Breaking news
  • No posts where found

Sfera di civiltà Russa

Documenti mostrano che l’Impero pianifica la detronizzazione di Putin

  La seguente informazione è stata pubblicata sul blog anonimo Drakula’s blog. Mi sembra molto credibile. Basta dare un’occhiata qui per farsene un’idea. Il Saker ———————- Occidente e Ucraina contro Putin e i suoi politici Oggi ho documenti per voi, sulla Russia e l’Ucraina. L’Occidente si è abituato a risolvere i suoi problemi assegnando ad altri il compito dei lavori sporchi. Il regime di Putin è un pugno nell’occhio per

Sì, la Russia è *ancora* pronta per la guerra, perfino quella nucleare

L’anno scorso, il primo di marzo, scrissi un articolo intitolato “Obama ha reso le cose in Ucraina molto, molto peggiori, adesso la Russia è pronta per la guerra” [NdT:in inglese] in cui scrissi questo: “Spero e prego che Obama ed i suoi consiglieri si fermino e pensino attentamente al loro prossimo passo, perché non devono sbagliarsi sul fatto che LA RUSSIA È PRONTA PER LA GUERRA”. Usando il grassetto e

Putin crea una “Agenzia per gli Affari Etnici” Russa ed estende la scontistica per l’Ucraina

Il Cremlino riferisce: “Vladimir Putin ha avuto un incontro di lavoro con il Primo Ministro Dmitry Medvedev. Il signor Putin ed il signor Medvedev hanno parlato dell’istituzione dell’Agenzia Federale per gli Affari Etnici. E’ stata discusso anche l’argomento dell’estensione degli sconti sul prezzo del gas naturale per l’Ucraina. Vladimir Putin, Presidente della Russia: Signor Medvedev, io e Lei abbiamo avuto varie discussioni relativi all’importanza di un più efficace coordinamento su

Russofobia a più livelli

La russofobia è una cosa molto interessante da osservare. Per primo, diamo uno sguardo alla parte alta dello spettro. In un articolo dell’Atlantic Council intitolato “La Russia pianifica una offensiva primaverile in Ucraina, avverte l’ex capo della NATO Wesley Clark” [in inglese, NdT], il generale Wesley Clark, il moderato democratico che cercò di far scoppiare la Terza Guerra Mondiale, dichiara che i russi stanno preparandosi a lanciare un’offensiva primaverile fra

Le sanzioni USA colpiscono un “eurasianista” critico del Cremlino (Aleksandr Dugin)

Cos’é questa fissazione dell’Occidente per Aleksandr Dugin? Benché sia un noto ideologo russo di destra, Aleksandr Dugin non ha alcuna influenza sulla politica pubblica russa, e nessun accesso al presidente Vladimir Putin. Marlene Laurelle di Foreign Affairs magazine (“Impauriti dall’ombra di Putin”) spiega: Dugin non ha uno status ufficiale all’interno del governo russo. […] Nè Dugin é parte della cerchia più vicina a Putin. I due uomini potrebbero anche non

Capire la Russia

Come le piante producono frutti diversi al variare del clima e del terreno, così i sistemi politici impiantati in regioni lontane da quelle in cui sono nati si adattano alla cultura ed alla storia del luogo, assumendo infine un aspetto assai diverso dal modello cui si ispirano. Succede così che nel discorso politico degli Stati Uniti l’epiteto “socialista” sia considerato quasi un insulto, e che lo stesso avvenga in Russia

Lo straordinario rinascimento della Russia

Qualcosa di notevole sta accadendo in Russia, ed è alquanto differente da ciò che potremmo attenderci. Invece di sentirsi umiliata e depressa, la Russia sta subendo, come nazione, quello che potrei chiamare un certo tipo di rinascimento, una rinascita. E questo nonostante che l’Occidente, o a causa di ciò, guidato dai cosiddetti neo-conservatori a Washington, stia tentando in ogni modo, compresa una guerra alla sua porta di casa in Ucraina,

Inquadrare la guerra di liberazione nel Donbass: oltre la destra e la sinistra, oltre i bianchi e i rossi.

–  Nina Kouprianova – “La Russia e l’Ucraina non esistono come entità separate, ma come una sola Santa Rus’” – Iona il Vecchio da Odessa Nel corso del 2014 abbiamo assistito ad una ondata di patriottismo senza precedenti nella storia russa contemporanea, che ha prodotto la creazione della idea di “Mondo Russo”. Una delle ragioni della crescita del sentimento patriottico è stata il ritorno della Crimea al porto amico dopo il

M. Khazin: una previsione sullo sviluppo dei processi che influenzeranno la Russia nel 2015

Non scrivevo previsioni sulla Russia da anni. Sopratutto perchè non ne valeva la pena, non era cambiato nulla, i processi di base stavano semplicemente andando per la loro strada e non c’erano cambiamenti da descrivere. Oggi la situazione è mutata e questo richiede una nuova previsione. Non ci saranno analisi delle previsioni precedenti dal momento che è passato troppo tempo. Questa proiezione parte da zero (al contrario delle previsioni in

Omicidio Nemtsov – più dubbi che certezze

Secondo RT,  una fonte nelle forze dell’ordine di Rosbalt, riferisce che Zaur Dadaev avrebbe confessato la propria partecipazione all’assassinio di Nemtsov,  e abbia affermato di aver pianificato il delitto per vendicare i “commenti negativi verso i Musulmani e l’Islam” del leader dell’opposizione. Vi sembra plausibile? Non molto.  Possibile?  Immagino di sì. Ma plausibile? Zaur Dadaev – colui che avrebbe premuto il grilletto – era il vicecomandante del battaglione “Vostok” delle forze speciali