Tag "Andrej Martjanov"

Altri sviluppi tettonici in corso

In primo luogo, c’è il comportamento folle della Germania. Piuttosto che ripetere tutto qui, vi indicherò semplicemente l’articolo di Andrej Martjanov [in inglese]: https://smoothiex12.blogspot.com/2021/09/drifting-apart.html ===>>>A proposito, consiglio a tutti i miei lettori di controllare il blog di Martjanov ogni giorno!<<<=== Poi c’è questo: la Corea del Nord sta testando un missile ipersonico https://asia.nikkei.com/Spotlight/N-Korea-at-crossroads/North-Korea-claims-test-of-defense-busting-hypersonic-missile e https://www.japantimes.co.jp/news/2021/09/29/asia-pacific/north-korea-hypersonic-missile/ [entrambi i link in inglese] Alcuni “esperti” occidentali hanno dichiarato che il test “potrebbe” essere

Alcuni commenti essenziali sull’operazione psicologica Navalnyj

Cari amici, Oggi inizierò riferendovi di un post del mio amico Andrej Martjanov sull’assurda vicenda di Navalnyj, che Andrej ha giustamente chiamato “Non vorrei nemmeno farci un post” [in inglese]. Diamine, anch’io avevo deciso di fare così poiché, francamente, l’intera narrativa occidentale su di lui è così falsa, così totalmente fuori dalla realtà, che la mia prima inclinazione era quella di “tirare lo sciacquone” e affrontare questioni più urgenti. Ho

NATO ed UE stanno mandando un “messaggio” alla Russia. Di nuovo.

Ho vissuto la maggior parte della mia vita in Europa, e anche se quando mi sono trasferito negli Stati Uniti (2002) l’Europa era già in pessime condizioni, quello che vedo accadere lì ora non finisce mai di stupirmi. In effetti, mi chiedo se gli europei o, più precisamente, i leader europei siano impazziti completamente. O forse hanno una sorta di desiderio di morte? La prima cosa che mi stupisce assolutamente

Recensione del libro “La (vera) Rivoluzione negli Affari Militari” di Andrej Martjanov

L’anno scorso ho recensito il libro di Andrej Martjanov “Perdere la Supremazia Militare: la Miopia della Pianificazione Strategica Americana” per Unz Review. In quel libro, Martjanov spiega perché è finita l’era delle facili vittorie statunitensi su paesi praticamente indifesi, e che cosa significa questo per i pianificatori delle forze statunitensi. Quest’anno è un immenso piacere recensire il suo ultimo libro “La (vera) Rivoluzione negli Affari Militari”. Consentitemi di dire immediatamente

Putin, Israele e l’Il-20 abbattuto

Ieri (19 settembre), ho provato a postare un breve commento che suggeriva che prima di saltare alle conclusioni su qualsiasi cosa, dovremmo aspettare che vengano fuori i fatti, ma inutilmente. Il coro di “Putin è uno zerbino!!”, “bombardate Israele!!” e simili follie sta continuando, più forte che mai. Leggendo quelle sciocchezze assurde, ho voluto lanciare uno slogan, qualcosa come “Nemici degli ebrei e odiatori di Putin – unitevi!”, ma poi

Dare un senso ad alcune voci sugli aerei, i carri armati e le portaerei russe

I russi sono particolarmente bravi in alcune cose, e non così bravi in altre. Una delle cose in cui i politici russi sono ancora terribili, è evitare i disastri autoinflitti in termini di pubbliche relazioni. Ricordate come i funzionari russi hanno gestito male l’intero argomento “S-300 per la Siria” (se no, allora date un’occhiata alla “parte sei” di questa analisi)? Qualcosa di simile sta accadendo di nuovo, ma questa volta

Sfatare due miti americani

Ci sono due miti, profondamente impressi nelle menti della maggior parte degli americani, che sono estremamente pericolosi e che possono portare ad una guerra con la Russia. Il primo mito è il mito della superiorità militare statunitense. Il secondo mito è il mito dell’invulnerabilità statunitense. Credo che sia fondamentale sfatare questi miti prima che finiscano per costare milioni di vite e indicibili sofferenze. Nel mio ultimo pezzo per Unz Review