Breaking news
  • No posts where found

Interviste

Le Stagioni del Donbass – Documentario

– Marco Bordoni – Ho conosciuto Sara Reginella all’ inzio del 2014 quando le premesse della guerra civile ucraina erano già tutte sul tavolo, ma ancora il conflitto non aveva mostrato la sua faccia più terrificante. Ci consultavamo e ci confrontavamo spesso, sulle reti sociali, entrambi storditi dalla schiacciante inadeguatezza mostrata dai media tradizionali, che evidentemente non avevano né la capacità né la voglia di raccontare quello che stava succedendo

Vietato parlare del Donbass

Janus Putkunen è un giornalista finlandese, direttore e capo redattore di “DON”! Tutte le note sono dell’autore. D: Perché ha deciso di recarsi nel Donbass? R: Questa è proprio una bella domanda. Molti miei amici giornalisti ed anche tanti altri me la pongono. Il fatto è che non si può restare neutrali quando entrano in gioco i battaglioni nazisti. Si ha il dovere di continuare a sostenere la propria posizione con

Fulvio Scaglione: i Panni sporchi dell’Occidente si pubblicano in Famiglia (cristiana)

– Marco Bordoni – C’è un giornale occidentale in cui si fa il contropelo ogni giorno alla politica estera di Barack Obama, in cui si condanna senza mezze misure il doppio standard della coalizione a guida USA e in cui si dice che il governo Ucraino è una compagnia di giro a libro paga della CIA. Il giornale che invoca un processo per i crimini di Tony Blair e di

Intervista a Kostantin Sivkov sulle operazioni militari russe in Siria

Cari amici, questo è il testo integrale dell’intervista a cui mi riferivo nella mia sfuriata su quello che per me è solo uno agitare di bandiere. Considerate tutte le discussioni che ha fatto nascere qui, sento di dover chiarire alcuni aspetti: non sto “appoggiando” Sivkov o le sue tesi (specialmente le sue “altre” tesi non menzionate in questa intervista). Credo però che Sivkov sia un esperto di cose militari molto

Il Saker intervista Ghassan Kadi

The Saker: Inizierò con una domanda storica. Molti anni fa ebbi il privilegio di lavorare con un interessante avvocato siriano il cui padre fu una influente personalità siriana. Un giorno, questo mio amico, mi disse: Il nazionalismo arabo in generale, ed il Baathismo in particolare, fu una creazione delle élite massoniche europee che usarono i loro confratelli massonici locali per sobillare vari tipi di nazionalismo, inclusi quelli creati artificialmente, come

Saker intervista Peter Koening

Le sanzioni occidentali alla Russia – La cooperazione Russia-Cina e uno spostamento tettonico dell’economia mondiale – Il potere mondiale Saker: Com’è che la Russia ha affrontato le sanzioni finora e quali sono le prospettive per il futuro? Peter Koenig: Iniziamo a spiegare cosa sono le “sanzioni”? – Le sanzioni sono punizioni (economiche) da parte dell’impero autoproclamato di Washington e dei suoi seguaci europei su qualunque paese che non segua i

Leggi speciali contro il Terrorismo: cosa resta della Libertà di Opinione? Un avvocato ci parla di IS e Donbass

– Marco Bordoni – In Italia vige da dieci anni una normativa che, con la scusa di reprimere il terrorismo, minaccia gravemente la libertà di espressione. La legge non dice chiaramente chi è un terrorista: chiunque non combatta per uno stato riconosciuto dalla comunità internazionale (questa è, ad esempio, la situazione dei combattenti nel Donbass) può essere accusato ed arrestato in attesa del processo. Non solo: una modifica dello scorso

Eurasia e Dintorni: l'”Internazionale nera” una ridicola Manipolazione mediatica

Esiste l’“internazionale nera” di Putin descritta da molti commentatori occidentali? – Paolo Borgognone – Considero quella relativa all’“Internazionale Nera” ed “euroscettica”, ipoteticamente radunatasi attorno a Vladimir Putin e alla Russia, la più ridicola, infondata storicamente e politicamente, nonché allo stesso tempo calunniosa delle manipolazioni mediatiche finalizzate a precisi scopi politici di salvaguardia dell’eticamente screditato e onestamente indifendibile modello di sfruttamento turbo-capitalistico occidentale. Mi spiego meglio: il ceto politico, imprenditoriale e

L’Ambasciatore Stanevskij: nello Spazio post sovietico l’Occidente distrugge, Mosca costruisce

– Marco Bordoni – Seguiamo da qualche tempo l’attività dell’Ambasciatore Felix Stanevskij, una delle poche voci russe che riesce talvolta a”bucare” la barriera informativa elevata dei nostri media facendo giungere al pubblico italiano una rappresentazione sempre precisa e penetrante, mai rancorosa o esasperata (e ce ne sarebbe motivo !), della posizione della Federazione Russa nel panorama politico internazionale. Abbiamo apprezzato particolarmente il contributo offerto alla rivista Limes e abbiamo deciso di rivolgerci a

Intervista a Massimiliano Cavalleri (Spartaco) Italiano nel Donbass

Vittorio Nicola Rangeloni* Oggi ci troviamo ad intervistare Spartaco, combattente nel Donbass. Siamo venuti a fagli delle domande per capire cosa può spingere un Italiano a venire a combattere a Lugansk, le motivazioni, e capire un po’ la sua storia. Ci racconterà le sue esperienze. VNR In questo conflitto, a quali battaglie hai preso parte? S. Prima di arrivare qua alla LNR [Repubblica di Lugansk] ero alla DNR [Repubblica di