Breaking news
  • No posts where found

Turchia

Putin non vede l’ora di dare una calmata al falco turco

Idlib è l’ultimo avamposto di Erdogan, ma i combattimenti vanno oltre la Siria – sta prendendo forma un’altra guerra per procura della NATO contro la Russia.   Quel fastidioso “regime di Assad” semplicemente non se ne andrà. La narrativa occidentale sulla Siria dice che il regime sta per “massacrare” le oltre 900 mila persone in fuga dalle zone non realmente di tregua, attorno alle campagne tra Idlib e Aleppo. Come

Fronte di Idlib – Ciò che allarma di più: cosa accadrebbe in caso di Conflitto tra Russia e Turchia

Il conflitto a distanza tra Russia e Turchia nel territorio siriano di Idlib potrebbe generare uno scontro armato diretto di due tra i paesi che posseggono gli eserciti meglio equipaggiati nello scacchiere eurasiatico. Mosca e Ankara sono già di fatto coinvolte in una cosiddetta guerra per procura, appoggiando nel fronte della grande Idlib (provincia di Idlib e Khama, parti delle province di Aleppo e Latakia) forze che si combattono tra

Turchia e Israele: nemici o alleati?

Dopo che Israele fu creato, nel 1948, la Turchia divenne il suo partner più importante nel Medio Oriente. Ankara riconobbe lo stato ebraico già nel 1949, e allacciò relazioni diplomatiche ufficiali, mostrando chiaramente in questo modo la direzione della politica estera turca. I primi due primi ministri israeliani, David Ben-Gurion e Moshe Sharett, parlavano turco. Tuttavia, negli ultimi decenni, le relazioni tra i due paesi sono state spesso caratterizzate dall’alternanza

Gli S-400 russi sono finalmente in Turchia. Come risponderà Washington?

Dal 2017 politici ed esperti si sono chiesti se la Turchia avrebbe comprato il sistema di difesa missilistica russo, nonostante le minacce americane. Oggi questa domanda è stata superata dalla dura realtà: i media turchi hanno infatti diffuso via Twitter il video dell’IL-76, atterrato alla base aerea di Murted vicino ad Ankara. A bordo del cargo russo, i primi componenti del sistema S-400 Triumph SAM. Punto di non ritorno Oggi

Le difficoltà e i problemi della politica estera turca

Il professor Hasan Unal, un scienziato politico di punta con sede ad Istanbul, spiega la geopolitica della sua regione, il Mediterraneo orientale e nel Mar Nero. – di Pepe Escobar (pubblicato su Asia Times, in accordo speciale con l’autore) Quando Vladimir Putin visitò il nuovo sontuoso palazzo presidenziale da 500 milioni di dollari del presidente Erdogan ad Ankara, ha avuto una cosa sola da dire: “sono molto impressionato!”. Il professor

In Turchia, gli USA hanno scelto di combattere con un paese che non ha paura di contrattaccare

Gli Stati Uniti subiranno un brusco risveglio se pensano che la Turchia risponderà docilmente come la Russia ai loro atti di bullismo. Quando nel dicembre del 2016 Barack Obama sequestrò la proprietà dell’ambasciata russa, e cacciò in modo oltraggioso e senza preavviso il personale diplomatico russo e le loro famiglie dagli Stati Uniti, la Russia rispose invitando i bambini del personale dell’ambasciata statunitense in Russia ad una festa di Natale.

La Turchia rottamerà l’accordo sui migranti con l’UE

Il rapporto della Turchia con l’UE e la NATO sembra aver raggiunto nuovi livelli minimi. L’accordo di Ankara con l’UE per contribuire a respingere un’invasione di migranti sta per terminare. Il 13 marzo, il Vice Primo Ministro turco Numan Kurtulmuş ha annunciato [in Inglese] il suo congelamento nel bel mezzo dell’escalation di una disputa sull’accesso dei funzionari turchi nei Paesi Bassi. Anche un altro Vice Primo Ministro, Nurettin Canikli, ha detto che

Russia e Turchia: coerenza contro inaffidabilità

In questa breve analisi e valutazione, considereremo l’Impero Ottomano e la Turchia come un unico concetto, dal momento che attualmente il “neo-ottomanesimo” va di gran moda in Turchia, anche se riflette semplicemente l’arroganza del rigor mortis post-imperiale di un impero che è morto formalmente nel 1923. Prima di esaminare gli ultimi anni, va notato che, anche quando l’impero russo era in uno stato di debolezza, ha vinto la maggior parte

Ambasciatore russo assassinato: rappresaglia, ma di chi?

Pochi giorni dopo la liberazione della città della Siria settentrionale di Aleppo, l’ambasciatore russo in Turchia, Andrej Karlov, è stato ucciso mentre teneva un discorso in una galleria d’arte nella capitale della Turchia, Ankara. L’assassino, identificato come un ex agente della polizia turca, ha eseguito il familiare gesto del dito puntato verso il cielo utilizzato dalle organizzazioni terroristiche che operano nella vicina Siria, incluso il Fronte al-Nusra e l’autoproclamato “Stato

Erdogan gioca con gli Stati Uniti e la Russia

Da almeno due anni, la Turchia di Recep Tayyip Erdogan sta spingendo per la creazione di “zone sicure”nel nord della Siria. Questa settimana, quando i carri armati, gli aerei da guerra e le forze speciali turche hanno preso il controllo di parte del territorio siriano, sembra che il governo di Ankara sia in grado di raggiungere quest’obbiettivo. Non solo, ma il presidente turco è riuscito a coinvolgere Washington, mostrando di