Breaking news
  • No posts where found

Tag "corruzione"

L’Ucraina è coinvolta in un nuovo Maidan – ma le telecamere occidentali e i biscotti sono assenti.

Il Maidan del 2013-2014 è stato un “chi è chi” dell’elite neo-con/liberale. Gli eventi odierni sono un “chi è lui?” dell’estrema destra ucraina. Le scorse settimane hanno mostrato scene stranamente familiari tornare all’infame  Maidan  al centro di Kiev. Ma mentre nell’inverno 2013-2014, troupe televisive internazionali sono giunte a Kiev per filmare e fotografare la violenza, oggi ci sono più dimostranti e agitatori accampati piuttosto che giornalisti internazionali. Ma un giornalista anonimo

Il modo migliore per aiutare l’Africa

La siccità in Somalia minaccia la vita di quasi la metà della popolazione, secondo il Primo Ministro Hassan Ali Khayre. Nell’arco di due giorni, in una sola regione del paese sono morte di fame almeno 110 persone. Questo mette in evidenza l’enorme bisogno della Somalia e di altri paesi africani di un aiuto immediato. Negli ultimi decenni, enormi risorse finanziarie sono state inviate nella regione. Ciò che è stato realizzato,

L’Impero dovrebbe essere guardato a vista per impedire che si suicidi

Con tutti i drammi politici che stanno avendo luogo negli Stati Uniti a seguito della tentata rivoluzione colorata contro Trump, il quadro più ampio a volte viene dimenticato. Eppure, questo quadro generale è abbastanza sorprendente, perché se lo guardiamo vedremo segni inconfutabili che l’Impero è impegnato in un bizzarro seppuku al rallentatore, e l’unico mistero rimasto è chi, o cosa, servirà come kaishakunin dell’Impero (supponendo che ce ne sarà uno).

Elezioni francesi nel caos totale per i partiti tradizionali

È questa la fine dei partiti politici tradizionali francesi? Il giorno della resa dei conti è sicuramente vicino. Quando il 77% dei Francesi crede che i parlamentari siano corrotti [in Francese] allora c’è un problema fondamentale con il sistema. Se non ci si fida del gradino più alto del ramo legislativo, allora quella camera ha bisogno di essere purgata. Sembra che questo stia per accadere almeno per il ramo esecutivo durante

Considerazioni a caldo sull’arresto e la destituzione del Ministro russo per l’economia

L’ex ministro dell’economia Ulyukaev è stato rimosso dal suo incarico dopo essere stato arrestato con l’accusa di corruzione. Sebbene sembra che non ci siano motivi politici dietro l’arresto e la destituzione, tutto diventerà più chiaro quando Putin avrà nominato il suo successore. Subito dopo la notizia sensazionale dell’arresto del ministro dell’economia Alexey Ulyukaev, arriva la conferma della sua rimozione da parte del presidente Putin. Il comunicato del Cremlino [in inglese], che

Putin sta (finalmente) ripulendo il governo Medvedev

Mentre il mondo era concentrato in rapìta estasi sui risultati delle elezioni presidenziali americane, Vladimir Putin ha fatto qualcosa di veramente stupefacente: ha arrestato Alexei Uliukaev [in inglese], il Ministro dell’Economia del governo Medvedev, con l’accusa di estorsione e corruzione. Uliukaev, il cui telefono era controllato fin dall’estate scorsa dai servizi di sicurezza russi, è stato arrestato nel cuore della notte, mentre era in possesso di 2 milioni di dollari

Ulyukaev è rimasto fermo agli anni ’90

In Russia è appena stato arrestato, con l’accusa di corruzione, il Ministro dell’Economia, Aleksey Ulyukaev. Una doccia fredda per oligarchi e liberali. Ruslan Ostashko, PolitRussia. ***** Sottotitoli in Italiano a cura di Mario per SakerItalia.it

I ricordi stranamente selettivi delle Èlite tedesche – La Corruzione

È diventato abituale per i media e i politici tedeschi accusare la Russia di corruzione e allo stesso tempo mostrare un’amnesia collettiva riguardo alle proprie pecche.   Per molti anni i media e i politici tedeschi non hanno perso occasione di demonizzare il presidente russo, Vladimir Putin. Una delle loro tattiche preferite è stata la diffusione di voci riguardanti la sua supposta ricchezza. Chi osserva la politica internazionale non avrà

Vita politica di V.V. Putin – Seconda Parte – Il primo anno, lo scontro con gli oligarchi, il Kursk, un Paese allo sbando

Seconda parte del documentario di Vladimir Solovyov sulla vita politica del presidente russo Putin, oltre le grottesche e volgari rappresentazioni occidentali che lo dipingono ora come un “dittatore”, ora come un “nuovo Hitler”, perchè si rifiuta di svendere il suo Paese all’Impero. La prima incoronazione popolare, le prime difficoltà. Fra le altre, gli scontri con gli oligarchi che dirigevano e dissanguavano la nazione (fra i quali è possibile vedere il