Tehran (FNA) – Le Forze Speciali Irachene dicono di aver arrestato diversi consulenti militari stranieri dell’ ISIL, compresi cittadini americani, israeliani e arabi durante un’operazione a Mosul, nella zona settentrionale del paese.

Iraq-Mosul-jpgLe forze irachene han detto di aver recuperato quattro passaporti stranieri da consulenti militari dell’ISIL , passaporti che appartenevano a cittadini americani e israeliani, un altro apparteneva a un cittadino del Consiglio di Cooperazione del Golfo Persico (PGCC).

I consulenti stranieri sono stati arrestati in una operazione militare nel deserto di Tal Abta, vicino alla città di Mosul.

L’anno scorso un collaboratore di primo piano del presidente russo Vladimir Putin ha accusato il Mossad di addestrare terroristi dell’ISIL che operano in Iraq e Siria.

Alexander Prokhanov ha detto che il Mossad è probabilmente responsabile di aver trasferito anche alcune delle loro esperienze nel campo dello spionaggio alla leadership del ISIL, aggiungendo che consiglieri militari israeliani starebbero assistendo i terroristi Takfiri.

Prokhanov ha detto che l’ISIL è un sottoprodotto della politica degli Stati Uniti in Medio Oriente.

“L’ISIL è uno strumento nelle mani degli Stati Uniti. Dicono agli europei che, se noi (gli americani) non interverremo, l’ISIL farà loro del male”, ha detto, aggiungendo che Iran e Russia sono gli obbiettivi primari dell’ISIL.

“Hanno lanciato il loro primo attacco terroristico contro di noi solo pochi giorni fa in Cecenia”, ha detto, sottolineando che l’ideologia dell’ISIS non ha nulla a che fare con la pratica dell’Islam in Iran e altri paesi musulmani della regione medio-orientale.

Prokhanov ha affermato che gli Stati Uniti e Israele sono mano nella mano quando si tratta di dare supporto a organizzazioni terroristiche come l’ISIL.

*****

Traduzione a cura di Sascha per SakerItalia.it