Breaking news
  • No posts where found

Tag "Al-Qaeda"

Situazione operativa sui fronti siriani del 16-12-2017

Situazione importante quella che andiamo ad esaminare oggi. Questa è stata una settimana impegnativa, non tanto sul fronte delle battaglia, quanto sulla battaglia mediatica e diplomatica che si è sviluppata a partire dal giorno 12-12-2017. Iniziamo a vedere la situazione sui fronti attivi e poi passeremo alla guerra delle dichiarazioni. Fronte di Idlib La sacca di Idlib è sempre più al centro delle attenzioni da parte della alleanza siriana contro

Sitrep con Stefano Orsi Nr.016

Nella puntata di oggi parleremo di tre fronti attivi in Siria e degli sforzi della diplomazia russa nell’area medio-orientale. In particolare Stefano ci parlerà del viaggio di Putin di due giorni fa. Volato a Latakia per dichiarare vinta la guerra all’ISIS, Putin è partito immediatamente alla volta del Cairo per incontrare Abdel Fattah el-Sisi. Successivamente ha incontrato Erdogan ad Ankara. Esamineremo insieme cosa c’è dietro queste visite e quali sono

Il Medio Oriente sta rischiando di pagare un prezzo troppo alto per l’omicidio di Abdullah Saleh

Alla fine di novembre è scoppiata una grave crisi in Yemen, quando il precedente presidente Ali Abdullah Saleh ha annunciato la sua intenzione di dare il via ai negoziati con la coalizione guidata dall’Arabia Saudita, che sta tentando di sottomettere lo Yemen a forza di bombardamenti. Questo ha portato il movimento Houthi ad accusare di tradimento il loro ex alleato, che avevano sostenuto nella lotta contro il presidente fuggitivo Abd-Rabbu

Situazione operativa sui fronti siriani del 8-12-2017

Attendavamo ormai da settimane di poter annunciare la completa liberazione della parte occidentale della valle del fiume Eufrate, finalmente possiamo farlo. Con la liberazione di Al Jalaa, ultimo villaggio di una certa dimensione in mano all’ISIS (gli altri più piccoli non sono stati in grado di opporre resistenza),  l’attenzione siriana ora si sposta principalmente sui fronti di Idlib e secondariamente su quelli del Golan siriano e di Daraa. Israele ha

Rivelati i piani sauditi per rinunciare alla Palestina a favore della guerra all’Iran

I despoti dell’Arabia Saudita hanno sviluppato un piano che svende la Palestina. Gli è necessario al fine di ottenere l’appoggio degli Stati Uniti per la loro fanatica campagna contro ciò che percepiscono come il nemico, l’Iran. Un rapporto interno saudita, trapelato al giornale libanese Al-Akhbar, rivela i suoi elementi principali. (Nota: la veridicità del rapporto non è stata confermata. In teoria potrebbe essere una “trappola” fatta da altri. Ma Al-Akhbar

Una carestia di massa e una guerra incostituzionale: i crimini americano-sauditi in Yemen

La redazione del New York Times ha recentemente assunto [in inglese] una posizione insolita, denunciando quelli che vengono definiti “crimini di guerra” di un alleato degli Stati Uniti, in una guerra alla quale il governo degli Stati Uniti partecipa attivamente militarmente. “I sauditi cercano di sottomettere lo Yemen con la fame”, era il titolo, e non era un’esagerazione. Come ha notato il Times, ci sono quasi sette milioni di persone nello

Situazione operativa sui fronti siriani al 23-11-2017

  Man mano che passano i giorni, i progressi dell’esercito siriano, e di quello iracheno oltre il confine, avvicinano la definitiva scomparsa del Daesh dal Medio Oriente, scomparsa nel senso di territorio sotto il suo controllo; ben inteso, non ci facciamo illusioni che a livello di jihadisti arruolati molti di essi avranno già fatto ritorno in Europa, o nei loro Paesi natali, e altri si apprestino a seguirli. Presto comunque

Situazione operativa sui fronti siriani e medio orientali del 10-11-2017

Eccoci all’appuntamento con la SITREP dei fronti siriani: oggi dobbiamo registrare un ampliamento dei nostri “orizzonti geopolitici”, per citare il compagno Luciano Bonazzi che ringrazio per la visibilità e ridondanza che garantisce alle nostre analisi proponendole ai suoi lettori sulla sua pagina blog. Purtroppo siamo costretti dagli eventi a seguire anche due crisi contemporanee a quella siriana, la prima in Arabia saudita, e la seconda tre il Libano e la

Riassunto sulla Siria – l’ISIS perde il controllo del suo ultimo rifugio urbano

Clicca qui per ingrandire Oggi l’Esercito arabo siriano ha liberato la città di Deir Ezzor dall’ISIS. L’ultima resistenza si è conclusa durante la notte. I restanti combattenti dell’ISIS hanno cercato di fuggire verso nord oltre l’Eufrate, verso la zona in mano alle forze per procura americane, ma la maggior parte di essi non c’è riuscita. Ci vorrà ancora qualche giorno per rimuovere gli ordigni improvvisati rimasti in città e per mettere

Svelate le mire imperialiste americane in Niger

L’uccisione di quattro soldati illustra il crescente militarismo in tutto il continente Non c’è stata alcuna discussione sostanziale all’interno dei media statunitensi controllati dalle corporazioni e dal governo, sul perché Washington stia accelerando la sua presenza nello stato dell’Africa occidentale del Niger. Le notizie sulla morte di quattro Berretti Verdi si concentrano esclusivamente sulle nozioni di una “guerra al terrorismo” che ormai sta raggiungendo il continente africano. Successivamente la controversia