 2019] la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron hanno firmato il nuovo accordo franco-tedesco nella storica città di Aquisgrana, lo sfarzo e la solennità facevano da sfondo. Ma se facciamo un primo piano, metaforicamente parlando, vediamo che i due leader sono afflitti da sconcertanti problemi politici nei rispettivi paesi, così come nell’intera Unione Europea e a livello internazionale. Se

Cara Francia: te l’avevo detto che la Le Pen era davvero un problema

Nel maggio del 2017 avevo scritto un articolo nel mio blog [in inglese] in cui mettevo in guardia  sulle conseguenze dell’elezione di Macron [in inglese] a presidente di Francia. Il mio articolo, intitolato “Perché Marine Le Pen conta davvero”, ben inquadrava il candidato presidenziale e il potenziale per la Francia. Oggi Macron, che ho definito “valletto” dei Rothschild, sta distruggendo la Francia. I lavoratori poveri rappresentati dai Gilet Gialli sono