Breaking news
  • No posts where found

Vladimir Putin

Putin e l’Europa

Secondo la stampa mainstream non c’è dubbio su chi sia il peggior nemico dell’ Unione Europea, quello che trama nell’ombra ed influenza le elezioni dei paesi membri orchestrando lo sfaldamento della UE: il Presidente russo Vladimir Putin. Le cose stanno proprio così? Abbiamo deciso, tanto per fare una cosa diversa, di non accontentarci di quella che i giornali e le TV sostengono sia l’ opinione di Putin, ma  raccogliere qualche intervento sul tema

La Strada di Putin verso il KGB

Grazie alle sue entrature esclusive al Cremlino, il giornalista tedesco Alexander Rahr ci rende partecipi dei retroscena della storia degli anni di formazione del Presidente Russo a Leningrado, e del suo percorso verso il KGB. Putin non ha mai nascosto il suo passato. Spiridion, suo nonno paterno, era un cuoco, anche se non ordinario. Prima preparò i pasti di Lenin e poi quelli di Stalin. Una persona che lavorava in

Valdai XII: il Discorso completo di Vladimir Putin

L’argomento della conferenza di Valdai di quest’anno è Società fra Guerra e Pace: Superare le Logiche del Conflitto nel Mondo di Domani. Nel periodo fra il 19 ed il 22 ottobre, esperti da oltre 30 paesi hanno preso in considerazione vari aspetti della percezione della guerra e della pace nella consapevolezza del pubblico e nelle relazione internazionali, della religione e delle interazioni economiche fra Stati. * * * Presidente della Russia,

Discorso di Vladimir Putin alla 70°Assemblea delle Nazioni Unite

Sua eccellenza Signor Presidente, Sua eccellenza Vice Segretario, Distinti Capi di Stato e di Governo, Signore e Signori, Il settantesimo anniversario delle Nazioni Unite è una buona occasione per fare il punto della situazione sul passato e parlare del nostro comune futuro. Nel 1945 i paesi che sconfissero il nazismo collaborarono insieme per ricostruire le solide fondamenta dell’ordine mondiale successivo alla seconda guerra mondiale. Lasciatemi ricordavi che le decisioni chiave

L’intervento di Vladimir Putin alle Nazioni Unite – Aggiornamenti in Diretta

E’ alto meno di un metro e settanta, pesa 77 chili. Nel 1991 era uno sconosciuto colonnello del KGB con un buono stato di servizio nella Germania Est. Il suo Paese, la Russia, è solo nono nella graduatoria mondiale per numero di abitanti, e decimo per valore nominale della ricchezza prodotta. Negli ultimi due anni il complesso militare – politico ed industriale imperniato sulla NATO non ha lasciato nulla di

La Grande Moschea di Mosca riapre dopo la Riscostruzione

Vladimir Putin, il Presidente della Palestina Mahmoud Abbas e il Presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan hanno partecipato alla cerimonia di apertura della Grande Moschea di Mosca, dopo la sua ricostruzione. La moschea ha riaperto dopo un restauro radicale concepito per accrescerne sostanzialmente la capienza. Il nuovo edificio può contenere fino a 10.000 fedeli in una volta. Ecco il discorso inaugurale del Presidente russo: Signor Erdogan, Signor Abbas, membri del

Perché Putin NON è Hitler

– Marco Bordoni – Esistono precisi segnali mediatici  dai quali si può chiaramente capire che il blocco atlantico si prepara ad aggredire un Paese e che la sua dirigenza ha iniziato ad ingegnerizzare il consenso delle masse per rendere accettabile l’opzione militare. Uno di questi è la “spoliazione rituale” dal rispetto cerimoniale che si attribuisce ad un capo di Stato, spoliazione che si compie attraverso campagne denigratorie personali ed una rappresentazione

E se Putin stesse dicendo la verità?

Il 26 aprile scorso la principale emittente televisiva nazionale della Russia, Rossiya 1, ha celebrato il presidente Vladimir Putin in un documentario creato per il popolo russo nel quale venivano esposti gli eventi dell’ultimo periodo storico, compreso l’evento dell’annessione della Crimea, quello del colpo di Stato in Ucraina supportato dagli Stati Uniti, e lo stato generale dei rapporti fra Russia e Stati Uniti e Unione Europea. Nelle sue parole si

Lunga Vita al Presidente

– Gianni Petrosillo – Vladimir Putin è diventato il presidente più bersagliato dai circoli atlantici dominanti e dal circo mediatico occidentale (supporto ideologico alle menzogne della nazione predominante americana), i quali non perdono occasione per stigmatizzarlo nei modi più abietti e disprezzabili. I due epiteti maggiormente utilizzati sono egualmente quelli più usurati quando si tratta di marchiare a fuoco nemici poco inclini all’arrendevolezza e all’inchino geopolitico: pazzo e tiranno. Filosoficamente

Dieci buone ragioni per Odiare Putin

O, piuttosto, perché i nostri “leaders” lo odiano. I russi lo amano. L’organizzazione Levada, che si occupa di rilevazioni statistiche (non esattamente amichevole nei confronti di Putin), fa sondaggi da circa 15 anni su di lui. La valutazione più bassa (ho detto bassa?) era 61% durante il mese di giugno 2000, di questi tempi è superiore all’80%. (Question 1, Long Trend). Molti politici occidentali venderebbero come schiave le loro madri