Breaking news
  • No posts where found

SitRep

Situazione militare in Siria al 26 Ottobre 2015

Fronte di Damasco: Proseguono i combattimenti attorno alle sacche terroriste che lambiscono la capitale e occupano anche qualche quartiere periferico a nord della città. Trattandosi di ambiente urbano o densamente abitato i progressi non possono che essere lenti. I motivi della natura statica di questa fase del conflitto sono molteplici. Prima di tutto va valutato il logorio delle forze armate dell’esercito arabo siriano, quello del presidente Assad per intenderci, che in

Situazione militare in Siria al 17-19 Ottobre 2015

Situazione militare in Siria del 17-10-2015 Mentre proseguono incessanti ed efficaci i bombardamenti delle forze aerospaziali russe, sul terreno le forze armate siriane, con i numerosi alleati tra cui ricordiamo Hezbollah, esercito libanese (che controlla la fascia al confine del loro Paese, Iran, numerose formazioni di volontari civili Sciiti, volontari pachistani, forze speciali russe, e altri ancora, si muovono su diversi fronti. A nord di Hama: non cessa la pressione

Situazione operativa nel Donbass – aggiornamento al 16 agosto 2015

– Stefano Orsi – Il ministro della difesa DNR Basurin, ha diviso in tre gruppi le armate ucraine presenti in Donbass, nella Repubblica di Donetsk: settori C,B,M: possiamo presumere che questa distinzione si riferisca a Gorlovka (gruppo C), a Donetsk (gruppo B) e al fronte sud (Gruppo M); per ciascuno dei gruppi ha presentato stime di consistenza basate sui rapporti di intelligence dei novorussi: Settore C: 22 battaglioni di fanteria,

Situazione Operativa nel Donbass, 15 agosto 2015

– Stefano Orsi – Oggi è l’anniversario dell’assedio di Lugansk: un anno fa arrivava al culmine l’avanzata delle forze di occupazione ucraine, che chiudevano in una sacca le forze di autodifesa del Donbass e la popolazione civile, in gran parte rifugiata oltre i confini russi. Quello che fu il punto di massimo avanzamento ucraino, che separò di fatto le due repubbliche, segnò anche l’inizio della riscossa novorussa: i miliziani della

Situazione Militare, 12 agosto 2015

– Stefano Orsi – 12 agosto 2015. Le Forze Armate Ucraine lanciano una grossa offensiva nel Donbass proprio oggi, giorno in cui tutta la Russia commemora le perdite nella tragedia del Kursk. Non siamo di fronte ad un temporaneo intensificarsi dei bombardamenti, ad uno di quegli episodi dolorosi ma circoscritti a cui ci siamo abituati negli ultimi mesi, ma a combattimenti estesi e violenti su più fronti: questa è effettivamente

Breve aggiornamento sulla (molto pericolosa) situazione ucraina

Cari amici, Per prima cosa, voglio solo farvi sapere che sto lavorando a due interviste che, penso, troverete interessanti: una con Michael Hudson ed un’altra con un esperto sulla Siria, che preferisce rimanere anonimo. Entrambe dovrebbero essere molto interessanti. Datemi qualche altro giorno per pubblicarle. Adesso passiamo all’Ucraina. Un rapporto da leggere ed un video da guardare [NdT: entrambi in inglese]. Tirando le somme: la situazione è molto MOLTO tesa.

Situazione Militare, 3 giugno 2015

– Stefano Orsi – Bollettino di guerra n. 124 Situazione militare nel Donbass al 4 giugno 2015. Nella giornata odierna le truppe di Kiev bombardato pesantemente la città di Donetsk: ci sono stati più di 60 feriti, secondo alcune agenzie. Colpiti i quartieri di Petrovskyi, Kirov, distretto Kiev, Staromihaylovka, Krasnogorovka, Marinka. Questo bombardamento non è stato un episodio isolato.  Sono stati colpiti altri centri abitati in altre parti della Repubblica di Donetsk precisamente

Situazione Militare 2/3 maggio 2014

– Stefano Orsi – Bollettino n. 121 Situazione militare del Donbass al 2 maggio 2015 Fronte di Donetsk. Ci è giunta la notizia [2 maggio sera] di un  furibondo bombardamento in atto sulla città di Donetsk. Questo attacco si presenta in maniera anomala rispetto ai precedenti. Si tratta di un colpo non improvvisato, ma preordinato e di notevole portata. Le agenzie parlano di 21 differenti bombardamenti in corso, veramente tanti.

Situazione militare – 13 aprile 2015

– Stefano Orsi – Da oggi non ci riferiremo più agli ambienti operativi come “settore”, ma riprenderemo la denominazione di “fronti”, essendo ormai evidente la ripresa delle ostilità. Fronte sud Mariupol Si sono susseguiti ogni giorno, con pause unicamente durante le ispezioni OSCE, i bombardamenti dell’esercito ucraino sull’abitato di Shirokino, punto di contatto con le unità Novorusse. Già da giorni si susseguono scontri a fuoco tra le truppe dei due

9 aprile, sera: comincia la campagna estiva?

– Stefano Orsi – Stranissima, l’offensiva lanciata dai governativi contro le forze novorusse il 9 aprile: un colpo violento, portato con armi pesanti e carri armati, su più settori del fronte, e bravamente respinto dai novorussi. Qual è il suo vero significato? Me lo sono chiesto da subito, e le versioni che sono circolate in seguito non mi hanno soddisfatto pienamente. Secondo tali ricostruzioni si sarebbe trattato di una iniziativa