Qualsiasi commento in violazione delle seguenti regole sarà immediatamente rimosso:

1) Assolutamente non fate alcun uso delle LETTERE MAIUSCOLE (sarà considerato come “URLARE”).

2) Tutti i commenti devono risultare impeccabilmente cortesi verso di me, l’autore del blog, qualsiasi autore ospitato e tutti gli altri commentatori. Nessun attacco personale o ad hominem. Commenti che insultano l’1% della plutocrazia regnante nell’Impero AngloSionista sono permessi e incoraggiati.

3) Qualsiasi commento studiato per farmi arrabbiare raggiungerà il suo scopo e sarà rimosso con rabbia.

4) Non sono permessi commenti razzisti, inclusi quelli di tipo nazista od ebraico.

Eccovi la mia definizione di “razzista”:

Primo: secondo la mia opinione il razzismo non é tanto la credenza che i vari gruppi umani differiscano gli uni dagli altri ma la credenza che le differenze tra i vari gruppi umani siano maggiori che quelle tra gli individui dello stesso gruppo. Prendiamo ad esempio gli incroci canini: ci sono maggiori differenze tra i cani dello stesso incrocio che tra i vari incroci di cani.

Secondo: il razzismo è anche una credenza che le caratteristiche biologiche del tuo gruppo in qualche modo predeterminino le tue azioni/scelte/valori di vita.

Terzo: spesso ma non sempre il razzismo si erge a gerarchia tra i gruppi umani (ariani germanici rispetto a slavi o ebrei, ebrei rispetto a gentili, ecc). Credo che Dio abbia creato tutti gli esseri umani con lo stesso scopo; di essere tutti “fratelli in Adamo”, che tutti noi condividiamo equamente l’immagine (eterna ed essendo potenzialmente perfetta) di Dio (contrariamente alla nostra rassomiglianza con Lui che é la nostra temporanea, individuale cangevole condizione).

5) Qualsiasi commento che, in modo deliberato e sottointeso, mal rappresenti ciò che scrivo sarà immediatamente rimosso. Non risponderò ad alcun argomento strampalato.

6) Qualsiasi commento in inglese che richieda l’assenza dell’articolo “the’” davanti a “Ukraine” sarà spedito dove merita: nel cestino.