Tag "Andrea Rocchelli"

Cosa si scrive in Italia sul caso Markiv e sui Neonazisti ucraini che hanno combattuto nel Donbass

In Italia il forte scandalo per l’arresto del “gruppo ucraino” armato fino ai denti, che è stato accusato di aver tentato di assassinare il vice primo ministro locale, Matteo Salvini, guadagna slancio. La detenzione degli italiani che hanno combattuto nel Donbass, insieme al caso del soldato della Guardia Nazionale Markiv, che è stato condannato a 24 anni per l’omicidio del giornalista italiano Andrea Rocchelli nel Donbass, possono entrambi danneggiare la

Odessa, 2 maggio 2014, un massacro impunito

Oggi è il 2 Maggio, per molti di voi significa poco, alcuni diranno che significhi che domani sarà il tre, e poi il 4 di maggio, ma non importa, non vi biasimo, nessun telegiornale ne parla o ricorda questa data. Eppure per me significa molto. Il 2 maggio di 4 anni fa si consumava uno dei più efferati e sanguinosi delitti della storia recente. Parlo del massacro avvenuto nella Casa

Omicidio Rocchelli: la Versione della Procura

Pubblichiamo in estratto la trascrizione dei passi più significativi della conferenza stampa della Procura della Repubblica di Pavia all’indomani dell’arresto, a Bologna, dell’Italo Ucraino Vitalij Markiv, accusato di aver preso parte all’omicidio di Andrea Rocchelli e di Andrej Mironov a Slovyansk il 24 maggio 2014. Una ricostruzione completa delle risultanze attualmente note è già stata effettuata da Luigi De Biase sulla newsletter Volga. Le dichiarazioni degli inquirenti sono comunque, come