Una società di difesa russa afferma che sta sviluppando un nuovo missile aria-aria a corto raggio chiamato Izdelie 300M. Si dice che l’arma, prodotta da Vympel NPO, sia letale quanto il missile AIM-9X Sidewinder di fabbricazione statunitense.

La Vympel NPO, con sede a Mosca, è una società di ricerca e produzione nota per lo sviluppo di missili aria-aria, sia a corto che a lungo raggio.

Nata nell’era sovietica come OKB (ufficio di progettazione sperimentale), l’azienda della difesa fa parte della società madre JSC Tactical Missiles Corporation (KTRV) e produce missili antimissile e sistemi missilistici antiaerei.

Image result for air to air missiles

Un missile aria-aria (AAM) viene lanciato da un aereo allo scopo di distruggere un altro bersaglio aereo. Questi missili sono tipicamente alimentati da uno o più motori a razzo, che di solito sono alimentati a combustibile solido, ma talvolta anche a combustibile liquido.

Gli AAM sono classificati in due categorie: missili a corto raggio, e missili a medio o lungo raggio. I missili a corto raggio o “entro il raggio visivo” (SRAAM o WVRAAM) sono missili progettati per ingaggiare aerei avversari a distanze inferiori ai 30 chilometri.

Image result for air to air missiles

Gli AAM sono conosciuti come missili per il “combattimento aereo” [dogfight] per la loro capacità di ottimizzare l’agilità piuttosto che la gittata. La maggior parte dei missili a corto raggio utilizza la guida ad infrarossi, e sono chiamati missili a ricerca di calore.

D’altra parte, i missili a medio o lungo raggio (MRAAM o LRAAM), che rientrano entrambi nella categoria dei missili oltre il raggio visivo (BVRAAM), si basano sulla guida radar.

Secondo gli input forniti da Air Force Technology, alcuni dei missili aria-aria più efficaci noti all’umanità includono il Meteor, l’IRIS-T (Infrared Imaging System-Tail/Thrust Vector Controlled) e il missile AIM-9X Sidewinder.

Image result for aim-9x

Il missile AIM-9X Sidewinder.

Secondo la Vympel NPO, il nuovo missile del progetto Izdelie 300M è correlato ad un progetto precedente che avrebbe fornito prestazioni simili a quelle dei missili come l’AIM-9X Sidewinder o l’Advanced Short-Range Air-Air Missile europeo, o AIM-132 ASRAAM.

Le rivelazioni riguardanti il nuovo progetto sono state fatte in una recente edizione della rivista interna appartenente alla Vympel.

La società della difesa nella sua pubblicazione aziendale ha confermato che stava svolgendo attività di ricerca e sviluppo sul progetto Izdelie 300M.

La parola russa “izdelie” significa “articolo” ed è utilizzata come prefisso per la maggior parte dei programmi missilistici in fase di sviluppo nel paese. D’altra parte, la “M” utilizzata in “Izdelie 300M” denota un design che è stato “modernizzato”.

“Quest’anno, una serie di ricerche scientifiche e di lavoro di progettazione è stata intrapresa all’interno della fondazione sviluppi futuri, con l’obiettivo di creare una sezione tecnico-scientifica per le future innovazioni all’interno dell’Ordine di Armi dello Stato, e anche aumentare il potenziale di esportazione degli articoli consegnati dall’azienda”, si legge nell’articolo pubblicato sulla rivista della Vympel NPO.

“Il nuovo lavoro include la creazione di uno schema per il futuro Izdelie 300M, la ricerca sulle caratteristiche balistiche di articoli con installazioni di motori combinati (propulsione), e anche la valutazione sperimentale dell’effetto dei cambiamenti nella disposizione delle antenne sulle caratteristiche principali delle testate a ricerca radar”.

L’articolo menziona che l’azienda ha collaborato con “varie organizzazioni di ricerca scientifica del settore”, nonché l’Università Tecnica Statale Moscovita N. Ė. Bauman, su questi progetti.

Image result for air to air missiles

Secondo un esperto di difesa, Thomas Newdick, la designazione Izdelie 300M potrebbe essere nuova, ma suggerisce chiaramente una continuazione di un precedente programma avanzato di missili aria-aria a corto raggio noto con il nome di “Izdelie 300”.

Il missile più vecchio, noto in alternativa come Vympel K-30, è stato sviluppato negli anni ‘90, ed era destinato a succedere ai missili Vympel R-73.

Non sono stati ancora rilasciati ulteriori dettagli sulle prestazioni del nuovo Izdelie 300M dalla Vympel. Tuttavia, secondo Newdick, l’originale Izdelie 300 avrebbe dovuto avere un nuovo sensore di immagini a infrarossi.

La funzione avrebbe migliorato le capacità del missile di colpire obiettivi due volte più lontani rispetto ai missili R-73 originari.

*****

Articolo di Mansij Asthana pubblicato su The Eurasian Times l’8 febbraio 2021
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia.

__________

La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: