Breaking news
  • No posts where found

Sfera di civiltà Russa

Che cosa c’è che davvero non va in Russia Today e Sputnik? (AGGIORNATO)

Oggi toccherò un argomento che sinceramente mi rattrista, ma che non posso ignorare, anche solo perché anche tanti altri lo hanno notato e mi hanno chiesto: che cosa c’è che davvero non va in Russia Today e Sputnik (RT&Sp)?! Sappiamo tutti che il governo degli Stati Uniti ha intrapreso una campagna per perseguitare queste due emittenti mediatiche russe negli Stati Uniti, costringendole ad essere gli unici media esteri a registrarsi

L’intervento di Vladimir Putin al Forum Valdai 2017

Errori (domanda di Sabine Fischer, Fondazione Scienze e Politiche, Berlino). Signor Presidente, Lei è stato molto critico verso le politiche dell’ Occidente a proposito delle sue relazioni con la Russia. A dire la verità, molti temi da Lei toccati richiedono una discussione critica approfondita. Allo stesso tempo sappiamo che in ogni rapporto (fra paesi come fra persone), entrambe le parti fanno errori. E dunque ho una domanda. Quali sono gli errori

Rinviata l’apertura della base russa a Osh?

«Il Kirghizistan continua le trattative con la Russia in merito al collocamento della seconda base militare russa nel Paese», — dichiara il primo ministro del Kirghizistan Sapar Isakov durante l’incontro con i rappresentanti dei media russi a Mosca. Secondo quanto ha rivelato, la decisione finale non è ancora stata presa. Ha specificato che le consultazioni per la costruzione della struttura militare russa sono state effettuate a livello dei «ministeri competenti,

Rivisitando i metodi di contro-propaganda russi

Uno speciale ringraziamento al mio Direttore della Ricerca, Scott, per avermi fornito le informazioni di base per questo articolo Tutto quello che ci era stato detto dell’Unione Sovietica si è rivelato una bugia, ma tutto quello che ci era stato detto dell’Occidente si è rivelato vero Barzelletta russa Nel maggio del 2016 scrissi un articolo per The Unz Review intitolato “Contro-propaganda, al modo russo”, in cui ho cercato di mostrare

Le marce religiose sono una parte importante della cristianità russa

Le processioni della Croce in Russia hanno una storia vivace e sono enormemente popolari, tanto che 60.000 russi sono disposti a camminare 160 chilometri per onorare gli eventi religiosi. Nei giorni festivi e nelle occasioni speciali, tutti i credenti russi escono improvvisamente dalla chiesa e procedono all’esterno, sia col caldo soffocante che con la neve, seguendo la Croce e i sacerdoti… A volte per una marcia intorno alla chiesa, altre

Favorire i Russi Slavi distruggendo la Cultura russa

Come i miei lettori abituali probabilmente sanno, non sono davvero un tifoso dell’Unione Sovietica, ma a prescindere dalla mia visione politica, come professore di storia sono prima di tutto favorevole alla precisione storica. Se la precisione storica mi richiede, di tanto in tanto, di assumere la difesa dei Sovietici, che sia. E allora, procediamo. The Washington Post ha pubblicato ieri un commento di Terrell Jermaine Starr che tracciava paralleli fra la politica delle

La filosofia di Putin

  La Russia è un continente culturale, per me, di difficile decifrazione. Ammetto prioritariamente la mia ignoranza sostanziale epperò, proprio questa ignoranza mi muove a cercar di colmare almeno i vuoti più gravi. E’ come sempre, una sollecitazione esterna a muovere la curiosità di comprensione. Sono stato abbonato a Foreign Affairs, la rivista di geopolitica e relazioni internazionali che fa da riferimento a gli ambienti di Washington. Mi mandano perciò

Stanislav Petrov: l’ignominiosa fine dell’uomo che salvò il mondo

Sono appena tornata dai Nuclear-Free Future Awards a Basilea, in Svizzera, che quest’anno si sono svolti in contemporanea con la conferenza Diritti Umani, le Generazioni Future e i Crimini dell’Era Nucleare. La conferenza è stata ospitata da IPPNW Svizzera. L’International Physicians for the Prevention of Nuclear War ha vinto il premio Nobel per la pace nel 1985. Fortunatamente, possiamo ancora intravedere un futuro senza nucleare. A Basilea abbiamo onorato gli

Il Generale Asapov è morto perché, da ufficiale russo, si trovava in prima linea (con un commento del Saker)

La morte del Tenente Generale Valery Asapov e di due colonnelli russi che erano con lui in Siria, evidenzia le fondamentali differenze nelle filosofie di comando nelle forze armate  americane e russe. A differenza degli eserciti occidentali, l’esercito russo richiede che alti ufficiali come il Generale Asapov conducano i propri uomini in battaglia. Mettiamo da parte la questione se il Generale Asapov sia stato colpito deliberatamente [in inglese] o meno, il punto

ONU: nessun effetto positivo per Russia e Unione Europea dopo le sanzioni di 155 miliardi di dollari

Secondo la stima dell’ONU, in oltre tre anni di «guerra sanzionatoria» con le nazioni occidentali, la perdita economica della Russia è stata di 55 miliardi di dollari, mentre quella dell’Unione Europea ammonta a 3,2 miliardi di dollari al mese ovvero, calcolati sui tre anni, almeno due volte di più. Questi dati sono stati resi noti nel rapporto dell’esperto delle Nazioni Unite Idriss Jazairy, che in aprile si è recato per