Le autorità della DNR confermano la morte di Arsenj Pavlov, nome di battaglia Motorola, in un attentato presso la sua abitazione. Motorola aveva 33 anni e lascia la moglie Elena e due figli. Nato ad Uchta nella Repubblica di Komi aveva partecipato alla primavera russa nel 2014 sin dai primi giorni: prima a Kharkov, poi a Slovjansk, difendendo la linea del Severodonetsk al comando della sua formazione, la Brigata Sparta. Protagonista delle grandi battaglie dell’estate 2014 e poi, assieme all’amico Givi, della presa dell’aeroporto di Donetsk nell’inverno. Per il coraggio e l’abilità era stato promosso tenente colonnello della DNR. La sua scomparsa giunge nel momento in cui la popolazione del Donbass iniziava a sperare quella vita normale in una terra libera per cui Arsenj è vissuto ed è morto. Preghiamo perché non sia stato invano.