Alle esercitazioni Zapad 2021 [in inglese], che si sono concluse il 13 agosto, le forze cinesi e russe composte da 10.000 uomini hanno dimostrato livelli di interoperabilità senza precedenti, utilizzando un sistema di comando e controllo congiunto. Le esercitazioni hanno visto le truppe russe integrate in formazioni cinesi più grandi, utilizzando veicoli e attrezzature cinesi ed eseguendo operazioni pianificate dall’Esercito Popolare di Liberazione cinese (PLA), con le due parti che hanno dimostrato livelli di coesione senza precedenti, fondamentali per consentirgli di combattere fianco a fianco in una vera situazione di guerra. Un punto culminante notevole delle esercitazioni è stato il dispiegamento da parte della Cina di caccia stealth J-20, che ha segnato la prima volta che sono stati schierati insieme a forze straniere. Il J-20 è entrato a far parte dell’aeronautica del PLA nel marzo 2017, ed è uno dei soli due caccia di quinta generazione in produzione su larga scala in tutto il mondo insieme all’F-35 americano [tutti e tre i link in inglese]. Laddove la Russia ha faticato a sviluppare un caccia di nuova generazione a causa dei ritardi nel suo programma Su-57, la presenza del J-20 simboleggia che il blocco occidentale e i suoi alleati non avranno il monopolio sulle tecnologie dei caccia stealth in caso di un grande conflitto.

Caccia stealth cinese J-20.

Secondo quanto riferito, il J-20 ha guidato un raid aereo sui centri di comando in prima linea nemici e sugli avamposti di osservazione della difesa aerea durante un combattimento simulato, seguito da attacchi di jet JH-7 e artiglieria. I bombardieri cinesi H-6, i caccia J-11 e J-16 e i caccia russi Su-30SM hanno effettuato ulteriori attacchi in seguito. Citando un esperto militare locale, il media statale cinese Global Times ha riferito: “I J-20 hanno sfondato la porta a calci e acquisito la superiorità aerea attaccando con precisione obiettivi di alto valore a terra, e questo è stato il ruolo principale che i J-20 hanno svolto nelle esercitazioni come caccia stealth… Ciò ha permesso alle truppe di terra e ad altri aerei da guerra non stealth di procedere con le loro missioni con molti meno rischi”. Sebbene il J-20 sia stato sviluppato per il combattimento aria-aria, è stata ipotizzata una capacità di attacco di precisione che sfrutta le sue caratteristiche furtive, l’elevata resistenza e i potenti sensori.

Il possibile dispiegamento del J-20 in Russia o per volare a fianco delle forze russe è stato ipotizzato dal 2018 [in inglese], e in futuro rimangono possibili manovre aeree congiunte o persino combattimenti addestrativi tra unità da combattimento cinesi e russe. Ciò potrebbe essere particolarmente vantaggioso per l’aeronautica russa, che sarà in grado di addestrarsi con e contro caccia stealth per consentirle di sviluppare contromisure da utilizzare contro l’F-35 e altri jet stealth occidentali. Con le forze cinesi e russe integrate per la prima volta in un’unica struttura di comando, il dispiegamento del J-20 potrebbe potenzialmente essere inteso a mostrare alle forze russe i vantaggi di combattere a fianco del PLA con queste modalità – vale a dire concedendo l’accesso ad equipaggiamenti molto avanzati che solo Cina e Stati Uniti attualmente mettono in campo.

*****

Pubblicato su Military Watch Magazine il 14 agosto 2021
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia.

[le note in questo formato sono del traduttore]

__________

La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: