Il punto sui missili ipersonici è che si suppone che sia impossibile difendersi dai loro attacchi. Da quando la Russia ha iniziato a propagandare il suo arsenale sperimentale due anni fa, la prospettiva di armi devastanti in grado di viaggiare a Mach 5, o almeno due chilometri al secondo, ha tenuto i generali del Pentagono svegli la notte.

“La minaccia ipersonica è reale, non immaginaria”, ha dichiarato il Tenente Generale dell’aeronautica Samuel Greaves a una conferenza sulla difesa a Washington nel 2018. “I commenti di Greaves arrivano tra notizie secondo le quali la Russia sarà in grado di mettere in campo un veicolo di rientro ipersonico, un’arma dalla quale nessun paese può difendersi, nel 2020”, sottolineava [in inglese] un rapporto dell’epoca in modo allarmante.

La super arma “inarrestabile”… Ma il presidente russo Vladimir Putin ora afferma che il Cremlino avrà presto la tecnologia per difendersi da essa – mentre sempre più informazioni vengono lentamente rivelate [in inglese] riguardo al programma ipersonico multimiliardario del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Putin ha fatto nuovi commenti domenica:

È molto probabile che avremo i mezzi per combattere le armi ipersoniche quando i principali paesi del mondo avranno tali armi”, ha affermato [in inglese] all’agenzia di stampa RIA.

I media statali russi hanno inoltre affermato che Putin ha fatto riferimento ad un’emergente “corsa agli armamenti” ipersonici.

Il presidente russo ha affermato che i rivali della Russia saranno presto “sorpresi” quando apprenderanno che le forze armate russe saranno in grado di “combatterli”. Le parole di Putin, come trasmesse da RT, sono state parafrasate come segue [in inglese]:

Altre nazioni stanno progettando frettolosamente le proprie armi ipersoniche – ma quando le acquisiranno, le forze armate russe avranno imparato a proteggere il paese da esse, ha detto il presidente Vladimir Putin.

Le potenze militari leader del mondo riusciranno alla fine a sviluppare armi ultraveloci, ha dichiarato il presidente Vladimir Putin alla TV Rossija-1. Nel frattempo, la Russia, che sembra guidare la corsa al dominio ipersonico, non sarà colta alla sprovvista una volta che ciò accadrà, ha promesso.

Penso che possiamo piacevolmente sorprendere i nostri partner per il fatto che quando avranno queste armi, avremo i mezzi per combatterle, con un alto grado di probabilità.

Precedenti rapporti dell’intelligence statunitense avevano predetto che la Russia avrebbe potuto possedere armi ipersoniche in servizio entro la metà del 2020; tuttavia, a questo punto sembra improbabile date le recenti apparenti battute d’arresto nei test ipersonici della Russia [entrambi i link in inglese].

Quei precedenti rapporti descrivevano anche “un’arma russa dalla quale gli Stati Uniti non sono attualmente in grado di difendersi…” che in precedenza è stata sottoposta a test di successo, vale a dire il missile ipersonico in grado di trasportare una testata nucleare soprannominato Avangard. Putin aveva precedentemente definito [in inglese] l’Avangard “invincibile”.

Ma supponendo che le più recenti osservazioni di Putin sulle armi ipersoniche siano quasi esatte – che la Russia è vicina a essere in grado di difendersi dai missili ipersonici – questo sarebbe un vero vantaggio rivoluzionario senza paralleli, che si tratti di programmi sperimentali della Cina o dell’America.

*****

Articolo di Tyler Durden pubblicato su Zero Hedge il 15 giugno 2020
Traduzione in italiano a cura di Raffaele Ucci per Saker Italia.

[le note in questo formato sono del traduttore]

__________

La redazione di Saker Italia ribadisce il suo impegno nella lotta anti-mainstream e la sua volontà di animare il dibattito storico e politico. Questa che leggerete è l’opinione dell’autore; se desiderate rivolgere domande o critiche purtroppo questo è il posto sbagliato per formularle. L’autore è raggiungibile sul link dell’originale presente in calce.

L’opinione dell’autore non è necessariamente la nostra. Tuttavia qualsiasi commento indecente che non riguardi l’articolo ma l’autore, sarà moderato, come dalle regole in vigore su questo sito.

Condivisione: