Breaking news
  • No posts where found

Politica

Ipocriti che brillano alla sfilata di Parigi

La marcia unitaria di Parigi, a cui hanno partecipato oltre 40 capi di stato di tutto il mondo, ha messo in luce il “doppio standard” dell’approccio occidentale al problema dalla libertà di parola e della guerra al terrorismo. Pechino, 12 gennaio (Sputnik). Che parata senza precedenti di ipocrisia politica. La vista del generale Hollande, conquistatore del Mali; di David Cameron d’Arabia; di Angela “lasciate morire gli ucraini dell’est” Merkel; di

Il Presidente Ceceno critica l’Europa che adotta due pesi e due misure sul terrorismo

Il Presidente Ceceno Ramzan Kadyrov sostiene che la massiccia risposta dell’opinione pubblica alla sparatoria a Charlie Hebdo potrebbe essere organizzata da chi vuole generare sentimenti anti-islamici e distrarre le persone da altri problemi.   Kadyrov ha illustrato la propria posizione attraverso il suo strumento da tempo preferito – il servizio di condivisione di immagini Instagram. In un esauriente post accompagnato da una sua immagine ha affermato di apprezzare la sincera

Il libretto del Collasso Imperiale

  Alcune persone amano avere il Grande Quadro appeso davanti a loro, il più grande possibile, quello sugli avvenimenti dell’intero mondo, ed io sono felice di accontentarle. Lo sviluppo maggiore del 2014 è di gran lunga questo: finalmente gli Anglo-Imperialisti stanno per essere espulsi dall’Eurasia. Come possiamo dirlo? Bene, c’è il Grande Quadro, il più grande che io abbia potuto trovare. L’ho trovato grazie a  Nikolai Starikov e ad un

Il rapporto di “Fine Anno” 2014 ed uno sguardo a ciò che il 2015 potrebbe portare

Introduzione: In base a qualsiasi metodo di misura, il 2014 è stato un anno davvero storico, che ha visto enormi sviluppi, direi persino tettonici. L’anno si conclude con instabilità molto elevata, e il futuro sembra difficile da indovinare. Non ritengo che nessuno possa tranquillamente prevedere cosa accadra’ l’anno prossimo. Allora, quel che mi propongo di fare oggi è molto più modesto. Voglio esaminare alcuni degli eventi chiave del 2014 e

La Moldova divisa corre il rischio di ripetere gli errori dell’Ucraina

Articolo originariamente apparso sul sito dell’American Institute in Ukraine Le elezioni parlamentari del 30 novembre in Moldova hanno prodotto una relativa, nella migliore delle ipotesi, approvazione del corso della coalizione filo-occidentale verso l’integrazione con l’Unione Europea (UE). Dopo aver assicurato una pluralità di voti (circa il 44%), l’alleanza tripartita uscente sembra destinata a ricostituirsi con la maggioranza dei seggi (55 su 101). Questo è al di sotto dei 61 voti

Un’altra guerra in Europa? Non in nostro nome!

Fonte: http://www.zeit.de/politik/2014-12/aufruf-russland-dialog Traduzione a cura di Roberto Quaglia e Alessandra Secci, con revisione di Pino Cabras  per alternativa-politica.it ****** Nessuno vuole la guerra. Ma il Nord America, l’Unione europea e la Russia vi si stanno dirigendo senza scampo se non si adopereranno per porre fine alla deleteria spirale di minacce e controminacce. Tutti gli europei, inclusa la Russia, condividono la responsabilità per la pace e la sicurezza. Solo chi non

Le sanzioni russe sono un enorme disastro per l’Italia

Articolo di Luca Severi – Traduzione a cura di Stanislao per sakeritalia.it Articolo apparso sul sito Russia Insider il 6 Dicembre 2015 ***** Con ogni probabilità, queste sanzioni, imposte da Brussels, non sono interessanti per la media degli italiani poiché non interferiscono direttamente con la loro vita, ma non possiamo rimanere indifferenti sugli effetti devastanti che producono sull’economia e sulle imprese che fanno commercio in Russia. Fino a quest’estate, queste

In un confronto militare contro la Russia, la NATO avrebbe probabilmente la peggio

Traduzione a cura di D.D.M. per sakeritalia.it Articolo apparso su Russia Insider il 6 Dicembre 2014. ***** Di “Shellback” Esperto in: Storia russa, sovietologia, questioni militari, geopolitica, NATO Bio: “Shellback” è lo pseudonimo di una persona che iniziò a lavorare per la struttura militare della NATO durante gli anni della segreteria di Brezhnev. La sua idea è che la Guerra Fredda non fu poi così divertente tanto da meritare un

Lettera di Otto von Bismarck ad Angela Merkel

Traduzione a cura di Mario per sakeritalia.it Articolo di Dmitry Sedov apparso sul sito TLAXCALA il 6 Dicembre 2014 ***** …. Angela, sai, sono sempre stato contrario alla presenza delle donne negli affari pubblici e a tutt’oggi non ho cambiato il mio punto di vista. Due volte ho avuto fortuna nella mia vita. Dapprima ho vissuto nei giorni in cui alle donne non era assolutamente permesso occuparsi della politica tedesca.

La Merkel, inconsapevole fin dall’inizio, sta diventando disperata

La Merkel è una pasticciona gravemente sopravvalutata. È da lungo tempo la babbea di Washington ed ha urtato contro l’implacabile muro di pietra della posizione di Putin sull’Ucraina, dove lui ha le carte migliori. Presa fra i due, sta iniziando a creparsi, sia politicamente che emozionalmente. I suoi oppositori interni odorano il suo sangue.   Un recente dispaccio della Reuters conferma la nostra versione di quel che è veramente successo