Breaking news
  • No posts where found

Tag "Annuncio"

SakerItalia cerca volontari per organizzare i sottotitoli!

Signore e Signori buongiorno, Purtroppo da 3 mesi non riusciamo a entrare in contatto con Mario, la persona di fiducia che si occupa del nostro canale YouTube. Abbiamo aspettato così tanto perché speravamo in un suo ritorno, o in qualche notizia da parte sua. Non ci sono mai giunte informazioni, e siamo arrivati al punto da temere il peggio. Nonostante la situazione non sia delle migliori, abbiamo deciso di proseguire

Saker Italia a Bologna il 18 maggio: il Silenzio degli Indecenti

La collaborazione con il gruppo di controinformazione bolognese Belzebò negli ultimi mesi si è allargata ed estesa all’Associazione Emilia Romagna Russia. E’ con queste importanti realtà che Saker Italia presenterà a Bologna il docufilm Donbass Seasons nel corso di un incontro dal titolo “Il silenzio degli indecenti”. Seguirà un dibattito con Sara Reginella (regista del film) ed Ennio Bordato (presidente della Onlus Aiutateci a Savare i Bambini).  Anche questo incontro, come i precedenti

Annuncio della Saker Community riguardo il Saker Blog Tedesco

Con grande tristezza, noi della Saker Community, abbiamo deciso di interrompere la collaborazione con il Saker Blog Tedesco. Per molti anni il Saker Blog Tedesco è stato tra i più produttivi e dedicati blog della nostra comunità, e vogliamo ringraziare sinceramente Dagmar Henn per il lavoro incredibile che ha svolto come responsabile del blog. Recentemente, però, il Saker Blog Tedesco ha utilizzato un tono molto diverso, e ha pubblicato un

Incontro di Bologna in occasione della recensione del libro: “Russofobia, mille anni di diffidenza”

Nata in Francia sotto Luigi XV, la russofobia è stata utilizzata da Napoleone per giustificare un’animosità verso la Russia, che era un ostacolo alla politica espansionistica francese. In Inghilterra, la russofobia apparve intorno al 1815, allorché, alleata con la Russia, sconfisse Napoleone. Una volta che il nemico comune fu sconfitto, l’Inghilterra invertì la rotta e fece della Russia il suo nemico, alimentando la russofobia. Dal 1820, Londra utilizzò un’ideologia anti-russa

Problemi con il server

Buongiorno cari lettori, Abbiamo dei problemi con il server, vi chiediamo un poco di pazienza fino a che non saremo riusciti a capirli e risolverli. Nonostante questo, continueremo a lavorare ad intermittenza. Ci scusiamo quindi per l’inconveniente e vi ringraziamo per la pazienza. A presto Redazione SakerItalia

Un monito russo

Noi, i sottoscritti, siamo Russi che vivono e lavorano negli Stati Uniti. Abbiamo constatato, con crescente ansietà, come l’attuale indirizzo politico di Stati Uniti e NATO ci abbiano messo su una rotta di collisione estremamente pericolosa con la Federazione Russa e anche con la Cina. Molti Americani, rispettati e patriottici, come Paul Craig Roberts, Stephen Cohen, Philip Giraldi, Ray McGovern e molti altri, hanno già messo in guardia su una

SakerItalia cerca volontari, e il Saker prende una pausa

Cari amici, è giunto il momento di fare il punto della situazione per quanto riguarda SakerItalia, il suo andamento e la sua direzione. In soli tre mesi abbiamo superato il milione e mezzo di visite e i 224.000 visitatori, non possiamo fare altro che ringraziare di cuore tutti i nostri lettori! Tuttavia non abbiamo solo buone notizie: in queste ultime settimane ci troviamo a corto di traduttori disponibili, e chi

La Saker Community cerca uno sponsor per il server

Cari amici, In passato siamo stati abbastanza fortunati grazie ad un generoso sponsor che ha coperto i costi del server in Islanda. Questa persona si è ritirata dalla sua mansione e non può più continuare a sostenerci. Stiamo cercando di trovare un nuovo sponsor disposto a donare i fondi necessari per i servers. I nostri sono hostati da Advania, e i costi sono i seguenti: 786 Euro ogni sei mesi,

Ringraziamenti e Novità

Cari amici, da molto tempo desidero ringraziare personalmente tutti i traduttori e collaboratori che han reso possibile la nascita della comunità Saker italiana. In questo anno di lavoro abbiamo incontrato ostacoli e avversità, superando gli uni e le altre, abbiamo perso dei collaboratori per incontrarne altri. L’impegno di tutti ha prodotto qualcosa che è andato oltre le mie aspettative e i sogni più reconditi. Un anno fa perdemmo le statistiche,