Breaking news
  • No posts where found

Europa

Gli Ustascia e l’ascesa dei partiti Neonazisti in Croazia

Il doppio standard balcanico dell’Unione Europea Nel corso degli ultimi anni, gli analisti e commentatori hanno notato una crescente ondata di sostegno interno per il movimento nazista croato della Seconda Guerra Mondiale, gli Ustascia, che sterminarono attivamente Serbi, Ebrei e Rom sul territorio che controllarono nel 1941-45. Lungi dal condannare questo sviluppo allarmante, il governo croato, l’Unione Europea, e attori non statali all’interno di essa hanno tacitamente e attivamente sostenuto

La Brexit è il Detonatore dell’Esplosione della UE

L’uscita della Gran Bretagna dall’UE è solo l’inizio. Dopo di che, non si potrà più parlare di un’ Europa Unita. Essa appare già divisa ed il suo futuro è estremamente incerto. Si può utilizzare l’esperienza dell’Unione Sovietica per comprendere meglio ciò che sta accadendo nell’UE? In che cosa sono simili ed in che cosa sono diversi questi due grandi progetti? Perché l’Unione Sovietica di fatto si è rivelata più durevole rispetto all’UE?

La strategia globale dell’Unione Europea: autonomia strategica e globalismo

Uno degli eventi più importanti del Summit dei capi di stato dell’UE il 28-29 Giugno è stato l’adozione della nuova Strategia Globale dell’UE. Il documento, intitolato “Visione Condivisa, Azione Comune: Un’Europa più Forte – Una Strategia Globale per la Politica Estera e di Sicurezza”, espone i principi basilari della politica estera così come quelli della politica nella sfera della sicurezza. Gli analisti hanno definito il documento un importante passo verso l’indipendenza

Gli Architetti dell’UE: Nazisti e Collaborazionisti

C’è un vecchio adagio che riguarda la fondazione dell’Unione Europea «Se non riesci al primo tentativo, riprovaci, e riprovaci ancora». E per i nazisti e i collaborazionisti della Seconda Guerra Mondiale, vendendo la morte e la distruzione del dopoguerra in Europa causate da Adolf Hitler e il suo «Terzo Reich» in alleanza con i fascisti italiani, la Francia di Vichy e altri, la decisione immediata è stata di «provarci ancora»

Merkel & C. ora spingono per gli Stati Uniti d’Europa

Sono emersi i piani per un’Unione Europea più compatta, che vengono fatti passare come un tentativo per creare un Super-Stato europeo. Mai sprecare una buona crisi: i funzionari dell’UE e i politici francesi e tedeschi stanno girando intorno ai progetti di quello che alla fine diventerà un super-stato dell’Unione Europea. Pensate ad esso come a degli Stati Uniti d’Europa, dove tutte le nazioni che ne fanno parte cederanno tutta la

Brexit: come gli Inglesi hanno disatteso le aspettative del loro governo (un breve commento)

Dopo la rivolta del 17 giugno il segretario dell’Unione degli scrittori fece distribuire nella Stalinallee dei volantini sui quali si poteva leggere che il popolo si era giocata la fiducia del governo e la poteva riconquistare soltanto raddoppiando il lavoro. Non sarebbe più semplice, allora, che il governo sciogliesse il popolo e ne eleggesse un altro? La soluzione, Bertold Brecht [1] Dire che il Brexit è stato un evento storico

Gli USA terrorizzano l’Europa per la truffa della NATO

Gli USA alla fine hanno avuto successo con la loro truffa audace. Il membro principale della NATO è riuscito ad orchestrare un’enorme giravolta per far crescere le spese militari tra i suoi alleati europei. E al cuore di questa truffa c’è l’isterica campagna di propaganda anti-Russia. Negli scorsi due anni c’è stato un battere di tamburi sempre più sostenuto da Washington e da certe capitali europee, che avvertiva dell’”aggressione russa” e

Perché non tutti gli abitanti dei Paesi baltici esultano per la presenza della NATO

Il 6 giugno nella città lettone di Daugavpils è successo un caso istruttivo: uno striscione esposto lungo la strada in cui doveva passare una colonna dei militari della NATO ha mostrato che qui non tutti danno il benvenuto ai militari stranieri: “NATO you are killers” e “Yankee go home”, era scritto sullo striscione. Questo caso ha riacutizzato una polemica di lunga durata sulla lealtà della popolazione e sul fatto che

Ora la stupida Grecia si unisce alla guerra del gas della NATO

Solo diciotto mesi fa erano in corso negoziati tra il presidente russo Putin e quello della Turchia Erdogan per la progettazione di un importante gasdotto in Europa meridionale che partisse dai giacimenti di gas russi, attraversasse il Mar Nero, passasse attraverso la Turchia e arrivasse al confine Greco-Turco. Il Turkish Stream, come era stato chiamato, venne proposto nei colloqui ad Ankara tra Putin e Recep Tayyip Erdogan nel Dicembre 2014

Guidati dalla Polonia, i “negri di casa” europei scendono in lizza per il Premio Darwin

“Ed ora, quando tutti questi vantaggi e tutto questo aiuto sono stati persi e gettati via, l’Inghilterra porta avanti le offerte francesi per garantire l’integrità della Polonia, la stessa Polonia che solo sei mesi fa, con un appetito da iena ingorda, aveva preso parte al saccheggio ed alla distruzione dello stato cecoslovacco” Winston Churchill, “La tempesta in arrivo”. Viviamo davvero in un mondo pazzo. In preparazione del prossimo summit della NATO