Breaking news
  • No posts where found

Sfera di civiltà Russa

Ah, le strade (Ekh, dorogi) (Эх, дороги)

Cari amici, negli ultimi anni uno dei miei principali sforzi è stato quello di cercare di convincere il maggior numero possibile di persone che la Russia si stava preparando per la guerra. Ho anche cercato di mettere in guardia dalla nozione completamente sbagliata secondo la quale, poiché il popolo russo teme la guerra (e la teme!), in qualche modo non è pronto per essa (ma lo è!). Ho provato con

Una prova generale per la democrazia russa

Attenzione: la prima parte di questo saggio potrebbe sembrare un inno festante alla Russia e un peana a Vladimir Putin. Siate certi che non sto esprimendo opinioni qui; questi sono fatti. È solo che questi fatti accentuano gli aspetti positivi. Ma non desidero eliminare quelli negativi, e arriverò a tutto ciò a tempo debito. Il 18 marzo in Russia si sono tenuto le elezioni presidenziali. Tutti (quelli che possiedono un cervello)

Kemerovo e i Gironi dei Malvagi

Potreste aver sentito del tragico evento che sto per descrivere, oppure no. Se ne avete sentito parlare in inglese, allora, è probabile che ciò che avete ascoltato faccia parte di un rozzo lavoro programmatico anti-russo. Normalmente, sarei riluttante a scriverne; generalmente è meglio rendere pubbliche le celebrazioni e tenere private le tragedie. Ma in questo caso un gran numero di persone, a diversi livelli, ha tentato di trarre profitto e benefici

Putin non sta avanzando minacce nucleari, fa sul serio

Il discorso annuale del presidente russo Vladimir Putin all’Assemblea Federale russa trasmesso alla nazione il 1° marzo, conteneva una sezione sulle tecnologie militari di punta della Russia che i media amici della NATO hanno scelto di minimizzare come stratagemma di propaganda, o fatta passare come una montatura legata alla campagna elettorale. Considerati gli indizi degli sviluppi tecnologici russi in ambito militare svelati nel teatro di guerra siriano sin dal settembre

Sei ragioni per cui la vittoria di Putin ha spaventato l’Occidente

La copertura sulle elezioni presidenziali in Russia da parte della stampa occidentale riflette, come era prevedibile, la scarsa conoscenza della realtà russa e della mentalità russa. Certo, i giornalisti occidentali producono i loro materiali per i propri consumatori interni, ma le loro conclusioni indicano chiaramente che l’Occidente non si è minimamente avvicinato al suo obiettivo finale, cioè distruggere o cambiare la Russia e il suo popolo. La prima cosa che

Vladimir Putin rieletto presidente della Russia con una vittoria schiacciante

Putin conduce con oltre il 76% dei voti; Il candidato del Partito Comunista arriva secondo distaccato. Con oltre l’80% dei voti scrutinati, il presidente russo in carica Vladimir Putin sta accelerando verso una vittoria nelle elezioni presidenziali russe, in cui ha cercato la rielezione, ancora più grande di quanto previsto. La Commissione Elettorale Centrale russa stima la percentuale di voti a Putin a oltre il 76% – anche più di

Sobchak: i liberali sperano di guadagnare terreno in Russia

Nonostante che la vittoria schiacciante di Putin faccia ben sperare per il prossimo futuro della Russia, il problema di trovare un erede adeguato rimane. E i liberali filo-occidentali potrebbero guadagnare popolarità fino al 2024. Ksenia Sobchak potrebbe aver vinto molto di più rispetto a quell’1.6% uscito fuori dal voto del 18 marzo. Nonostante la signora Sobchak abbia perso, in parte a causa del suo crollo nervoso durante la sfuriata di

L’esito delle elezioni in Russia spiegato in italiano chiaro e semplice

Ecco i risultati preliminari spiegati in italiano chiaro e semplice: 1) Putin vince facilmente a valanga ed è *più* popolare che mai 2) I comunisti russi e Žirinovskij hanno raggiunto l’irrilevanza terminale 3) Solo il 2,6% dei russi è filo-americano e generalmente filo-occidentale (la Sobčak+Javlinskij) 4) L’intera campagna anti-Putin anglo-sionista ha fallito miseramente 5) L’Impero ha due possibilità: andare in guerra o ritirarsi 6) Se l’Impero sceglie di andare in guerra,

Il discorso del Presidente Putin sullo stato della nazione getta i semi del progresso

Funziona! A Washington, per molti anni le richieste di porre fine all’erosione del controllo degli armamenti [in inglese] e di rilanciare un dialogo sulla sicurezza con Mosca, nonostante le divisioni esistenti, sono cadute nel vuoto a Washington. Il pericolo di una corsa agli armamenti senza limiti è diventato imminente, e sono emerse altre minacce. In teoria, dovrebbero essere in cima all’agenda della sicurezza tra Russia e Occidente, ma non lo sono.

Elezioni presidenziali russe: noiose, inutili e necessarie?

Mentre si avvicinano le elezioni presidenziali in Russia sono stupito dal vedere quanto interesse questo evento stia generando, nonostante sia sicuro che questo sarà un evento incredibilmente noioso e, francamente, totalmente inutile. Ma prima, una spiegazione completa: io non ho molta fiducia nel cosiddetto “processo democratico”. Guardate l’UE e ditemi: credete davvero che le persone al potere rappresentino la volontà e gli interessi delle persone che, presumibilmente, le hanno elette?