Breaking news
  • No posts where found

Mondo

Come i Think Tank collegati alla NATO controllano la politica europea sui rifugiati

Un flusso incontrollato di rifugiati di guerra, da Siria, Libia, Tunisia, ed altre nazioni Islamiche destabilizzate dalle “Primavere Arabe” – Rivoluzioni Colorate, create da Washington, ha dato origine al più grande spostamento di persone in Europa, dalla Germania alla Svezia, alla Croazia, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Ormai è diventato chiaro ai più, che è in atto qualcosa di abbastanza sinistro, qualcosa che minaccia di distruggere il tessuto

La nuova normalità: la Guerra Fredda 2.0

Viviamo tutti in tempi di Guerra Ibrida. Dalla R2P (“responsabilità di proteggere”) alle rivoluzioni colorate, dagli attacchi alle valute alle manipolazioni del mercato azionario. Dai golpe politici-finanziari-giudiziari “morbidi” approvati dai media (come in Brasile), al sostegno degli jihadisti “moderati”, le diverse versioni della Guerra Ibrida si accoppiano alla rinfusa e generano un vortice di nuove forme mutanti. La Guerra Ibrida, un concetto partorito nella Beltway [establishment politico di Washington DC,

Il programma terroristico dell’Occidente “Cattura con Rilascio”

  Praticamente tutti i sospetti coinvolti nel recente attentato a Bruxelles erano già stati rintracciati, arrestati o messi in custodia – sia da agenzie di sicurezza europee che da agenzie dei loro alleati – ma sono stati inspiegabilmente rilasciati e gli è stato permesso di eseguire sia l’attentato di Bruxelles che l’attacco a Parigi che lo ha preceduto. Questo fatto è così ovvio che gli stessi media occidentali lo ammettono,

Rivoluzioni Colorate ma non Arcobaleno

Gli attivisti per i diritti LGBT invocano il sostegno dei governi occidentali contro i “regimi che opprimono” gli omosessuali. Ma quando le sospirate “rivoluzioni” si verificano, le cose per i gay non cambiano in meglio. Anzi.  – Marco Bordoni – “Non è concepibile che un paese che ha fatto una rivoluzione per liberarsi da una dittatura perseguiti qualcuno non per quello che fa ma per quello che è: arrestare un

L’Ipotesi Tecnosferatu

Il mio prossimo libro, Restringere la Tecnosfera: Come dominare le tecnologie che limitano la nostra autonomia, auto-sussistenza e libertà, sarà disponibile questo autunno dall’editore New Society Publisher. Sono circa a metà nel correggere la prima bozza del manoscritto. Ecco un estratto. Talvolta può sembrare che la tecnosfera vada contro il suo stesso scopo. Qual’è il senso nello sprecare risorse in armi, quando c’è già abbastanza materiale militare per ucciderci tutti

Le previsioni di Cassad per il 2016

Ecco che il 2015 sta giungendo al termine. È stato più difficile del 2014, ma prevedo che lo sarà meno del 2016 che sta per cominciare. Il paese entra nel terzo anno di guerra fredda con gli Stati Uniti, guerra di cui per ora non si vedono né conclusione, né limiti. Le guerra in corso in Siria ed Ucraina sono in equilibrio. Che cosa mi è rimasto impresso dell’anno che

Panoramica della Situazione sulla Grande Scacchiera

Oggi vi presenteremo una panoramica della situazione sulla grande scacchiera, poiché moltissimi eventi in rapida successione avvengono ultimamente nei fronti della terza (o quarta, se si vuole contare altrimenti) guerra mondiale. Scatole nere Le forze speciali russe, che dapprima erano state capaci di salvare il secondo pilota del Sukhoj abbattuto dai Turchi, sono quindi riuscite anche a trovare la scatola nera. Ieri il ministro della difesa S. Shoigu l’ha portata

Il vergognoso tentativo di Foreign Policy di presentare il bombardamento di Hiroshima come benefico per il Giappone

L’articolo provocatorio della rivista Foreign Policy fa sembrare i bombardamenti nucleari una manna dal cielo, e che gli Stati Uniti abbiano deciso per ragioni umanitarie di salvare il Giappone dal comunismo. Il mese di agosto è ricordato con tristezza come l’unica volta al mondo in cui sono state utilizzate armi nucleari in guerra, laddove gli Stati Uniti hanno sganciato due bombe che hanno ucciso più di 200.000 persone in due

La profezia di Alexander Zinov’ev, dissidente nell’URSS, dissidente nell’Impero Globale

Una serata di rilassamento, combattuto tra rileggermi Cime Abissali di Zivov’ev oppure guardare e riguardare uomini con piedi con patate, mi viene voglia di presentarvi qualcosa del buon Aleksandr Aleksandrovich. Aleksandr Aleksandrovich Zinov’ev nasce a Kostroma nel 1922, e diventa presto un filosofo di fama, ovviamente, dato che trattasi di una persona estremamente intelligente, diviene presto molto critico nei confronti del potere sovietico, e viene costretto all’esilio. Questo gli garantirà una

La Grande Illusione di Stratfor: Russia distrutta entro il 2025

– Marco Bordoni – Lo scorso febbraio l’influente società texana specializzata in pubblicistica su materie geopolitiche e consulenza analitica e investigativa Stratfor ha pubblicato una previsione sugli sviluppi delle tendenze globali per il decennio 2015 – 2025. Si tratta di un rapporto estremamente sintetico e diretto, che in sostanza riprende la visione già presentata da George Friedman, Presidente di Stratfor, consigliere del Dipartimento di Stato, al Chicago Council on Global