Deborah Haynes        @haynesdeborah

09:01 – 22 lug 2019

 

Jeremy Hunt ha iniziato il suo discorso sulle petroliere e l’Iran davanti al Parlamento del Regno Unito.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

Jeremy Hunt dice che, a seguito del sequestro da parte dell’Iran di una petroliera, verrà istituita una missione di protezione marittima a guida europea per assicurare il passaggio sicuro alle navi commerciali nel Golfo Persico.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

Hunt dice di fare questo annuncio sull’aumento della presenza militare nel Golfo con “il cuore pesante”. Il Regno Unito resta a favore di una diminuzione delle tensioni con l’Iran ma “dobbiamo reagire al mondo attorno a noi così com’è, non come noi vorremmo che fosse”.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

Hunt lancia un monito a Teheran: “Se l’Iran continua su questo sentiero pericoloso deve accettare il prezzo di una maggiore presenza militare occidentale lungo le sue coste” a ragione della protezione che la Gran Bretagna e i suoi alleati forniranno per proteggere la libertà di navigazione per il naviglio mercantile internazionale.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

Un interessante dettaglio sulle azioni che, a seguito delle minacce iraniane verso i mercantili inglesi, la HMS MontRose ha svolto per la protezione nello Stretto di Hormuz delle petroliere ed altre navi mercantili: la nave da guerra inglese ha effettuato 17 transiti (presumibilmente attraverso lo Stretto di Hormuz) assistendo 30 mercantili.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

Questi transiti sono stati effettuati col supporto logistico degli Stati Uniti.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

Importante: gli Stati Uniti hanno fatto una proposta per migliorare la sicurezza marittima nel Golfo a fronte delle minacce iraniane.

Essi, il 24 giugno, hanno richiesto al Regno Unito di contribuire ad una forza marittima.

Questa è diventata una richiesta formale il 30 giugno.

Il Regno Unito ne parlerà con gli Stati Uniti verso la fine di questa settimana.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

Hunt vuole una nuova forza marittima europea per coordinarsi con lo sforzo statunitense volto ad aumentare la sicurezza marittima; da tali parole sembrerebbe che ci saranno due diverse forze. Ciò è interessante e riflette il diverso approccio verso l’Iran da parte di Washington e dell’Europa.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

La forza marittima a guida europea per il Golfo non apparirà domattina: Jeremy Hunt dice che “vi sarà un graduale aumento delle presenze”. L’arrivo previsto il 29 luglio della HMS Duncan (un cacciatorpediniere Type 45) è “il primo passo in questo processo”.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

Hunt ha spiegato perché, nonostante le minacce iraniane, non sia stato fatto di più per fermare la cattura della petroliera con bandiera inglese: egli ha detto che sono stati intrapresi dei passi (come un maggiore impegno nel Golfo della HMS MontRose) ma che il Regno Unito non vuol fare qualcosa che potrebbe diventare come lo “sbandierare uno straccio rosso di fronte al toro” e portare ad una crisi con l’Iran ancora più grande.

 

 

Deborah Haynes        @haynesdeborah

 

Hunt dice che il Regno Unito avrebbe voluto mantenere aperti i canali diplomatici, ma il sequestro della Stena Impero lo costringe ad intraprendere azioni più robuste. Egli dice “penso che iniziare in questo modo sia la cosa più giusta da fare”.

 

*****

Serie di tweet di Deborah Haynes  su Twitter pubblicata il 22 luglio 2019
Traduzione in italiano di Fabio_San per SakerItalia

Condivisione: