Il tentativo di sfondamento dei Fanti di Marina della 36a Brigata delle forze armate ucraine nella città di Mariupol sembrava inizialmente un suicidio di massa.

Ma quando hanno iniziato ad apparire i primi prigionieri, è stato subito chiaro che le persone sono state usate all’oscuro di tutto. E non sapevano che sarebbero andati a morte certa.

Sono stato uno dei primi a parlare con i militari che hanno fatto irruzione nella colonna dalla fabbrica Ilyich. E le risposte sono state scioccanti.

La direzione dell’uscita menzionata dai Fanti di Marina, vivi per miracolo, era il villaggio di Zachatovka, e questo insediamento era già nelle retrovie profonde della DPR. E per arrivarci la colonna doveva passare decine di chilometri sotto il fuoco della nostra artiglieria.

Ma lo scopo principale di questo sfondamento si è chiarito solo di recente – dopo che ho messo le mani su un video operativo delle forze speciali della DPR, in cui i nostri militari hanno ingaggiato uno scontro a fuoco con un gruppo di truppe ucraine.

Le forze speciali della DPR hanno impedito un tentativo di salvataggio da parte del comando supremo della 36a Brigata di Fanteria Marina delle Forze Armate ucraine.

Durante la battaglia sono stati uccisi fino a 50 militari, inclusi cinque alti ufficiali della direzione della brigata, e altri 42 si sono arresi.

Durante l’ispezione del luogo dello scontro, il corpo del comandante della 36a Brigata Separata di Fanteria di Marina, il Colonnello Vladimir Anatolevich Baranyuk, è stato trovato tra i morti: sono stati trovati i suoi effetti personali e le armi.

Vladimir Baranyuk

Vladimir Baranyuk è stato nominato comandante della 36a Brigata di Fanteria di Marina non molto tempo fa, meno di un anno fa, nel settembre 2021. Già durante le battaglie per Mariupol, Zelenskyj gli ha conferito il titolo di Eroe dell’Ucraina. Uno dei fatti notevoli della sua biografia: nel 2014 è stato vicecomandante del 1° Battaglione Separato di Fanteria di Marina nella città di Feodosia. Poi ha deposto le armi senza combattere. Dopo il riconoscimento della Crimea come russa, è tornato in Ucraina, dove la sua carriera militare è andata rapidamente in salita.

Per salvare Baranyuk e molti altri alti ufficiali, lo Stato Maggiore delle forze armate ucraine ha deciso di inviare a morte certa quasi 1.500 Fanti di Marina. E questo è tutto il cinismo di questa cosiddetta operazione.

La maggior parte delle truppe ucraine che hanno sfondato sono sopravvissute solo grazie all’eccellente lavoro della nostra intelligence. Poiché questo piano per l’omicidio deliberato da parte di Kiev dei suoi militari era noto in anticipo al nostro comando, e il compito era, se possibile, di non eliminare coloro che sfondavano, ma di metterli all’angolo e catturarli. Su 1.500 persone, si è riuscito a costringere poco più di 1.300 soldati a deporre le armi.

*****

Articolo di Andrej Rudenko pubblicato su Stalker Zone il 18 aprile 2022
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia.

__________

La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: