Tag "BREXIT"

Il potere del “Niet”

Su questo pianeta è previsto che le cose vadano così: negli Stati Uniti gli apparati del potere (pubblico e privato) decidono quello che vogliono far fare al resto del mondo. Comunicano i loro voleri attraverso canali ufficiali e non, attendendosi una cooperazione automatica. Se questa cooperazione non arriva immediatamente, allora incominciano a fare pressioni, politiche, finanziarie ed economiche. Se anche queste, tuttavia, non producono l’effetto desiderato, allora provano con un

La Paranoia della NATO contro l’Integrazione Euroasiatica

Mentre iniziava il summit della NATO a Varsavia, il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov non poteva trattenere un’osservazione sarcastica: “Noi non siamo i soli ad avvicinarci ai confini della NATO” Questa è una dichiarazione realistica. Ma la NATO non si sofferma sui fatti; ma solo sulle narrazioni. Una delle narrazioni più radicate a Washington è che la NATO periodicamente riporta gli Stati Uniti al suo”ruolo tradizionale” di “garantire la sicurezza

La Brexit è il Detonatore dell’Esplosione della UE

L’uscita della Gran Bretagna dall’UE è solo l’inizio. Dopo di che, non si potrà più parlare di un’ Europa Unita. Essa appare già divisa ed il suo futuro è estremamente incerto. Si può utilizzare l’esperienza dell’Unione Sovietica per comprendere meglio ciò che sta accadendo nell’UE? In che cosa sono simili ed in che cosa sono diversi questi due grandi progetti? Perché l’Unione Sovietica di fatto si è rivelata più durevole rispetto all’UE?

O Europa, pallida Madre! Come t’hanno ridotta i tuoi Figli

Cos’era il “Contropelo”, la trasmissione di Massimo Rocca per Radio Capital che chiude i battenti in questi giorni? Per gli ascoltatori di Radio Capital, una esperienza parecchio surreale. Immaginate persone che camminano a piedi metaforicamente scalzi sulla fresca erbetta del gruppo Repubblica – L’Espresso,  in un paesaggio dipinto come il  migliore dei mondi possibili, un giardino dell’Eden governato da premurosi tecnici progressisti e fondato sull’amore universale noto come Unione Europea;

Gli Architetti dell’UE: Nazisti e Collaborazionisti

C’è un vecchio adagio che riguarda la fondazione dell’Unione Europea «Se non riesci al primo tentativo, riprovaci, e riprovaci ancora». E per i nazisti e i collaborazionisti della Seconda Guerra Mondiale, vendendo la morte e la distruzione del dopoguerra in Europa causate da Adolf Hitler e il suo «Terzo Reich» in alleanza con i fascisti italiani, la Francia di Vichy e altri, la decisione immediata è stata di «provarci ancora»

Merkel & C. ora spingono per gli Stati Uniti d’Europa

Sono emersi i piani per un’Unione Europea più compatta, che vengono fatti passare come un tentativo per creare un Super-Stato europeo. Mai sprecare una buona crisi: i funzionari dell’UE e i politici francesi e tedeschi stanno girando intorno ai progetti di quello che alla fine diventerà un super-stato dell’Unione Europea. Pensate ad esso come a degli Stati Uniti d’Europa, dove tutte le nazioni che ne fanno parte cederanno tutta la

Facendo fuori le Élites

Dato quello che sta accadendo in questi giorni con la restaurazione della UE, è difficile non scrivere qualcosa a riguardo, perciò non cercherò nemmeno di resistere alla tentazione. I mercati azionari stanno andando in crash, le banche sono sull’orlo del fallimento, il prezzo dell’oro sta salendo, e la City di Londra e i tipi della finanza a Wall Street stanno correndo avanti e indietro con le teste in fiamme. Ma

Brexit: come gli Inglesi hanno disatteso le aspettative del loro governo (un breve commento)

Dopo la rivolta del 17 giugno il segretario dell’Unione degli scrittori fece distribuire nella Stalinallee dei volantini sui quali si poteva leggere che il popolo si era giocata la fiducia del governo e la poteva riconquistare soltanto raddoppiando il lavoro. Non sarebbe più semplice, allora, che il governo sciogliesse il popolo e ne eleggesse un altro? La soluzione, Bertold Brecht [1] Dire che il Brexit è stato un evento storico