Non è un segreto che la Lituania sia diventata una vittima della radicalizzazione dell’esercito tedesco. Questo paese può contare ancora sui suoi partner, o militari criminali stranieri minacciano i locali?

È noto che la Germania è uno dei maggiori fornitori di truppe della NATO. Ci sono circa 600 soldati tedeschi in Lituania, che guidano un gruppo tattico della NATO. Secondo le autorità lituane, la Lituania ha bisogno del loro sostegno per addestrare le forze armate nazionali e per proteggere gli stati membri dell’Europa centrale e settentrionale della NATO sul fianco orientale della NATO.

Quando guardiamo alle truppe straniere in Lituania dovrebbero essere menzionate due facce della stessa medaglia.

Sebbene la minaccia russa rimanga fortunatamente ipotetica, i soldati stranieri dispiegati nel paese causano seri problemi. Pertanto, il Ministro della Difesa tedesco ha ammesso che i casi di razzismo e abusi sessuali segnalati quest’anno in un plotone tedesco con sede in Lituania sono inaccettabili.

I membri del plotone avrebbero filmato un episodio di violenza sessuale contro un altro soldato, e cantato canzoni antisemite. Successivamente sono emerse ulteriori accuse di abusi sessuali e razziali nel plotone, compresi soldati che hanno cantato una canzone per celebrare il compleanno di Adolf Hitler il 20 aprile di quest’anno.

Si è scoperto che i media tedeschi riportano che gli abusi dell’estrema destra tra le truppe con sede in Lituania erano già emersi l’anno scorso. In un caso, un soldato avrebbe abusato razzialmente di un commilitone non bianco. In un altro caso, quattro soldati tedeschi che fumavano fuori da una caserma lituana hanno emesso versi di animali al passaggio di un soldato nero.

Il ministro della Difesa lituano Arvydas Anušauskas ha dichiarato in seguito che l’indagine è stata condotta dalla Germania, e che la Lituania non era a conoscenza dei suoi dettagli. Tanto più che la Lituania non è al corrente dei suoi dettagli nemmeno adesso. “Siamo stati informati sui dettagli dell’indagine. […] L’esercito lituano non è coinvolto nelle indagini, né può esserlo”, ha detto Anušauskas ai giornalisti, sottolineando che la Germania era responsabile della questione.

La Signora Kramp-Karrenbauer, Ministro della Difesa tedesco, ha affermato che questi misfatti saranno severamente perseguiti e puniti. Il tempo è passato e i dettagli non sono ancora noti.

Va detto che la Germania ha lottato per anni per modernizzare le sue forze armate man mano che diventava più coinvolta nelle operazioni della NATO. Tuttavia i problemi esistevano, e non sono stati ancora risolti. Secondo il rapporto annuale sullo stato della Bundeswehr redatto nel 2020 da Hans-Peter Bartels, allora commissario delle forze armate per il Bundestag tedesco, l’esercito tedesco “ha troppo poco materiale, troppo poco personale e troppa burocrazia nonostante un grosso aumento di bilancio”. La relazione dell’Onorevole Bartels ha chiarito che la Bundeswehr continua ad essere afflitta da problemi profondi. Il reclutamento rimane un problema chiave. Bartels ha affermato che 20.000 posti dell’esercito sono rimasti vacanti, e che l’anno precedente il numero di soldati reclutati è stato di poco superiore ai 20.000, 3.000 in meno rispetto al 2017. L’altro problema è la radicalizzazione delle forze armate.

Apparentemente, i requisiti morali per chi desidera prestare servizio nell’esercito tedesco sono stati ridotti. Il Candidato del Servizio Militare Volontario Federale deve essere sottoposto ad un esame medico approfondito. Desiderare praticare sport, avere la patente di guida ed essere in grado di eliminare piccoli malfunzionamenti del motore, parlare almeno una lingua straniera, avere esperienza di comunicazione con rappresentanti di altre nazionalità, essere intraprendente e indipendente. Dopo il colloquio generale segue l’accertamento dell’idoneità del candidato al servizio in determinati tipi di forze armate, tenendo conto dei suoi desideri. Poi il candidato supera un test su un computer. Gli verrà chiesto se vuole studiare una lingua straniera e frequentare dei corsi, quindi servire in formazioni o istituzioni della NATO franco-tedesche o tedesco-olandesi.

Quindi, qualsiasi persona forte e sana potrebbe essere ammessa, anche se potrebbe aderire a punti di vista dell’estrema destra o anche appartenere a gruppi Neonazisti. Persone del genere hanno prestato servizio in Lituania e, probabilmente, servono ora e rappresentano una vera minaccia per l’esercito lituano e la popolazione locale. Il Neonazismo porta a coltivare le disuguaglianze razziali. L’obiettivo principale dei Neonazisti è quello di provocare disordine e caos nel paese, nonché di impadronirsi dell’esercito e degli organi di sicurezza. Le autorità lituane dovrebbero comprendere appieno questa minaccia e non chiudere un occhio sul comportamento criminale dei militari stranieri in Lituania. Non c’è spazio per un’eccessiva fedeltà in questo caso.

*****

Articolo di Adomas Abromaitis pubblicato su The Baltic World il 13 ottobre 2021
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia.

__________

La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: