Breaking news
  • No posts where found

Militaria

L’esperienza in Siria stimola un grande progresso nella modernizzazione delle forze armate russe

La Siria è diventata un banco di prova per le armi russe. L’occasione non è stata persa e le lezioni imparate sono state prese in considerazione per rendere le forze armate più efficienti. Gli aerei Sukhoi Su-35, Su-30S, Su -30SM e Su-30 sono stati testati in battaglia e modernizzati [in Inglese]. I missili da crociera Kh-101 e Kalibr [in Inglese] lanciati dal Mar Caspio hanno eseguito attacchi a lungo raggio di

Lo spazioplano top secret Yu-71: dalla Russia a New York in 40 minuti

Questo velivolo top secret, conosciuto come Yu-71, fa parte del Progetto 4202 del programma missilistico russo [in Inglese]. Ci sono molte poche informazioni sul velivolo, ma presumibilmente l’aereo può sviluppare velocità fino a 11.000 chilometri orari, e pare che questo aerorazzo sia anche super-maneggevole e in grado di entrare nello spazio orbitale. I test del nuovo velivolo continuano, anche se si ritiene già che con l’aiuto di questo nuovo tipo di

Buk-M3: entra in servizio la formidabile arma russa per la difesa aerea

Il nuovo sistema russo per la difesa aerea a breve-medio raggio Buk-M3 è entrato [in Inglese] in servizio. Il sistema ha sostenuto i test finali [in inglese] a giugno. L’M3 è una modernizzazione dei precedenti sistemi Buk, con un hardware completamente nuovo e capacità di molto migliorate. Il sistema altamente mobile è progettato per colpire bersagli aerei, terrestri e marittimi, inclusi aerei tattici e strategici, elicotteri, missili balistici a corto raggio, missili

Il Su-34 si diffonde nel mondo dopo le impressionanti prestazioni in Siria

L’eccellente cacciabombardiere Sukhoi Su-34 (nome in codice NATO Fullback [Terzino]) – il cavallo di battaglia russo in Siria – ha catturato la maggior parte dell’attenzione ed è giusto che sia così. È stato soprannominato Anatra Infernale dalla NATO durante la campagna siriana. E’ il più avanzato velivolo da attacco al suolo che la Russia ha impiegato nella sua campagna mediorientale – il primo dispiegamento in combattimento del jet al di fuori

Gorlovka celebra la giornata delle Forze Aviotrasportate

Il 2 Agosto la popolazione di Gorlovka ha celebrato la giornata delle Forze Aviotrasportate. I paracadutisti russi, i VDV, hanno sempre indossato un berretto blu e una maglietta a maniche lunghe con strisce blu orizzontali, detta anche telnyashka. Sono soprannominati “desant” (russo: Десант) dal francese “Descente”. Queste le immagini della celebrazione del giorno delle Forze Aviotrasportate a Gorlovka, nella Repubblica di Donetsk, in Donbass. Oleg Gasmanov: No one, but us

Uno sguardo alle moderne Forze Aviotrasportate Russe

I VDV russi sono in assoluto un fenomeno unico e non devono essere con­fusi con qualsiasi altra forza aerea. Per prima cosa, i VDV sono completamente meccanizzati. Così mentre sono “paracadutisti”, questi paracadutisti non svolgono solo funzioni da fanteria leggera (come, ad esempio, l’82° Divisione Aviotrasportata USA), ma rap­presentano anche una forza mobile meccanizzata, disponendo di *molta* potenza di fuoco. L’artiglieria di cui dispone il VDV comprende sistemi come la

1° luglio 1916, Battaglia della Somme: la “Grande Spinta in Avanti” omicida del Generale Haig

Esattamente 100 anni fa, il Generale Douglas Haig, comandante in capo dell’esercito inglese che combatteva in continente durante la Prima Guerra Mondiale, lanciava una grossa offensiva in quella parte di Francia del Nord conosciuta come Dipartimento della Somme. Un dipartimento è una circoscrizione amministrativa e questo prende il nome dalla Somme, il fiume che scorre pigramente nella zona, da est ad ovest, fino alle coste della Manica; durante la Prima

Technology SITREP: il Sistema Missilistico Tattico-Operativo Iskander-M

Ho detto spesso che, quando gli Europei dell’est hanno accettato di dispiegare il sistema anti-missile americano “che sarebbe contro l’Iran, ma in realtà è contro la Russia“, tutto quello che hanno fatto è stato dipingersi addosso un grosso bersaglio. Non è proprio così, in realtà non si sono disegnati in fronte un grosso bersaglio, ma due. Il primo sono gli Spetsnaz russi, ma non è quello di cui voglio parlare

Perché la Russia ha sostituito i Su-25 con elicotteri d’attacco?

A metà Marzo Putin ha ordinato il ritiro delle forze armate dalla Siria. Immagini satellitari mostrano ciò che i russi hanno ritirato: 3 bombardieri tattici Su-24 su 15 disponibili, 4 Su-34 di 8 disponibili  e l’intera flotta di 12 bombardieri da attacco al suolo Su-25. Sono rimasti in Siria tutti i caccia da superiorità aerea Su-30 e Su-35; sono stati trasportati nel paese almeno 4 elicotteri d’attacco Mi-28 e Ka-52.

Aggiornamento tecnico: la Russia dispiega in Siria il più avanzato sistema di difesa aerea del pianeta

Guardate questo video da Ruptly.   Ciò che qui è interessante è che, oltre al famoso sistema S-400 “Triumf”, il filmato mostra anche delle riprese del sistema di difesa aerea di punto Pantsir, e il titolo lo cita come Pantsir-S2. Questo è importante perchè la variante S2 è quella più avanzata di questo già formidabile sistema. Potete immaginare il Pantsir come una sorta di “cupola di interdizione” di 40 km. di raggio