Questo è il seguito dell’attacco missilistico Tochka-U di ieri alla stazione ferroviaria di Kramatorsk. La Russia non ha missili Tochka [entrambi i link in inglese] mentre l’Ucraina, la Bielorussia e molti altri stati li usano ancora.

Ora ci sono ulteriori prove che il missile sia stato lanciato dalle forze ucraine. I fatti non contano nei media “occidentali”, che si attengono a qualunque storia gli venga detto di produrre. Tuttavia, credo che i fatti contino almeno sul lungo termine, e che ci sia un valore storico nel documentarli.

Il Tochka-U è un missile tattico con una portata massima di circa 120 chilometri. Viene in genere sparato da un veicolo trasportatore, erettore, lanciatore (TEL) con poco bisogno di preparativi.

Il veicolo TEL per il Tochka è un BAZ 5921/5922 a sei ruote [in inglese]. Questi sono telai anfibi con scafo galleggiante. L’immagine sotto mostra un BAZ TEL in modalità da parata con un missile Tochka leggermente eretto. Nella modalità da trasporto normale il missile giace orizzontalmente sotto un tetto protettivo.

Ci sono state diverse affermazioni di simili veicoli in Bielorussia o fra le forze russe in Ucraina. Ma non si può dire che tutti i veicoli BAZ a sei ruote siano un TEL per un missile Tochka o un trasportatore di Tochka. Ci sono varie varianti somiglianti del veicolo con radar o apparecchiature di comunicazione o semplicemente utilizzate come trasportatori per tutti i tipi di merci.

Il missile Tochka, sotto in posizione di tiro, è costituito da un motore a razzo, quattro alette e griglie per dirigere la sua rotta, un compartimento di combustibile solido e una testata. Un missile completo pesa circa 2.000 chilogrammi.

Sono disponibili vari tipi di testate che pesano circa 500 chilogrammi ciascuna.

La testata usata a Kramatorsk è una a frammentazione con 20 munizioni secondarie (in grigio) ciascuna con circa 7,5 chilogrammi di esplosivo.

Queste munizioni secondarie vengono espulse ed esplodono mentre sono ancora in aria, e ciascuna crea circa 800 frammenti. La testata quindi non lascia alcun buco nel terreno ma espelle un numero enorme di frammenti di metallo mortali ad alta velocità su un’area relativamente ampia. I missili Tochka non sono molto precisi. Hanno una probabilità di errore circolare (CEP) di circa 150 metri. Sono cosiddette armi da area da utilizzare contro le concentrazioni di fanteria o veicoli non corazzati.

Dopo essere stato sparato, il motore a razzo spinge la testata verso la sua destinazione. Poco prima dell’impatto, la testata si separa dalla sezione del razzo e continua il suo percorso, mentre il motore del razzo si spegne. Avendo perso la spinta e la punta aerodinamica, la sezione del booster cadrà a terra. Se tutto funziona come previsto, la sezione booster cade prima della testata.

Il che ci porta sulla scena di Kramatorsk. Diverse immagini della scena mostrano la sezione booster del missile.

Il luogo in cui è atterrata è stato geolocalizzato vicino ad un parcheggio a circa 60 metri a ovest-sud-ovest della stazione ferroviaria. Ecco la visualizzazione di Google Maps dell’area della stazione ferroviaria. Le esplosioni della testata sono avvenute sul lato est della stazione sopra la piattaforma di partenza.

La posizione dei detriti del booster e il luogo in cui è avvenuta l’esplosione consente di indicare la traiettoria da cui è stato lanciato il missile. Ho controllato le posizioni illustrate di seguito e le ho trovate corrette.

Il nord è in alto. La stazione è nel cerchio rosso e il punto è dove è atterrata la sezione del motore. La freccia mostra la traiettoria che il missile deve aver preso.

Ah, la mappa ha annotazioni in russo, e non vi fidate delle fonti russe? Bene, ecco il New York Times che pubblica una mappa simile.

Ecco una mappa di Liveuamap che descrive le attuali linee del fronte in Ucraina. Kramatorsk è contrassegnato in giallo.

Si noti che non ci sono forze russe o alleate a ovest-sud-ovest di Kramatorsk entro la portata massima di 120 km di un missile Tochka. Il missile deve essere stato lanciato dalle forze ucraine.

Non sorprende che l’esercito russo sia giunto alla stessa conclusione:

Un’analisi del raggio di ingaggio della testata, così come della posizione caratteristica della sezione di coda del missile Tochka-U, confermano chiaramente che è stato lanciato da una direzione sud-occidentale lontano da Kramatorsk.

Secondo i rapporti dell’intelligence, una delle divisioni della 19a Brigata Missilistica armata con sistemi missilistici Tochka-U al momento dell’attacco a Kramatorsk si trovava vicino a Dobropol e nella regione di Donetsk, 45 km a sud-ovest di Kramatorsk.

Questa zona è ancora sotto il pieno controllo delle truppe militari ucraine nel Donbass.

Le prove pubblicamente disponibili mostrano che l’esercito ucraino deve aver sparato il missile che ha ucciso circa 50 civili ucraini a Kramatorsk.

L’unico scopo dell’attacco che mi viene in mente era creare propaganda che, se diffusa come “attacco russo” attraverso i media “occidentali”, creerà altro sostegno militare per l’Ucraina.

Tutti coloro che esortano a dare più armi all’Ucraina o che la incoraggiano a continuare questa guerra sono colpevoli di dare impulso ad altri incidenti come quello visto a Kramatorsk.

*****

Pubblicato su Moon of Alabama il 9 aprile 2022
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia.

[le note in questo formato sono del traduttore]

__________

La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: